Ergastolo e 28 anni di carcere per i due giovani colpevoli della morte di Ismaele Lulli

Ergastolo per omicidio con l’aggravante della premeditazione a Igli Meta e 28 anni e 4 mesi a Mario Mema, 27 per omicidio più un anno e 4 mesi per traffico di stupefacenti. Queste le condanne inflitte dal Tribunale di Pesaro ai due giovani giudicati colpevoli della morte di Ismaele Lulli, barbaramente ucciso a coltellate a Sant’Angelo in Vado il 19 luglio 2015. I giudici hanno chiesto anche di indagare su Ambera, la ragazza al centro dell’alterco tra i giovani, che avrebbe portato al terrificante fatto di sangue.