Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Crisi in Medio Oriente: Erdogan ha incontrato il capo di Hamas a Istanbul

Crisi in Medio Oriente: Erdogan ha incontrato il capo di Hamas a Istanbul

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan incontra il leader del movimento palestinese Hamas, Ismail Haniyeh. Murat Cetinmohurdar/PPO/Dispensa tramite Reuters

presidente della Turchia, Recep Tayyip ErdoganE il capo di Hamas, Ismail HaniyehI media turchi hanno riferito che i colloqui sono iniziati sabato a Istanbul mentre aumentavano le tensioni in Medio Oriente.

I media turchi sono stati i principali editori di questa informazione, sottolineando l’arrivo di Haniyeh verso le due del pomeriggio, fatto confermato da piattaforme come CNN turco, sei dentro, Autorità sanitaria di Dubai E ai giornali piace Sbrigati E Miglio.

Sebbene i dettagli esatti e gli argomenti specifici discussi durante l'incontro non siano stati ancora rivelati, vi sono diffuse speculazioni al riguardo. L’interesse comune nell’affrontare le crescenti tensioni in Medio Oriente. Questo incontro potrebbe indicare il tentativo di Türkiye di mediare i conflitti regionali o di rafforzare la propria posizione e influenza nella regione.

“Manterremo l'ordine del giorno tra noi e il signor Haniyeh.”Erdogan, interrogato dai giornalisti venerdì, ha detto: Hamas ha detto che la guerra a Gaza sarà parte dei colloqui.

Il dialogo tra Erdogan e Haniyeh avviene in un momento crucialeLa stabilità in Medio Oriente rimane una preoccupazione globale. L'attenzione della comunità internazionale sarà rivolta alle dichiarazioni ufficiali che seguiranno questo incontro, nella speranza di raggiungere una migliore comprensione degli accordi raggiunti e di come questi potrebbero influenzare il panorama politico e di sicurezza regionale.

Mentre Il Qatar ha detto che rivaluterà il suo ruolo di mediatore tra Hamas e IsraeleMercoledì Erdogan ha inviato a Doha il ministro degli Esteri Hakan Fidan, un altro segno del suo desiderio di svolgere un ruolo.

“Anche se io, Tayyip Erdogan, rimango, continuerò finché Dio mi darà la vita, a difendere la lotta palestinese e ad essere la voce del popolo palestinese oppresso”.È quanto ha detto mercoledì il presidente annunciando l'imminente visita di Haniyeh.

Il presidente turco Tayyip Erdogan. Reuters/Umit Bektaş

In precedenza, la Turchia e l’Egitto si erano impegnati ad approfondire la cooperazione per risolvere il conflitto palestinese.

READ  L'Ucraina ha annunciato il recupero di 12 città a Kherson e la Russia ha già iniziato a ritirare le sue forze

“La cooperazione tra Egitto e Turchia è molto vantaggiosa per il nostro popolo e per la regione”.Lo ha affermato Fidan al termine dell'incontro, incentrato specificamente sul conflitto a Gaza, in una conferenza stampa congiunta trasmessa in diretta sulla rete turca NTV.

“L’occupazione israeliana dei territori palestinesi è la principale causa di instabilità in Medio Oriente. Dobbiamo porre fine a tutto ciò e raggiungere la soluzione dei due Stati. Se ciò non verrà fatto, gli attacchi che hanno avuto luogo ieri nello Yemen, la tensione tra Iran e Israele oggi e qualsiasi altro conflitto domani continueranno”.

Il suo ospite ha espresso il suo rammarico per il fatto che Israele “fin dall'inizio” abbia creato ostacoli all'invio di aiuti umanitari a Gaza, e per questo motivo l'Egitto non sia ancora in grado di trasferire il volume necessario di aiuti nella Striscia.

Shoukry ha avvertito che la tensione militare tra Iran e Israele rischia di allargarsi, e per questo ha rinnovato l'appello del Cairo alla “moderazione” e al dialogo, per evitare un confronto militare più ampio.

“Questi recenti eventi hanno distratto la comunità internazionale dalle tragiche condizioni di Gaza”.Viene preso in considerazione il Ministro.

Ha invitato le Nazioni Unite ad aprire un centro logistico a Gaza per migliorare la distribuzione degli aiuti umanitari ai residenti bisognosi.

I due ministri hanno ribadito il loro appello per la creazione di uno Stato palestinese con Gerusalemme Est e il vicino Israele come capitale come soluzione al conflitto.

Hanno inoltre celebrato l’incremento delle relazioni economiche tra Turchia ed Egitto, che attualmente ammontano a circa 8 miliardi di dollari, con investimenti turchi in Egitto del valore di 3 miliardi di dollari.

READ  Il cantautore Pablo Milanes ha denunciato la repressione del regime cubano, definendola "irresponsabile e assurda".

Shukry ha indicato che il presidente egiziano Abdel Fattah El-Sisi intende “presto” recarsi in Turchia in risposta alla visita fattagli dal suo omologo turco, Recep Tayyip Erdogan, al Cairo lo scorso febbraio.

(Con informazioni da AFP ed EFE)