Fano, lettera di Seri al direttore del Museo degli Uffizi di Firenze Eike Schmidt

rte
mcdonalds

Egregio dott. Schmidt, ho letto con piacere la sua intervista, rilasciata qualche giorno fa al Corriere Adriatico, in merito alla bellezza della Regione Marche e alle straordinarie potenzialità di una terra ricca d’arte, cultura, paesaggio ma anche fatta di gente schiva che deve ancora imparare, sono d’accordo con lei, a lavorare in squadra, per cogliere insieme le grandi opportunità che merita. La voglio ringraziare, in particolare, per la sua netta presa di posizione sul vicenda dell’Atleta di Fano, che la giustizia italiana, dopo una lunga vicenda processuale, ha stabilito debba essere restituita allo stato italiano. Fatta la sentenza bisognerà ora operare unitariamente perché produca presto i suoi effetti positivi. Come città di Fano siamo ovviamente convinti che l’opera di Lisippo debba essere riconsegnata alla nostra città e siamo pronti ad ospitarla al meglio. A tal fine riteniamo anche opportuno, nelle more delle non semplici procedure di restituzione, pensiamo sia utile dar vita ad un Manifesto per l’Atleta di Fano, per la sua restituzione alla città di Fano, al quale possano aderire uomini di cultura, esperti, istituzioni, e anche semplici cittadini. Ci piacerebbe che lei, che si è già espresso così generosamente verso Fano, fosse vicino a noi in questo percorso che metteremo in campo e di cui la terremo informato. Intanto, ringraziandola anche a nome della città, la prego di gradire tutta la mia stima unitamente ai più sentiti auguri di buon anno.

Massimo Seri
edil 4
il particolare arredamenti