Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gli scienziati vogliono inviare una sonda che vola 2000 volte più veloce di Voyager 1 e 2 alla stella più vicina

Inserito:

9 giugno 2021 01:30 GMT

I ricercatori sperano che il sistema Breakthrough Starshot raggiunga Alpha Centauri, il sistema stellare più vicino alla Terra, in soli 20 anni.

Un gruppo di scienziati dell’Australian National University (ANU) afferma di aver trovato un modo per inviare un veicolo spaziale a un altro sistema planetario a una velocità molto più elevata rispetto alle sonde Voyager 1 e 2, lanciate nel 1977, ha riferito martedì. media locali.

Dopo diversi decenni di esplorazione del nostro sistema solare, in particolare Urano e Nettuno, I passeggeri sono riusciti a penetrare l’atmosfera del sole e l’accesso allo spazio interstellare.

Come lo faranno?

“Abbiamo già diverse navi, inclusa la Voyager [en el espacio interestelar]Ma ci vorranno molte vite umane prima che si avvicinino a un’altra stella, spiega l’astrofisico Chatura Bandutunga dell’ANU, autore principale dello studio che conferma i progressi.

Come mostrato, la sonda Breakthrough Starshot dovrebbe raggiungere Alpha Centauri, il sistema stellare più vicino al Sole, in soli 20 anni. Per fare questo, dovrà viaggiare 2000 volte più veloce delle sonde interstellari che abbiamo oggi.

Gli scienziati stimano che per svolgere questo compito, durante il quale le immagini e le misurazioni verranno registrate e trasmesse alla Terra, ci vorrà del tempo. 100 milioni di laser individuali Per generare la potenza fotovoltaica necessaria di circa 100 gigawatt.

Come spiega l’astrofisico, la sfida tecnica della missione è capire “come usiamo la luce per guidare un satellite” e “come otteniamo quella luce da un raggio sulla Terra”. “Come farlo su larga scala è inaudito”, sottolinea.

Se la tua teoria è corretta, I laser saranno disposti con la combinazione e il numero corretti Per spingere la sonda dove dovrebbe andare. “Il prossimo passo sarà testare gli elementi costitutivi in ​​laboratorio”, afferma Bandutunga.

READ  Nessun licenziamento e lavoro contemporaneamente su Crash 4 e CoD Warzone

“Questa non è fantascienza.”

Mostrano il possibile destino delle tavolette d'oro Voyager come a

Nonostante si tratti di una piccola sonda, gli scienziati hanno in programma di inviare più di un’unità, nella speranza che alcune raggiungano Alpha Centauri senza essere distrutte durante il volo dalla polvere che vaga nello spazio.

Bandutunga, che ha valutato il progetto come “Molto ambizioso”, afferma che ciò che vogliono ottenere è rendere possibile il viaggio dalla nostra stella a un’altra entro il periodo di tempo della vita umana.

“Forse questo è possibile con una tecnologia che non è molto più avanzata di quella che abbiamo ora, quindi non è fantascienza, è tecnologia del prossimo futuro”, ha detto Jonty Horner, professore di astrofisica della University of South Queensland.

L’hai trovato interessante? Lascia la tua opinione nei commenti!