Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

5 usi utili che non sapevi

5 usi utili che non sapevi

Molti utenti si affidano a server NAS di marchi come QNAP, Synology o ASUSTOR che ci consentono di configurare il nostro cloud in pochi minuti. Altri utenti con conoscenze avanzate possono rivolgersi a un server pezzo e installare TrueNAS o UnRAID nel mezzo Altri sistemi operativi destinati ad essere utilizzati come NAS. In quest’ultimo caso, potranno rivolgersi ad applicazioni basate su Docker per un numero infinito di nuove utilità non presenti nel programma predefinito.

Gli usi sconosciuti di un NAS

Sebbene i server NAS siano progettati specificamente per l’archiviazione di contenuti sulla rete, principalmente per il backup di tutto. Grazie alle applicazioni che possiamo installare tramite gli app store ufficiali di ciascun produttore, ci consentono di estrarre di più dai loro dispositivi. Successivamente, spiegheremo un totale di cinque usi che sicuramente non sapevi di poter fare.

Browser Web integrato

Uno dei punti di forza dei server NAS del produttore QNAP e di qualsiasi altra apparecchiatura in grado di integrare un browser Web è che abbiamo la possibilità di navigare in Internet e utilizzare le risorse di rete locale direttamente dal server NAS. Perché dovrei farlo se posso usare il mio computer per navigare in Internet? Molto semplice, se hai un servizio nella tua rete locale che non vuoi esporre all’esterno, né dal server stesso né da qualsiasi altro computer, puoi connetterti in remoto al tuo server NAS ed eseguire il web integrato browser, quindi puoi connetterti solo a quei servizi disponibili localmente.

Immaginiamo un NAS funzionante in un’azienda che ha diversi servizi web da gestire, se abbiamo un NAS per fare i backup possiamo usarlo anche per utilizzare questi servizi web molto facilmente dall’esterno, senza dover utilizzare server VPN o dover configurare diversi percorsi statici sul router per accedere a diverse destinazioni della rete VPN.

READ  Ha dimezzato il suo prezzo ed è il gioco del momento su Steam

Scarica automaticamente tutte le foto di Google

Google Foto è gratuito fino a 15 GB, tuttavia, se scatti molte foto, lo spazio si esaurisce abbastanza rapidamente. Se vuoi salvare più foto, dovrai pagare gli abbonamenti a Google One per ottenere 100 GB di spazio di archiviazione, 200 GB e anche molto altro. Tieni presente che si tratta di un abbonamento mensile o annuale, quindi molti produttori di NAS dispongono di app per scaricare tutte le foto da Google Foto e possono archiviarle localmente sul computer.

QNAP QuMagie

Il processo di download di tutte le tue foto di Google può essere eseguito manualmente direttamente da Google, quindi utilizzare programmi come Synology Photos o QuMagie da QNAP per classificare tutte le foto negli album corrispondenti. Tuttavia, abbiamo la possibilità di scaricarli in modo completamente automatico. In QNAP abbiamo l’applicazione MARS che eseguirà questo processo automaticamente e salverà tutti gli album che abbiamo. In questo modo, insieme al nostro smartphone, possiamo continuare a sincronizzare le foto in Google Foto, e il NAS si occuperà di scaricarle dal servizio e posizionarle automaticamente sul server NAS.

Imposta un server di chat privato

Mattermost è un software completamente gratuito e open source che ci consente di avere conversazioni di testo, condividere file e molto altro. Se sei una PMI che usa Slack per comunicare, grazie a Mattermost possiamo scambiare file senza restrizioni e salvare tutta la tua cronologia chat personalizzata nei dettagli e con grande scalabilità.

L’interfaccia grafica di questo programma è abbastanza simile a Slack ed è ottimizzata in modo che gli utenti non debbano “adattarsi” alla nuova piattaforma. Quindi, se stai cercando una piattaforma di messaggistica nativa che possiamo ospitare noi stessi e che funzioni bene, questo è il software che dovresti provare.

READ  Hogwarts Legacy: 10 fatti sul prossimo gioco del franchise di Harry Potter

Client di posta elettronica di backup locale

Se desideri eseguire il backup di tutte le tue e-mail su un NAS, potrai farlo molto facilmente grazie ai vari strumenti che ci consentono di connetterci a Gmail, Outlook o qualsiasi altro servizio e scaricare una copia di ogni e-mail sul server . In questo modo, in futuro potremo sbarazzarci di qualsiasi e-mail con allegati di grandi dimensioni e disporremo di un backup locale nel caso in cui dovessimo accedervi. Ad esempio, in QNAP abbiamo un QmailAgent che ci consente di farlo.

Abbiamo anche la possibilità di configurare un server di posta direttamente sul nostro NAS, con l’obiettivo di poter ricevere e inviare email senza affidarci a “grandi mail” come Gmail, Outlook o Yahoo! tra l’altro. Nel caso di Synology abbiamo il famoso server MailPlus, un programma completo e facile da configurare, e che ci permetterà di avere il nostro server di posta in locale, senza affidarci a terze parti.

Videosorveglianza con analisi AI

Gli NVR competono con i server NAS che installano software specifico per le attività di videosorveglianza. Al giorno d’oggi un NAS con software di videosorveglianza è molto più completo di un NVR che svolge solo questa funzione. A seconda del produttore scelto e del software, avremo più o meno opzioni, ma negli ultimi mesi sono apparse applicazioni supportate dall’intelligenza artificiale che ci permettono di rilevare le persone in base ai loro volti, con l’obiettivo di ricevere avvisi se qualcuno appare su lo schermo.

Nel caso di Synology, abbiamo la Surveillance Station completa, un programma con cui possiamo monitorare tutte le trasmissioni di più telecamere contemporaneamente, abbiamo anche funzioni di analisi video per la sicurezza perimetrale e molto altro. Nel caso di QNAP, abbiamo QVR Elite come programma principale, ma in seguito ci sono diversi programmi che si concentrano sull’intelligenza artificiale per eseguire alcune azioni, come QVR DoorAccess, QVR Face, QVR Human e persino QVR Smart Search per cercare cosa è successo in un video specifico.

READ  Sony ha introdotto una nuova versione del Walkman, lo storico lettore musicale portatile