Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Cos’è l’inflazione dell’avidità, l’inflazione dell’avidità

Cos’è l’inflazione dell’avidità, l’inflazione dell’avidità

Nell’attuale contesto dell’inflazione, il termine inflazione variabile o inflazione avida (Avidità ipertrofica) a seguito di un articolo pubblicato in Il newyorkeseBasato su Precedentemente scritto da Isabella M. Weber e Evan Wasner. Da allora, la stampa di salmone ha scritto Diffuso su questo fenomeno, che non è un’idea nuova che indica le aziende e i loro margini di profitto come il motivo per cui l’inflazione non è limitata.

Gli esperti concordano sul fatto che i profitti aziendali sono parte del problema dell’inflazione. Ma, Non c’è consenso sulla presenza o assenza di iperplasia afariniana In Spagna. Sono due idee opposte:

  • I prezzi salgono a causa dei maggiori costi e dei maggiori profitti aziendali di conseguenza, secondo i meccanismi di mercato.
  • I prezzi salgono perché le aziende vengono pagate Profitti eccessivie sfruttare la scarsità di risorse strategiche.

Inflazione avida. Manuel Hidalgo, professore di economia applicata all’Universidad Pablo de Olavid, definisce l’iperinflazione come la teoria secondo cui l’inflazione è causata principalmente dalle imprese, “venditori”, e ha radici economiche parziali. Pertanto, l’inflazione sarà guidata da imprese con potere di mercato che hanno il potere di aumentare i prezzi. In contrasto con la visione macroeconomica prevalente dell’inflazione, questo concetto sottolinea il ruolo delle singole imprese nel guidare gli aumenti dei prezzi.

Regole di mercato o avidità commerciale: le due tesi opposte dall’inflazione

Secondo Hidalgo, “l’inflazione diversificata è una proposta economica che viene utilizzata come potenziale generazione di inflazione ma che si verifica molto occasionalmente e non in modo generale”. Nel caso della Spagna, non ci sono prove fattuali per dimostrare la sua esistenza. “I margini hanno svolto un ruolo importante nell’evoluzione dell’inflazione negli ultimi due anni in Spagna, ma questo non sta accadendo Non tutte le aziende hanno aumentato i loro margini di profitto Perché lo hanno voluto o perché hanno approfittato dell’opportunità creata dalla guerra in Ucraina.

READ  Stabilità dell'economia globale, ma con una crescita molto debole

“Analisi dei dati dell’Agenzia delle Entrate o dell’Osservatorio dei Margini della Banca di Spagna, è stato verificato che l’aumento dei margini si concentra in due settori ben precisi: l’energia e la distribuzione commerciale dell’energia”, continua il Prof. Pablo di Olavide. . “Il resto, o maggiori benefici per ripristinare ciò che è andato perso dopo l’epidemia o, sono stati persi”.

In altre parole, per Hidalgo, sono state le “regole di mercato” a guidare i dividendi e la distribuzione delle compagnie petrolifere. Questa è domanda e offerta. “Non c’è stata alcuna decisione da parte degli amministratori delegati di aumentare unilateralmente i prezzi, il mercato lo ha semplicemente permesso”, afferma. Inoltre, Hidalgo ricorda che con l’internalizzazione del colpo di stato che ha provocato la guerra in Ucraina, “sono crollati anche i prezzi dell’energia ei profitti per queste società”.

Tuttavia, per Monica Meili, professoressa di economia finanziaria all’Università Complutense di Madrid, C’era “senza dubbio” iperinflazione.. Le aziende in posizioni oligopolistiche strategiche – le società energetiche, in questo caso – hanno beneficiato della dipendenza dei consumatori durante la crisi e hanno applicato prezzi folli per prodotti per i quali non c’erano alternative.

Milley mette in discussione la visione tradizionale del mercato in cui tassi di inflazione più elevati sono una conseguenza (piuttosto che una causa) della compensazione degli aumenti dei costi di produzione. Per il professor Complutense era completamente diverso. “È stato imposto un margine di profitto molto elevato che ha fatto salire i prezzi, invece di fissare un prezzo in linea con i costi di produzione”. Secondo Meili, “le aziende hanno accumulato perdite durante l’epidemia, e ora hanno approfittato della situazione a causa dell’aumento della domanda”. Cioè, ha causato l’iperinflazione.

READ  La Banca Mondiale finanzierà la struttura di un polo dell’idrogeno verde in Brasile

Le organizzazioni internazionali indicano i profitti aziendali come parte del problema dell’inflazione

Organizzazioni internazionali come l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) o il Fondo monetario internazionale (FMI) e organizzazioni nazionali come la Banca di Spagna o AIReF hanno pubblicato rapporti che confermano che parte dell’inflazione è dovuta ai margini aziendali.

“Il contributo agli utili è aumentato di recente in diversi paesi europei, come l’area dell’euro aggiunta, Francia, Italia, Spagna e Regno Unito”, si legge nell’ultima lettura. Analisi delle previsioni economiche dall’OCSE.

Secondo i dettagli dell’organizzazione per la Spagna, è indicato che gran parte dell’aumento dell’8% dell’inflazione nel 2022 è dovuto a benefici aziendali. Inoltre, Consiglio economico e sociale (ESC) sottolineato Nel suo rapporto del 2022 che “dal picco inflazionistico, c’è stato un aumento dei benefici al di sopra del livello pre-pandemico, come risulta evidente da tutte le fonti di dati disponibili”.

Come abbiamo fatto a Newtral.es, l’inflazione in Europa e in Spagna è stata causata dall’offerta. “C’è un aumento dei prezzi molto forte a causa della crisi energetica e di alcune materie prime”, ha affermato Angel de la Fuente, CEO della Foundation for Applied Economics Studies (Fedea).

Ha spiegato Anthony Conat, professore di economia e società aperta dell’Università della Catalogna (UOC) e dell’Università di Valencia.

fonti

Manuel Hidalgo, Professore di Economia Applicata all’Universidad Pablo de Olavid

Monica Meili, Professore di Economia Finanziaria all’Università Complutense di Madrid

Articolo sull’inflazione nel New Yorker

Articolo: “Inflazione, profitti e conflitti tra fornitori: perché le grandi aziende possono aumentare i prezzi in caso di emergenza?”

L’ultima analisi delle prospettive economiche dell’OCSE

Rapporto 2022 del Consiglio economico e sociale (CES).