Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Filippine: nave americana della Seconda Guerra Mondiale scoperta a una profondità di 6500 metri

Il relitto di un cacciatorpediniere navale statunitense situato a una profondità di 6.500 metri dalle Filippine durante la seconda guerra mondiale è stato scoperto durante un viaggio negli Stati Uniti, uno dei suoi membri.

“Abbiamo fatto il tuffo più profondo nella storia per scoprire la devastazione della USS Johnston”, ha twittato Victor Vescovo, fondatore di Caldon Oceanic, una società del Texas.

Durante un’immersione di due otto ore alla fine di marzo, gli equipaggi hanno filmato, fotografato e osservato la devastazione al largo dell’isola di Samar, ha affermato Kaladan Oceanic, esperto di tecnologia subacquea.

Il cacciatorpediniere lungo 115 metri affondò durante la battaglia di Leyte il 25 ottobre 1944, segnando l’inizio della fine per il Giappone, la più grande battaglia navale che il mondo abbia mai visto.

Si trovava nel Mar delle Filippine nel 2019 da altri esploratori, ma la maggior parte del relitto non è riuscita a raggiungere il loro veicolo telecomandato.

“Due terzi di noi a bordo della nave a una profondità di 6456 me sono rimasti immobili. Noi tre, durante due immersioni, abbiamo esplorato la nave e reso omaggio al suo coraggioso equipaggio “, ha detto Victor Vescovo su Twitter.

NOI. Secondo i registri navali, solo 141 dei 327 membri dell’equipaggio della nave sopravvissero.

Il viaggio ha trovato la prua, il ponte e la sezione centrale intatti, con il numero di scafo “557” ancora visibile.

Secondo questo viaggio, c’erano ancora due torri, depositi di siluri e molti cannoni.

Il navigatore e storico dei viaggi Parks Stephenson ha detto che le tracce dei danni causati da questa intensa guerra, emersa 76 anni fa, erano state smantellate.

READ  Le esportazioni dell'Italia in Inghilterra sono in calo

“Era la più grande nave da guerra mai costruita dalla nave da guerra navale imperiale giapponese Yamato in fiamme e combattuta ferocemente”, ha detto Mr. Ha detto Stephenson.

Wescovo ha detto che i dati del sonar, le immagini e le note sul campo raccolte durante l’immersione sarebbero state trasferite alla Marina degli Stati Uniti.