Un week end in onore della regina di Fermignano: la rana

Da oggi (venerdì) a domenica attese 10mila persone a Fermignano per il 54esimo Palio della Rana che quest’anno si arricchisce del trofeo del Bicentenario

L’evento simbolo di Fermignano, arrivato alla 54esima edizione: il Palio della Rana è pronto per accogliere migliaia di visitatori dal 6 all’8 aprile. “La macchina è pronta – come ha spiegato il presidente della pro loco Alessandro Pesaresi -. Le rane stanno arrivando dagli allevanti e saranno sicuramente vivaci, questi animali sono i protagonisti della festa e vengono trattati nei modi migliori. Noi raffiguriamo la rana con la corona in testa e non è un caso, questo la dice lunga della considerazione che abbaino per loro e per la loro salute, tant’è che – spiega Pesaresi -, il giorno dopo la gara io personalmente le libero nel loro habitat naturale”. Una festa che coinvolge tutto il paese e anche quest’anno, stando alle previsioni, si riconfermeranno le 10mila presenze nei 3 giorni dedicati al Palio, ad ingresso libero tranne la domenica il cui costo per assistere alla gara sarà di 5euro, 3 in prevendita (disponibili nella sede dell’associazione, nei bar e alla tabaccheria Gostoli). Una storia antica ripresa negli anni ’90 con il nome di Palio che coinvolge tutte le contrade di Fermignano e si sviluppa nella gara principale che si svolgerà questa domenica alle 18.15 anticipata dal Palio dei Putti, dedicato ai giovanissimi del comune, alle 17.45. In serata la proclamazioni dei vincitori che oltre al trofeo che terranno in custodia per un anno riceveranno anche quello dedicato al Bicentenario dell’indipendenza di Fermignano da Urbino. Un programma ricco che, oltre alla gara, si snoda tra mostre, momenti di intrattenimento per tutte le età e spettacoli come quello di venerdì sera alle 21; l’assedio al castello con la partecipazione dei Musici del Palio, il gruppo arcieri “Castrum Firmignani” e le compagnie “Corbarius”, la “Pandolfaccia”, “I Poeti della spada”, il “Club Feltrio” e l’associazione “Luoghi Comuni”. Lo spettacolo sarà seguito dal processo per stregoneria a Donna Laura da Farneta. Ma ancora, mercatini dell’artigianato, tornei, taverne dove poter gustare tipicità e l’immancabile spettacolo piromusicale alle 22 di domenica con l’incendio della Torre e del ponte. La salute delle rane. A disposizione delle rane ci saranno veterinari che prima e dopo la gare le visiteranno, mentre gli scariolatori sono obbligati a correre tenendo in considerazione il benessere dell’animale. Tutte le informazioni e il programma completo su su www.proloco-fermignano.it o contattando il numero 0722 33 05 23.