Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gli scienziati hanno scoperto un oggetto misterioso e massiccio sul “lato oscuro” della Luna – Enséñame de Ciencia

Gli scienziati hanno scoperto un oggetto misterioso e massiccio sul “lato oscuro” della Luna – Enséñame de Ciencia

Il nostro satellite naturale continua a sorprenderci con nuove scoperte sui misteri che nasconde, questa volta, sotto il suo buco più grande. Ricerche recenti hanno scoperto che un gigantesco pezzo di materiale metallico sulla Luna è sepolto ad Aitken, il bacino più grande della Luna.

Nella sua vasta esistenza, lo spazio esterno racchiude per noi milioni di misteri, che gli esseri umani sono ansiosi di risolvere per comprendere meglio la natura dell’universo in cui viviamo. Per compiere i passi giusti verso questo obiettivo, abbiamo prima iniziato a studiare i nostri vicini cosmici più vicini, inclusa la Luna.

La Luna è l'unico satellite della Terra che si è formato naturalmente, poiché ha un diametro di oltre 3.000 chilometri e dista più di 300.000 chilometri dal nostro pianeta. La Luna è stata oggetto di numerosi studi, quindi è entrata in Società Astronomica Spagnola.

È stato recentemente implementato in Università di Baylor Uno studio sulla Luna ha dato risultati sorprendenti, poiché un enorme oggetto è stato trovato sotto uno dei crateri più famosi di questa luna.

Guidato dal Dr. Peter B. James in Geofisica della Baylor University e assistito dalla missione spaziale Recupero per gravità e laboratorio internoo tazza, da Il Centro nazionale per l'aeronautica e l'amministrazione spazialeQuesta ricerca ha trovato una massa metallica di diversi chilometri di diametro sul lato nascosto della Luna.

Pubblicato con il titolo “Deep Structure of the Lunar South Pole and Aitken Basin” in spagnolo nella rivista scientifica Geophysical Research Letters of the Platform Progresso delle scienze della terra e dello spazio.

Credito immagine: Advance Earth and Space Science

Il bacino di Aitken si trova al polo sud della Luna, ha un diametro di circa 2.500 km e una profondità di 12 km ed è considerato dagli esperti il ​​più grande cratere del sistema solare, che si ritiene si sia formato per effetto dei asteroidi milioni di anni nel passato.

READ  La mancanza di chip continua a infastidire Apple, che sta dando la priorità alla produzione di iPhone insieme a parti di altri dispositivi

Aitken era l'area in cui recenti ricerche hanno trovato un enorme oggetto metallico con una massa di circa 2 x 1018 km e ad una profondità di 300 km sotto la superficie. Questo sembra essere costituito da materiali come nichel e ferro, e si trova tra il mantello superiore della Luna e il suo nucleo, a causa dell'estensione di questa massa che non le permette di affondare ulteriormente.

Si ritiene che questo corpo metallico sia arrivato sulla Luna sotto forma di un asteroide che si scontrò con esso milioni di anni fa, e che i suoi resti siano rimasti sulla Luna e siano responsabili della formazione del bacino di Aitken.

Ma dopo attenti studi, gli esperti hanno formulato due ipotesi sulla formazione di questa enorme massa minerale, larga 2.000 chilometri, nel cratere Aitken sulla Luna.

Il primo è quello menzionato in precedenza, e questa massa, insieme ai suoi materiali, ha raggiunto la Luna milioni di anni fa quando un asteroide si è scontrato con la sua superficie, che a sua volta ha formato il più grande cratere del sistema solare.

La seconda ipotesi postulata è che questa concentrazione di materiale metallico sia in realtà un residuo, un'alta concentrazione di ossidi densi raffreddati, formatosi nella fase lunare, quando era ancora una palla di magma lunare.

Osservando il bacino di Aitken, vecchio di 4 miliardi di anni, Peter B. James ha descritto questa regione della Luna come “uno dei migliori laboratori naturali per studiare eventi di impatto catastrofico, un antico processo che ha formato tutti i pianeti rocciosi e le lune che vediamo oggi”.