Fano, una rete di piste ciclabili per connettere quartieri e frazioni

edil 4
rte
Rosalba Cagli
Biondi
il particolare arredamenti
Biondi
Biondi

Le proposte del candidato al consiglio comunale DIMITRI TINTI 

Tutti i quartieri e le frazioni della città dovranno essere collegati con una ragnatela di piste ciclabili per completare, integrare e sviluppare la rete ciclabile di Fano”: è la proposta di Dimitri Tinti, candidato PD al Consiglio Comunale di Fano. Tanto è stato fatto dall’Amministrazione Seri, ma bisogna puntare ancor di più sulla mobilità funzionale e sostenibile– sostiene Tinti – migliorare la sicurezza e la mobilità urbana contro il traffico e l’inquinamento. Le famiglie e i bambini hanno diritto di muoversi comodamente e senza rischi e per fare questo occorre realizzare percorsi protetti. A Fano, l’uso della bicicletta come mezzo di trasporto urbano è molto diffuso. Pertanto, occorre andare avanti velocemente con progetti che incentivino la ciclabilità per collegare meglio quartieri e frazioni”. In particolare, Dimitri Tinti propone di concretizzare con celerità la pista ciclabile “Fano – Urbino”, per la quale sono già stati stanziati dalla Regione 4,5 milioni di Euro che, nel tratto fanese, collegherebbe sin da subito quartieri importanti come San Lazzaro, Vallato, Sant’Orso, Bellocchi, Cuccurano e Carrara. Occorre realizzare, inoltre, una nuova pista ciclabile su via Papiria, che con le opere compensative, è divenuta asse di traffico ad alta intensità, la quale andrà allargata e illuminata per scongiurare incidenti a tutela della incolumità pubblica. Fano– dichiara Dimitri Tinti – è inserito a pieno titolo all’interno della direttrice italiana Ciclovia Adriatica che collega Trieste a Santa Maria di Leuca, attraverso un itinerario in bici lungo 1.500 km su cui la regione Marche sta già investendo, insieme al Comune di Fano, con il finanziamento, sul nostro territorio, del tratto sud Fano – Mondolfo – Senigallia”. Obiettivo è anche migliorare gli incroci, eliminando i semafori e sostituendoli con le rotatorie per rendere più scorrevole il traffico. Bisogna poi promuovere un nuovo e più funzionale servizio di bike sharing, come trasporto pubblico sostenibile, facilmente utilizzabile dai cittadini con l’App dedicata. Queste sono alcune delle proposte del candidato Dimitri Tinti per una “Fano, agile e vivibile”, alla base del suo impegno politico per una città che “può e deve alzare lo sguardo e che ambisce legittimamente a diventare una città moderna con un alto livello di qualità della vita”. Dimitri Tinti sostiene, infine, che per ottenere questi risultati “sarà cruciale partecipare ai bandi di finanziamento regionali, ad esempio, oltre a quello riservato alle nuove piste ciclabili, anche a quello per installare colonnine elettriche di ricarica delle auto, dei motocicli e delle biciclette in punti strategici della città”.

original-ceramiche
Frescina
Bella Ischia
meme
ercolani
Biondi