Cagli, il confronto a teatro tra Alessandri, Blasi e Viti fa il pieno!

Biondi
rte
Rosalba Cagli
il particolare arredamenti
edil 4
Biondi
Biondi

In un teatro strapieno in ogni ordine di posto (circa 600 persone presenti) martedì sera si è tenuto l’atteso confronto fra i tre candidati sindaco della città di Cagli. Loretta Blasi per la lista n. 1 ‘Riapriamo Cagli’, il sindaco uscente Alberto Alessandri per la lista n. 2 ‘Cagli Futura’ e Paolo Viti per la lista n. 3 ‘Il Futuro in Comune’. La cittadinanza cagliese, probabilmente mossa dalla curiosità, ha risposto alla grande, dimostrando partecipazione e interesse per chi andrà ad amministrare la nostra Cagli a partire dal 27 maggio. Un plauso va fatto sicuramente ai ragazzi dell’associazione Seiuno043, che sono riusciti ad organizzare in modo impeccabile la serata, e al moderatore Marco De Sanctis, imparziale e preciso come sempre. Ai tre candidati sono state fatte 9 domande, riservando ad ognuno 3 minuti per rispondere. Sono state affrontate questioni come le politiche giovanili, la sanità (molto sentita da tutti e tre), l’economia e le imprese e lo sport. Si è parlato dei canali da percorrere per finanziare i propri progetti, si è parlato di cultura e turismo (su questo tutti concordi dell’ottimo lavoro che sta svolgendo l’istituzione teatro con il suo direttore), di istruzione ed edilizia scolastica, di ambiente, sicurezza, viabilità e lavori pubblici. Ognuno di loro ha utilizzato anche 3 repliche, di 2 minuti ciascuna, usate per controbattere, soprattutto da Viti e Blasi contro il sindaco uscente Alessandri e viceversa. Circa due ore intensissime di confronto con toni pacati e con pochissimi momenti in cui gli animi si sono scaldati. Molto apprezzati diversi interventi di Alessandri e il coinvolgimento dei giovani (insieme ai progetti che ha in mente per loro) che è riuscito a conquistarsi. Inoltre il sindaco uscente ha elencato quanto fatto dalla sua amministrazione in questi 5 anni, rimarcando soprattutto i 5 milioni e 364 mila euro che recentemente sono stati destinati per la scuola media (si parla di risistemazione o nuova realizzazione in area da individuare). Proprio lo stato in cui versa quest’edificio è finito sotto le critiche del candidato sindaco Loretta Blasi, che ha esposto le proprie idee e i progetti per Cagli, come la realizzazione di un impianto per lo sci di fondo sul monte Petrano e l’attivazione a Cagli di un corso universitario dell’università di Urbino. Molto simili nei contenuti tutti e tre, un po’ diversi nei modi. Gli interventi di Paolo Viti sono stati incentrati sul coinvolgimento di tutta la comunità e, nel caso dovesse vincere, sulla collaborazione con i membri delle altre due liste, anche grazie all’utilizzo delle commissioni comunali. Molto importante per lui sarà dotare Cagli di impianti sportivi moderni e all’altezza, realizzandoli presentando più progetti possibili per cercar di ottenere finanziamenti da altri enti. Proprio la mancanza di progettazione (per accedere a fondi europei e regionali soprattutto) è l’accusa che è stata mossa al sindaco Alessandri da parte dei due candidati Viti e Blasi. Sempre Viti ha parlato dell’istituzione della ‘Carbonara day’, un evento enogastronomico che potrebbe richiamare molte persone anche dai paesi limitrofi. A tre giorni dal voto è molto difficile capire chi alla fine potrebbe spuntarla. Molto probabile che le tre liste arrivino tutte appaiate nel giro di pochi voti. L’importante per Cagli è che vincitori e sconfitti, una volta passate le elezioni si mettano a lavorare per il bene di Cagli, con un’opposizione che dovrà essere costruttiva e di collaborazione quando possibile, cercando di evitare quanto successo poco più di un anno fa. Sulla pagina facebook Seiuno043 è possibile rivedere in versione integrale tutto il confronto di martedì sera.

Frescina
original-ceramiche
meme
Bella Ischia
ercolani
Biondi