Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Arianespace Soyuz ha lanciato in orbita due satelliti del sistema di radionavigazione Galileo

Decollo del razzo Soyuz con i satelliti 27 e 28 della costellazione Galileo. / Arianespace

Il GPS europeo conta già 28 satelliti e ne raggiungerà 34 nei prossimi anni

Luis Alfonso Jamez

Il sistema europeo di navigazione e posizionamento Galileo ha già 28 satelliti in orbita dopo due lanci di domenica dallo spazioporto europeo di Kourou nella Guyana francese. Il razzo Soyuz, operato da Arianespace, ha decollato i due satelliti all’1.19 e dopo quattro ore erano già in orbita ad un’altitudine di 23.500 km.

“Questo è l’undicesimo lancio dei satelliti Galileo in dieci anni, un decennio di duro lavoro da parte dei partner europei di Galileo e dell’industria europea”, ha affermato Paul Verhoff, direttore della navigazione presso l’Agenzia spaziale europea. Il sistema europeo di radionavigazione e posizionamento è entrato in servizio il 15 dicembre 2016 con 11 satelliti e attualmente gestisce 22 satelliti, più uno danneggiato e tre pezzi di ricambio. I due nuovi composti impiegheranno settimane per raggiungere la loro orbita finale a 23.222 chilometri.

Rivivi il momento prima della separazione dei due satelliti a razzo già nell’orbita terrestre. /

ESA / P. Carril

Per individuare una posizione utilizzando Galileo, devono essere presenti almeno quattro satelliti in larghezza: tre rispettivamente per latitudine, longitudine e altitudine e uno per la sincronizzazione. Secondo l’Agenzia spaziale europea (ESA), di solito sono visibili da sei a otto posti, il che consente di determinare la posizione con solo pochi centimetri di errore.

Galileo è l’alternativa europea ai sistemi GPS per gli Stati Uniti e Glonass in Russia. Ha due centri di controllo, uno in Germania e uno in Italia, ed è utilizzato da 2,3 miliardi di persone. Dei primi 26 satelliti, 14 sono decollati da Kurú su razzi Soyuz tra il 2011 e il 2015, e 12 su lanciatori europei Ariane 5 tra il 2016 e il 2018. Arianespace prevede di lanciarne altri sei utilizzando sia i nuovi razzi Soyuz che Ariane 6, che contengono il primo lotto. -Off programmato nel secondo trimestre del prossimo anno.

READ  Api mummificate dell'epoca dei faraoni sono state trovate sulla costa sud-occidentale del Portogallo