Anas risponde ai sindaci di Acqualagna, Cagli e Cantiano: “Sulla Flaminia lavori in estate e via le buche”

“I lavori di rifacimento del piano viabile sulla Flaminia sono stati già progettati nei mesi scorsi, sono in fase di affidamento e saranno fatti nel corso dell’estate”. Ha risposto così l’Anas ai sindaci di Acqualagna (Pierotti), Cagli (Alesandri) e Cantiano (Piccini) che avevno inviato all’ente delle strade una missiva dove rimarcavano il degrado del manto stradale nel tratto tra Acqualagna e Cantiano… “E’ pieno di buche, in taluni casi, veri e propri crateri; conseguentemente, la sua percorribilità è divenuta veramente  insostenibile… Ci pervengono continui reclami e contestazioni circa lo stato in cui versa la strada… Si richiede quindi, un intervento urgente affinché vengano ripristinate al più presto le condizioni di sicurezza della viabilità principali…. E il limite dei 50 all’ora non è realistico“.

Un tratto della Flaminia formato groviera

L’Anas ha risposto anche in merito ai cartelli con il limite dei 50: “Sono statii disposti in via temporanea, in attesa dell’esecuzione dei lavori come atto dovuto per la tutela della sicurezza della circolazione in considerazione delle condizioni della strada che soffre la mancata, corretta e pregressa manutenzione negli ultimi 15 anni. La strada di proprietà della Regione è stata affidata ad Anas nel novembre 2016 per i servizi di manutenzione ordinaria, viabilità invernale e sorveglianza. Abbiamo fatto lavori di ripristino del piano viabile, sfalcio d’erba, segnaletica eccetera… La neve seguita e le piogge hanno creato tra febbraio e marzo dissesti diffusi e buche sull’asfalto che si sono aggravate richiedendo interventi di risanamento profondo e complessivo. E’ quello che faremo”.