Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

G20: Roma invierà 3 miliardi di euro all'Africa – Economia

G20: Roma invierà 3 miliardi di euro all'Africa – Economia

ANSMED – Nuova Delhi – “L'Italia destinerà all'Africa oltre il 70% dei suoi fondi per il clima. Ciò significa 3 miliardi di euro nei prossimi cinque anni, che saranno destinati equamente a iniziative di mitigazione e adattamento”. conferenza. Summit del G20 tenutosi a Nuova Delhi, in India.
L'impegno, ha spiegato Meloni, “si inserisce nel quadro del Processo di Roma, iniziato con la Conferenza su migrazione e sviluppo che l'Italia ha tenuto lo scorso luglio e mira a costruire un nuovo modello di relazioni internazionali su un piano di parità”.
“Si tratta – ha detto – di creare sviluppo, ma anche di favorire le rotte migratorie legali e di combattere le potenti reti criminali di trafficanti di immigrati clandestini, che sfruttano la disperazione per arricchirsi”, ha aggiunto. Un chiaro riferimento alla posizione del governo italiano, che sostiene le zone di uscita dei migranti verso l’Europa per contenerli lì, all’origine.
Meloni è stata vista seduta tra il cancelliere tedesco Olaf Scholz e il primo ministro del Bangladesh Sheikh Hasina durante la riunione del G20. Dietro di lei, il ministro dell'Economia Giancarlo Giorgetti ha osservato attentamente, scambiando i saluti con Schulz prima di iniziare i lavori. Il commissario economico europeo Paolo Gentiloni sedeva al suo posto a poca distanza dai leader dell'Unione europea.
Il vertice è stato presieduto dal primo ministro indiano Narendra Modi, che ha tenuto un discorso introduttivo di sette minuti in hindi. A destra c'era Luiz Inacio Lula da Silva, presidente del Brasile (che ospiterà il prossimo vertice del G20), e accanto a lui il presidente dell'Argentina Alberto Fernandez. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden era due posizioni dietro Modu. Non lontano sono comparsi il principe ereditario saudita, Mohammed bin Salman, e il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov. Questa volta Biden ha stretto la mano a bin Salman in un incontro parallelo.

“È evidente che la risposta al cambiamento climatico deve riguardare davvero tutti, altrimenti credere che possa dare risultati tangibili è pura utopia. Al di là degli impegni per contenere il riscaldamento globale in corso, dobbiamo considerare come prioritaria l'adozione di tutte le misure utili alla mitigazione misure”. Il riscaldamento globale: “Le conseguenze dei cambiamenti climatici, che colpiscono soprattutto i Paesi del Sud del mondo”, ha detto la Meloni al vertice.
L’accordo su un nuovo progetto di corridoio economico e infrastrutturale per collegare India, Medio Oriente ed Europa “farà crescere ulteriormente le nostre economie sbloccando un enorme potenziale di vantaggi reciproci nel settore imprenditoriale”, ha poi ritrattato durante la presentazione con il presidente. Altri leader hanno firmato il memorandum a margine del vertice del G20.
“Quando un anno fa abbiamo lanciato la Partnership for Global Infrastructure and Investment (PGII), ci siamo impegnati a costruire infrastrutture migliori per un futuro migliore nei paesi a basso e medio reddito. Ci siamo impegnati a lavorare con questi paesi attraverso un'iniziativa basata sull'equità, approccio non equo”. “Si tratta di un approccio predatorio per creare nuove opportunità e prosperità”, ha spiegato Meloni.
Ha sottolineato: “Oggi abbiamo lanciato il nuovo corridoio economico tra India, Medio Oriente ed Europa, che va esattamente in questa direzione e il suo obiettivo primario è quello di rafforzare l'interconnessione globale”.
“L’Italia è pronta a giocare un ruolo decisivo in questo processo, anche perché le imprese italiane hanno un’esperienza unica nei settori marittimo e ferroviario: vogliamo contribuire a costruire ponti tra il Mediterraneo e l’India, così come nel campo dell’energia e del digitale comunicazioni in Africa”, ha aggiunto il Primo Ministro, e nel Golfo Arabico.
La Meloni ha avuto un incontro con il primo ministro cinese Li Qiang a margine del vertice del G20. Un evento tanto atteso alla luce dell'imminente uscita dell'Italia dalla Via della Seta. “Sia l'Italia che la Cina hanno una storia millenaria. Italia e Cina condividono una partnership strategica globale il cui ventesimo anniversario sarà celebrato il prossimo anno e che fungerà da faro per rafforzare l'amicizia e la cooperazione tra i due Paesi in tutti i settori di reciproco interesse .” Dopo l'incontro è stata informata di un memorandum del Palazzo Qigui.
Nel memorandum si spiega che “l'incontro, prima occasione di contatto diretto tra i capi dei due governi, ha confermato la comune intenzione di rafforzare e approfondire il dialogo tra Roma e Pechino sulle principali questioni bilaterali e internazionali”. (Io dimentico).

READ  I lavori più richiesti in Italia nel 2024 — Idealista/news

Tutti i diritti riservati. ©Copyright ANSA