Cisl Fano ai candidati: “Il ponticello sull’Arzilla pare il tema principale della campagna elettorale… E’ un tutto dire”

edil 4
Rosalba Cagli
Biondi
rte
Biondi
il particolare arredamenti
Biondi

Di cosa parliamo?
La vicenda del ponticello sul Fiume arzilla sembra esser diventato l’argomento principale della campagna elettorale di questo comune. Pur ritenendo fondamentale questa struttura per mettere in comunicazione un versante della spiaggia, ci sembra come Cisl di Fano che le problematiche del nostro comune siano ben altre. Poniamo a titolo puramente indicativi alcune domande ai candidati sindaci e alle forze politiche e liste che li appoggiano.
Infrastrutture e sviluppo economico e lavoro
Non si parla di un progetto di infrastrutture che permetta di fare uscire la valle del Metauro dal suo isolamento. La Fano Grosseto nel 2022 (!) la strada delle barche forse fra…. – Fano per un di eccellenza della nautica ed oggi nonostante i segnali di ripresa e la presenza di marchi internazionali prestigiosi non si parla di sviluppo e sostegno a questo settore – le infrastrutture per una mobilità sostenibile (ferrovia Fano Urbino come metropolitana di superficie?) potenziamento delle fermate dei treni a Fano….potenziamento e qualificazione del TPL…. Forse ci è sfuggito ma non si parla di PUMS il piano urbano della mobilità sostenibile…. Come stimolare il lavoro e la sana occupazione? Impresa 4.0, smart working, sburocratizzazione della macchina comunale …. Quale ruolo deve avere Fano nella Valle del Metauro …è ora di iniziare a pensare ad una fusione dei comuni circostanti Fano Mondolfo Cartoceto san Costanzo. Si creerebbe la Città del Metauro capace di attrarre risorse programmare e progettare uno sviluppo del territorio che superando i meri confini comunali pensa ad una visone strategica guarda al territorio.
Welfare e sanità
Non si può ricondurre tutto il dibattito alla vicenda del Santa Croce perché ricordiamo ai candidati sindaci che la popolazione di Fano ha il 22% di anziani e pertanto occorre implementare rafforzare una rete territoriale di servizi socio sanitari, rafforzando la prevenzione, la diagnostica. Non solo ospedale ma iniziamo a parlare di sistema Salute. Prima della clinica privata strutturiamo i servizi socio sanitari di base e di prevenzione! Si discute animatamente sulla clinica privata ma nessuno parla della clinica per le cure palliative pediatriche. Abbiamo un ospedaletto in completo abbandono che potrebbe essere recuperato per questo. Fano è città dei Bambini che aveva una tradizione medica di eccellenza nel campo delle cure pediatriche. Giovani se ne parla? Quale politiche giovanili? quali strumenti servizi luoghi iniziative programmi culturali e non, per accompagnare i giovani in questa difficile transizione sociale che sta attraversando il nostro territorio? Nessuna parla di Neet e della dispersione scolastica…… Perché non utilizzare gli spazi del Vittorio colonna (biblioteca teatro) per uno spazio polifunzionale che si integra con le attività della Memoteca?
Emergenza abitativa
450 domande di case popolari: tante domande e poca disponibilità di alloggi ! quali strategie per dotare Fano di un patrimonio immobiliare che soddisfi questa urgente necessità? Speriamo che nel dibattito politico di questi giorni i candidati sindaci superino la sterile polemica fine a se stessa e si esprimano su questi e su anche tanti altri temi che riguardano il futuro di Fano e della sua città.

Cisl Fano
ercolani
Frescina
Bella Ischia
Biondi
original-ceramiche
meme