Montemaggiore R.esiste: “Il Comune di Colli al Metauro nomina un legale per contrastare il nostro ricorso al Consiglio di Stato. Ingiustificabile”

Si è riunito il direttivo di Montemaggiore R.esiste che ha stilato il seguente comunicato e sabato  28 aprile alle ore 16 annuncia una pubblica assemblea alle ore 16,00 al centro civico di Villanova con presenza dei nostri legali e personalità politiche

Il presidio in Comune

Il principio superiore. Colui che è animato da un principio superiore, adegua i suoi comportamenti e le sue azioni al rispetto della parola data. Ricorderete, tutti, che gli attuali amministratori, avevano promesso, molte volte, pubblicamente, che non avrebbero frapposto ostacoli al nostro ricorso al Consiglio di Stato contro la fusione coatta del comune di Montemaggiore al Metauro con altri. Il primo vento di primavera ha disperso quelle parole. Il comune di Colli al Metauro ed il suo legale rappresentante, unitamente alla giunta hanno deliberato di demandare al segretario comunale la nomina di un legale per contrastare il nostro ricorso. Questo fatto è ingiustificabile per persone che si conformano al principio di lealtà e di rispetto dei cittadini. Il grande scrittore Sciascia ha suddiviso gli uomini in diverse categorie: “Uomini, mezzi uomini, ominicchi, pigliainculo e quaraquaquà”. Non vogliamo ascrivere nessuno ad alcune di queste categorie, lascio agli amici che ci leggono giudicare i rappresentanti del nostro territorio che in un assordante silenzio hanno lasciato passare una decisione che alcuni di loro hanno dichiarato, prima delle elezioni, che non sarebbe stata presa. Abbiamo ed avremo buona memoria. Un principio morale superiore ci impone di comprendere queste debolezze, ma nel contempo ci impone anche, di non dimenticare. Da parte nostra, confermiamo che continueremo la resistenza per restituire ai montemaggioresi il comune che ci è stato tolto contro la nostra volontà.

Montemaggiore R.esiste