Fossombrone, “pseudo” santone tedesco curava adepti con ecstasy

Tedesco di 70 anni, capoguida di un seminario di psicoterapia in un casolare di Fossombrone aveva promesso a una quindicina di adepti (provenienti da ogni parte d’Italia, quasi tutti professionisti) di liberarli “dalle tossine della vita di tutti i giorni” durante una periodo di meditazione. Con quale rimedio? L’ecstasy. I carabinieri di Fano e di Fossombrone, a seguito di denuncia anonima, sono entrati in quel casolare domenica scorsa e hanno trovato 22 grammi di stupefacente suddivisi in 144 capsule da vendere ai “pazienti”. Il programma prevedeva una prosecuzione del corso fino al 25 aprile. Ma i carabinieri hanno arrestato il 70enne prima che il rito della somministrazione venisse portato a compimento. Lo psicoterapeuta si è avvalso della facoltà di non rispondere all’udienza in cui è stato convalidato l’arresto per detenzione di droga a fine di spaccio. La difesa ha chiesto i termini, il 70enne è stato rimesso in libertà in attesa del processo, con divieto di avvicinarsi al territorio della Provincia di Pesaro Urbino.