Fossombrone intitola il parco al “Poliziotto perfetto” Antonio Manganelli

Antonio Manganelli

Alla presenza del capo della Polizia e direttore generale della pubblica sicurezza, prefetto Franco Gabrielli, mercoledì mattina (18 aprile) alle 11 a Fossombrone si svolge la cerimonia d’intitolazione del parco di Borgo Sant’Antonio a Antonio Manganelli, denominato “Il poliziotto perfetto”. L’iniziativa è stata promossa dall’Amministrazione comunale. Antonio Manganelli era nato ad Avellino l’8 dicembre 1950. Laureato in giurisprudenza all’Università degli studi di Napoli, si era specializzato in criminologia clinica presso la facoltà di medicina e chirurgia dell’università di Modena. <<Dagli anni settanta – è stato ricordato nel corso della conferenza stampa a cura del sindaco, del consigliere di minoranza Francesco Amadori e di Andrea Pierleoni – ha operato nel campo delle investigazioni, acquisendo particolare esperienza e preparazione tecnica nel settore dei sequestri di persona a scopo di estorsione prima ed in quello antimafia poi>>.  E’ stato docente di “Tecnica di Polizia Giudiziaria” presso l’Istituto Superiore di Polizia e autore di pubblicazioni scientifiche in materia di sequestri di persona e di tecnica di polizia giudiziaria, tra cui, il manuale pratico delle tecniche di indagine “Investigare” (Cedam), scritto con il prefetto Franco Gabrielli, all’epoca direttore del S.I.S.De. Ha diretto il servizio centrale di protezione dei collaboratori di giustizia ed é stato questore di Palermo e di Napoli. Nel 2000 nominato dal Consiglio dei Ministri prefetto di prima classe, con l’incarico di direttore centrale della Polizia criminale e vice direttore generale della pubblica sicurezza. Il Consiglio dei Ministri lo aveva nominato capo della Polizia il 25 giugno 2007. E’ morto a Roma per malattia nel 2013.