Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Con Facundo Campazzo vicino alla tripla doppia e un’altra grande notte di Nikola Jokic, i Denver Nuggets battono ancora i Portland Trail Blazers | NBA.com Argentina

Per la prima volta nella serie tra Denver Nuggets S Portland Trail Blazers Ci ha regalato una chiusura elettrizzante e un eroe inaspettato: Austin Rivers è apparso in 4 3 secondi nel quarto trimestre I Nuggets hanno dato la vittoria 120-115 A Portland per ottenerlo 1-2 in anticipo In una serie che ha fatto di nuovo bene Nikola Jokic e Damian Lillard, i soliti sospetti, ma anche l’argentino Facundo Campazzo.

Denver è stato in vantaggio per gran parte della partita: è andato avanti verso la fine del primo quarto con una superba prestazione di un quintetto composto da Campazzo, Rivers, Monty Morris, Aaron Gordon e Jokic ed è stato in vantaggio, ma Ha vacillato nel quarto trimestre e Portland ha pareggiato la partita al 91. ecco quando Rivers è venuto in soccorso Con i suoi colpi dall’esterno e lasciando tutto spento Ho provato le giacche fino alla fine Una notte in cui hanno combattuto contro Edge e non avevano alcuna possibilità se non per quanto fossero potenti nel loro rinculo offensivo.

Il prossimo incontro è previsto per sabato (ore 15 CDMX, ore 17 Argentina, ore 22 Spagna) I Blazers dovranno puntare alla vittoria e non tornare a Denver con una sconfitta per 3-1, sull’orlo dell’eliminazione.

di più | Dai un’altra sedia ai Milwaukee Bucks contro i Miami Heat e guida 3-0 nella serie

Alcune note del gioco:

  • Nikola Jokic ancora dominato: 36 punti (Ha segnato 34 nel primo tempo e 38 nel secondo), 11 rimbalzi e 5 assist Nonostante i Blazers siano riusciti a tirarli fuori un po’ dai gomiti chiave: poco importava e lui ha superato 4-7 nelle triple.
  • Il tiro dall’esterno che Denver ha punito nella sconfitta casalinga gli ha fatto sorridere per questa vittoria in trasferta Spara 20-38 pepite dall’esterno Con 7-10 nel primo quarto e 5-10 nell’ultimo periodo. fiumi (21 punti) registra 5-10 e Michael Porter Jr. 3-5 più Jokic.
  • Facundo Campazzo Si è dimostrato di nuovo abbastanza solido come playmaker titolare: ogni volta si mette meglio in contatto con Jokic e si nota il contributo della sua esperienza nella gestione dei tempi d’attacco della squadra. Cordoba si è conclusa con 11 punti, 8 assist, 8 rimbalzi, 2 recuperi e un muro in 32 minuti 3-9 dal campo e 3-4 nei tiri liberi sono scesi +/- da +8. Dopo che Jokic è il giocatore più regolare della squadra ed era Sta per essere il primo giocatore argentino a segnare una tripletta in NBA. nella serie media 10.3 punti, 6.3 assist, 2.3 palle rubate e 4.7 rimbalzi in 31,3 minuti Con una percentuale di successo del 46,2% da Triple.
  • La contraddizione in Nuggets è passata attraverso Gordon e Porter Jr, di grandi momenti come due MPJ consecutivi nel secondo quarto e un altro non tanto. L’ex Orlando Magic ha chiuso con 13 punti e 3 assist, per assumere una certa importanza offensiva, mentre Porter ha contribuito con 15 punti ma non di più nella partita.
  • La seconda unità a Denver non si è distinta molto questa volta: 8 punti, 5 assist e 5 rimbalzi per Monty Morris, 8 punti e 5 rimbalzi per JaMychal Green, 3 punti per Marcus Howard e 5 punti per Paul Millsap, con un bilancio che si è rivelato negativo nelle addizioni e sottrazioni. Intanto Portland si fa più piccola: appena sei minuti per Lance Kanter, cinque minuti per Ronday Hollis-Jefferson e 16 per Inverney Simmons (2 punti). Carmelo Anthony ha iniziato debole, con un punto nel primo tempo, ma Reazione e finito con 17 gol.
  • Damian Lillard Tira di nuovo il carro e questa volta finisce con 37 punti tira il 5-16 della tripla e 15-31 fuori dal campo, ma tutta la sua azione si è sentita obbligata questa volta anche se non poteva essere controllato individualmente.
  • CJ McCollum e Norman Powell hanno raccolto 40 punti, ma sono stati tra quelli che hanno perdonato più di parecchie tiri dall’oceano (5-16 di una tripla per loro).
  • Yusuf Nurkic ha finalmente avuto la meglio per la serie e ha giocato una partita impressionante di 13 punti, 11 rimbalzi e 6 assist. Al 32° minuto, la chiave del dominio del Portland sul piatto offensivo era a un certo punto della partita. Tuttavia, il bosniaco ha commesso tre errori inutili dalla fine del terzo quarto e ha finito per andarsene. È stato espulso per sei falli a poco più di cinque minuti dalla fine S Portland aveva bisogno che lo abbinasse a Jokic.

Ecco i commenti della partita in diretta:

Entrambe le squadre utilizzano la loro consueta formazione iniziale: i Blazers con Damian Lillard, CJ McCollum, Norman Powell, Robert Covington e Yusef Nurkic. Nuggets con Facundo Campazzo, Austin Rivers, Michael Porter Jr., Aaron Gordon e Nikola Jokic.

Portland inizia a sembrare il primo gioco: Lillard lo cerca e attacca Michael Porter Jr. Che non è partito bene perché ha incassato anche due sconfitte in attacco. 16-9 per i Blazers dopo quattro minuti e mezzo di fermento con 5 punti per Powell e 5 per McCollum. A canestro ha anche aggiunto 5 Campazzo, tripletta e raddoppio in tre tentativi. Jokic deve ancora essere il protagonista della partita.

Denver ha risposto inserendo Monte Morris tramite Michael Porter Jr. (due errori in cinque minuti) e ha pareggiato la partita a 26. Jokic ha già 10 punti, anche se non tocca la palla così vicino al canestro come in altre partite. Gordon Makes Up: Ha già segnato 7 gol. Le giacche erano consumate ma a poco a poco iniziavano a sentirsi a disagio.

Da otto punti di distacco a nove: i Nuggets hanno chiuso il primo quarto con un punteggio di 27-10, ottenendo ancora una volta un buon introito dai giocatori in panchina (8 punti da JaMychal Green con 2-2 sulla tripletta e un buon vantaggio per Monte Morris) e vittoria per 39-30 contro il Portland sgonfio. Djokic batte Lillard nel singolare di 12 punti a 11, con molta meno fatica dell’americano. 7-10 in tripla per i visitatori.

I Blazers si riscattano nei primi tre minuti e mezzo del secondo quarto: 9-4 contro Denver il cui unico tiro dal campo è una tripletta di Marcus Howard. La palla non gira più nell’attacco dei Nuggets e Portland coglie l’occasione per allontanarsi velocemente e farsi forte nella vernice con Norkic, che segna, rimbalza e assiste.

Con un incantesimo di Campazzo, Jokic e Gordon, ha incontrato Denver con un punteggio di 5-0 che lo ha lasciato in vantaggio 53-43, il livello più alto della partita finora. Le ultime due trasformazioni sono arrivate dopo l’aiuto della base argentina, che ha 5 punti, 4 assist e 4 rimbalzi in 12 minuti.

Michael Porter Jr. ha sparato due triple di fila, incluso un 3+1, ma l’ha superato e ha finito per commettere un altro fallo offensivo cercando il terzo da trenta piedi dal limite. Dopo quell’azione, Portland, che era dietro di dodici punti, è arrivato vicino al cinque con un punteggio di 7-0 in poco più di un minuto da Lillard e McCollum.

Lillard 20 punti (8-13 dal campo) e Jokic 16 (7-9 dal campo). McCollum, Powell e Norwich sono le migliori piste di Portland mentre Campazzo, Gordon e Morris riescono a sostenere Denver. I Nuggets fanno la differenza con il Triplete: 12-20 contro il 5-17 dei Blazers.

Jokic-Campazzo continua a dare risultati: l’argentino ha perso di poco l’occasione di muoversi ma ha aiutato Jokic per primo con due triple consecutive davanti al canestro e Denver ha vinto 75-66. Attenzione che l’ex Real Madrid è vicino a una tripla: ha 8 punti, 8 rimbalzi e 7 assist mentre c’è ancora più della metà del terzo quarto da giocare.

PORTLAND NON ABBASSA: Dopo una sfida fallita di Terry Stotts per provare a cambiare il verdetto su un fallo offensivo di Norkic su Campazzo, i Blazers hanno reagito 6-0 per avvicinarsi al possesso. Josef Nurkic ha già i suoi due punti deboli con 11 punti e 10 assist e dall’altra parte Djokic non può giocare comodamente vicino al limite.

Finale brusco del terzo quarto, con i punti dopo rimbalzi offensivi o tiri liberi, il quarto fallo personale di Josef Nurkic e il primo fallo clamoroso su Ines Kanter per un calcio alla faccia di Djokic. Denver regna 84-79 negli ultimi 12 minuti e potrebbe avere un vantaggio maggiore, ma l’azione dei Trail Blazers su un rimbalzo offensivo (12 rimbalzi) ha fatto tirare a Portland il 7-29 in 3 secondi.

9-7 per Portland in quattro minuti e mezzo senza Jokic in campo: i Blazers restituiscono un possesso a distanza con Carmelo Anthony che si scalda un po’ le mani. 91-88 per Denver.

Carmelo continua la sua striscia positiva: 8 punti in meno di due minuti e pareggio in 91 partite con una tripletta a 6:55 dalla fine. Attenzione al quinto errore di Yosef Nurkic sui Blazers.

Norkic ha finito per andarsene con sei falli e per di più Austin Rivers ha detto: Tre triple della Denver Shooting Guard! Per la sua squadra di condurre 102-94 a 3:49 in una partita con cui sembrava iniziare a sentirsi a proprio agio.

108-103 con 1:38 da giocare: Denver chiede un timeout in quanto non riesce a fermare gli attacchi di Portland anche se Jokic aggiunge anche dall’altra parte e mantiene la sua squadra in vantaggio. 34 punti per Jokic e 31 per Lillard.

fiumi! Un’altra tripletta nel suo conto ha regalato a Denver una differenza che sembrava grandissima, a maggior ragione dopo due liberi di Facundo Campazzo per 103-103 a 43 secondi dalla fine. Tuttavia, Portland ha cercato l’eroico con quattro triple consecutive e ha ottenuto un po’ di suspense: Monty Morris ha sbagliato due liberi alla fine ma Nikola Jokic è riuscito a rimbalzare in attacco e non ha dato ai Blazers la possibilità di pareggiare.

Le opinioni qui espresse non riflettono necessariamente quelle della National Basketball Association o delle sue organizzazioni affiliate.

READ  Scaloni, quali giocatori giocherà la sua prima partita contro il Cile e quanti totali ha nel suo torneo