Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Bard, l’intelligenza artificiale di Google, ha imparato una lingua da sola e ha suscitato paure interiori

Bard, l’intelligenza artificiale di Google, ha imparato una lingua da sola e ha suscitato paure interiori

di
Rosario 3 |

Il lancio del chatbot conversazionale ChatGPT, di OpenAI, ha provocato uno shock nel settore tech che ha spinto le grandi aziende del settore a Aumentare il loro investimento nell’intelligenza artificiale (AI)tra cui Google, che per la prima volta ha affrontato una minaccia che potrebbe togliergli la posizione dominante nel mercato della ricerca.

Per non essere da meno dei suoi concorrenti, Google ha lanciato (in alcuni paesi e solo per chi era invitato) un’intelligenza artificiale chiamata Bard, che da inizio febbraio è in fase sperimentale e ha sollevato molti dubbi all’interno dell’azienda .

I dirigenti di Google, ad esempio, lo hanno confermato Il sistema è stato in grado di apprendere una lingua da solo quando non era stato addestrato a farlo. Il suo funzionamento si basa sulla tecnologia Model Language for Dialogue Application (LaMDA), con la quale l’azienda spera di migliorare l’esperienza di ricerca per fornire “risposte attuali e di alta qualità”.

La riprogettazione del funzionamento del motore di ricerca più utilizzato al mondo è affidata a un team multidisciplinare di Google, chiamato Project Magi. Bard è stato addestrato su un sistema che “nel corso di diversi mesi ha letto quasi l’intero Internet e ha creato un modello di come appare la lingua”, secondo il vicepresidente dell’azienda James Manica.

Gli sviluppatori di Google hanno confermato che Bard ha difetti significativi nel suo lavoro.

A seguito di questa situazione, Manyika e il vicepresidente di Google Sissie Hsiao si sono resi conto che questa intelligenza artificiale “non cerca risposte su Internet come una ricerca su Google” e che Queste risposte provengono “da un programma autonomo, per lo più autodidatta”.

READ  My Friend Peppa Pig ha una valutazione superiore a Far Cry 6, Battlefield 2042 e alla trilogia di GTA raccolta per gli utenti

Sebbene Bard non sia “cosciente” o “autocosciente”, è in grado di mostrare comportamenti simili a quelli umani, avendo imparato da individui “che hanno sentimenti, emozioni, pensieri, idee e prospettive”.

Da parte sua, il CEO di Google Sundar Pichai ha commentato che considera il progetto “un esperimento in modo limitato” che ha alcuni problemi da risolvere, come la possibilità di apprendere “le proprie capacità che non si aspettava di avere”, secondo a un’intervista pubblica che ha rilasciato CBNS.

“Abbiamo scoperto che con pochissimi stimoli bengalesi, l’intelligenza artificiale può tradurre tutto”, ha detto Manika, sottolineando che Google sta lavorando duramente per vedere come ciò sia stato possibile e spera che ciò accada per “mille lingue”.

Il fatto è che al momento Pichai ha descritto questo tipo di operazione come una scatola neraI suoi sviluppatori ammettono di non essere in grado di spiegare tutto ciò che l’IA può fare.

“Il freddo è peggio che inutile.”

Secondo le informazioni privilegiate a cui ha avuto accesso bloombergGli sviluppatori che hanno testato un chatbot AI alimentato da LaMDA (Language Model for Dialogue Applications) prima della sua implementazione hanno espresso commenti negativi contro la piattaforma.

“Il freddo è peggio che inutile: per favore non buttarlo via.”Un dipendente ha detto nel febbraio di quest’anno, dopo aver valutato lo strumento. “È un bugiardo patologico”, ha gridato un altro riguardo alle inesattezze nelle risposte fornite dallo strumento.

Il clima di tensione e disgusto è aumentato tra alcuni dipendenti dell’azienda dopo una serie di decisioni prese dal management dopo il lancio di ChatGPT, secondo quanto riferito dai suddetti media statunitensi. Per anni, Google ha rafforzato il suo team etico per le sue iniziative di intelligenza artificiale.

READ  Le tue Google Maps funzioneranno meglio con questi due semplici passaggi: Insegnami la scienza

La missione di questo gruppo di esperti era quella di aiutare a sviluppare prodotti e servizi che fossero in linea con i principi dell’azienda, con elevati standard di sicurezza. Ma quell’aspetto è passato in secondo piano dopo che OpenAI ha lanciato il proprio chatbot, spingendo i dirigenti di Google ad accelerare lo sviluppo del proprio strumento.