Fano, ecco il Comitato popolare difesa beni pubblici e comuni

edil 4
Biondi
il particolare arredamenti
Rosalba Cagli
Biondi
Biondi
rte

Il 18/06/2019, presso la sede Argonauta di Fano, in via Pandolfo Malatesta 2, si è costituito il Comitato cittadino COMITATO POPOLARE DIFESA BENI PUBBLICI E COMUNI “Stefano Rodotà”, in sigla definito Comitato Beni Comuni Fano. Il Comitato Beni Comuni Fano nasce a supporto dell’iniziativa del Comitato Nazionale Beni Comuni “Stefano Rodotà” che l’8 febbraio scorso ha lanciato la raccolta firme sul testo di legge esitato dalla commissione Rodotà del 2010 e che prevede l’introduzione e la disciplina della nuova categoria dei Beni Comuni nel codice civile e nell’ordinamento italiano. Obiettivo del comitato nazionale, supportato dai Comitati territoriali tra cui quello di Fano, è di raccogliere un milione di firme in tutta Italia per porre con forza all’attenzione nazionale il tema dei beni comuni. Possono aderire al comitato persone fisiche e giuridiche, associazioni, altri comitati e chiunque voglia partecipare alla battaglia per garantire la tutela dei beni ad uso collettivo come le acque, le risorse naturali, i parchi, le aree archeologiche, i beni culturali, il paesaggio, l’aria e tutti quei beni immateriali di inestimabile valore umano, sociale e civile. Sono membri costitutivi del Comitato Beni Comuni Fano: l’Ass.ne “La Lupus in Fabula”, il “P.D.” di Fano, la lista civica “Noi Città”, la lista civica “In Comune” e il Gas “Fortuna” di Fano. Chi non ha ancora firmato può recarsi presso la Segreteria Generale del Comune di Fano, oppure ai banchetti che saranno allestiti quasi tutti i mercoledì e i sabato mattina in Corso Matteotti, nei pressi del Palazzo Gabuccini, dalle ore 10 alle 12:30.

Per Comitato Beni Comuni Fano - Ass.ne la Lupus in Fabula onlus
original-ceramiche
meme
Biondi
ercolani
Bella Ischia
Frescina