Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Glenn Close ha perso il suo ottavo Oscar, ma è diventata la regina del twerking

Glenn Close e la sua danza salvano i noiosissimi Oscar

Glenn Close, 74 anni, Ha ottenuto un’ottava nomination nella sua carriera per gli Academy Awards e ha perso di nuovo. Quest’anno è stata nominata per il suo ruolo in “Hillbilly Elegy” con Amy Adams, rimasta, ancora una volta, senza niente. Ma lungi dall’essere frustrata per non vincere, la star del cinema l’ha presa con molto umorismo e si è esibita durante la cerimonia con alcuni divertenti passi di danza, diventando una tendenza su Twitter.

Prima dei Final Night Awards a una festa molto noiosa, Lil Rel Howery si rivolge al pubblico per chiedere alle star di indovinare le canzoni nominate all’Oscar. Il primo concorrente è stato Andra Day, nominata come migliore attrice, che ha dovuto indovinare se “Purple Rain” di Prince fosse stata nominata. “È una grande canzone, quindi forse non è stata nominata”, ha scherzato, prima di restituire il microfono. E aveva ragione.

Quindi il presentatore si è avvicinato al premio Oscar Daniel Kaluuya W. Glenn Close, che si è alzato improvvisamente dal suo posto per un ballo improvvisato al ritmo di “Da Butt”, da “Turbulent Classrooms”, diretto da Spike Lee.

Il coordinatore del concerto, Questlove, ha interpretato parte della canzone promossa dal gruppo funk Experience Unlimited and Close, lasciando tutti sbalorditi nell’apprendere tutti i dettagli sull’argomento in questione. Quando gli hanno chiesto se sapeva ballare la canzone, Si è alzata da vicino e ha iniziato a ballare, provocando il delirio del pubblico.

Glenn Close fa il twerking. Non avrei mai pensato di pronunciare questa frase ad alta voceUn utente ha scritto. “Glenn Close sapeva che gli Oscar erano così noiosi che ha detto: “Cercherò di salvare questo”. Uno degli altri messaggi era su Twitter.

READ  Chi è il primo argentino ha invitato Jimmy Fallon a fare uno spettacolo nel suo spettacolo classico

Con una festa atipica ma faccia a faccia, l’evento si tiene presso la Los Angeles Union Station sotto rigidi protocolli per evitare la diffusione del coronavirus.

Glenn Close (Reuters)

Domenica, la regista Chloe Chow ha vinto l’Oscar come miglior regista per il suo film “Nomadland”.Stasera il favorito del Grand Prix. La regista cinese è diventata la prima donna asiatica della storia a vincere una statua dell’Accademia di Hollywood in quella categoria in un glamour dell’era pandemica che ha ripristinato il glamour delle star dal vivo dopo un anno di premiazioni per lo più da Zoom.

Zhao, nato a Pechino, ha sconfitto Lee Isaac Chung (“Minari”), Emerald Fennell (“La giovane donna più promettente”), David Fincher (“Mank”) e Thomas Winterberg (“Another Round”).

La regista di 39 anni è stata la seconda donna a vincere l’Academy Award per il miglior regista per “Nomadland”. Sono passati 11 anni da quando Catherine Bigelow è diventata la prima donna a vincere un Oscar per aver diretto il dramma di guerra “The Hurt Locker”.

La regista ha anche vinto l’Oscar per il miglior film e Francis McDormand per la migliore attrice protagonista, il suo terzo Oscar.

I vincitori vengono scelti a scrutinio segreto dai 9.000 membri dell’Accademia delle arti e delle scienze cinematografiche.

Continuare a leggere: