Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Carina non andrà al G7 in Italia dopo aver ceduto una parte importante a Mili – Diario El Ciudadano y la Región

Carina non andrà al G7 in Italia dopo aver ceduto una parte importante a Mili – Diario El Ciudadano y la Región

Sofia Rojas – Notizie dall’Argentina

Ministro argentino degli Affari Esteri, del Commercio Internazionale e del Culto, Diana Mondino non sarà accompagnata dal presidente Javier Mili durante la partecipazione al vertice del Gruppo dei 7. Si svolge in Italia.

Nonostante i tanti colpi di scena, Il Presidente si recherà il 12 giugno a Borgo Egnazia insieme alla sorella e alla segretaria presidenziale Karina Milli per consegnare il premio in un evento internazionale che si terrà dal 13 al 15..

La missione del Comitato della Libertà è quella di tornare nel Paese per commemorare le date nazionali del 17 (Cammino verso l’immortalità del generale Don Martín Miguel de Guemes) e del 20 (Cammino verso l’immortalità del generale Manuel Belgrano). Verrà decorato a Madrid, in Spagna, il 21 del mese, e il 22 ad Amburgo, in Germania.

Nonostante abbia ristabilito l’ordine del giorno, È stato annullato l’incontro bilaterale con il presidente francese Emmanuel MacronIn data 19 giugno, in linea di principio, non avrà luogo. Era la sua prima interazione con un leader europeo da quando è entrato in carica..

Il presidente tornerà in patria al termine del vertice, al quale parteciperanno Stati Uniti, Giappone, Germania, Regno Unito, Francia, Italia e Canada, con l’obiettivo di evitare un soggiorno all’estero superiore a dieci giorni. L’Europa dopo pochi giorni.

Notevole è stata l’assenza di Mondino, che ha dovuto consegnare all’ultimo momento alla Segreteria Generale la Fondazione argentina per la promozione degli investimenti e del commercio internazionale, una parte importante del commercio internazionale sotto la sua orbita. La presidenza è stata assunta da Karina Miley.

“Questo trasferimento viene fatto perché crediamo che sarà più efficace dipendere dalla presidenza del paese, perché tutto dipende dal marchio del paese per vendere l’Argentina al mondo”, ha spiegato il portavoce del presidente in una conferenza stampa. Avv. Manuel, Decisione pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale.

READ  Serie A: Udinese-Milan, data 21

Tra le voci sull’immigrazione, il presidente non salirà su un volo per l’Italia su invito di Giorgia Meloni, capo del Consiglio dei ministri, secondo la decisione del presidente. Secondo fonti governative comunicate all’agenzia Notícias Argentinas, la decisione risponde al basso numero di autorizzazioni per il vertice.

Il fatto è che il funzionario “non è uno dei preferiti dai libertari” ed è indicato dal cerchio rosso che lo considera uno dei pochi con un piano di gestione, anche se a causa del suo ruolo, il suo portafoglio ce l’ha. Nessuno shock importante per la direzione.

All’ordine del giorno, il presidente parteciperà a un vertice di pace in Svizzera con il suo rappresentante per la sicurezza, Louis Petrie, e sarà presieduto dal presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj.

La Svizzera, con il sostegno dell’Unione europea (UE), ospiterà il 15 e 16 giugno a Burgenstock, vicino a Lucerna, un incontro ad alto livello sulla pace in Ucraina.

Pochi giorni dopo, il 18, si reca a New York per partecipare a una riunione del Comitato delle Nazioni Unite per la decolonizzazione.