Sanità a Fossombrone, il Comitato Pro Ospedali pubblici: “Assurda l’astensione della minoranza sulla mozione dei 5 Stelle contro la privatizzazione dei servizi”

“Solo ieri sera a mezzo Facebook, siamo venuti a sapere di una eccellente mozione presentata dalla maggioranza 5 Stelle nel consiglio comunale di Fossombrone del 16 marzo”. A parlare è il presidente del Comitato Pro Ospedali pubblici Carlo Ruggeri che entra nel dettaglio della questione: “Mozione contro la privatizzazione dei servizi ospedalieri ed a favore del ripristino dell’ospedale di Fossombrone, chiuso il 31 dicembre 2015 dal potere regionale marche Pd, Udc e Socialisti.

Carlo Ruggeri

La mozione della maggioranza 5 stelle indicava anche il dettaglio dei servizi ospedalieri pubblici essenziali da reinserire nella struttura. La minoranza di Unione per Fossombrone (due consiglieri del Pd) e una di Potere al Popolo (ex Rifondazione comunista che sempre si è scagliata contro il privato sanitario) ha espresso, su tale mozione, un ingiustificabile voto di astensione. Come presidente del Comitato non posso che esprimere disprezzo, e non posso che indirizzare la parola ‘vergogna’ verso i protagonisti dell’astensione. Tutto è incredibile nel contesto di una città martoriata nella protezione della salute, rimasta, di fatto nella sua essenzialità, solo con un cronicario/ambulatorio nel ricovero (letti di cure intermedie) e meno di un ambulatorio(Acap) nel soccorso”.