Terre Roveresche: chi insedia una nuova attività produttiva non paga la Tari per cinque anni

Cristian Andreani, Ortensia Sbrozzi, Claudio Patregnani, Antonio Sebastianelli, Lucia Borsini e i consiglieri delegati Luciano Barbetta e Sauro Baldini

Recuperare il palazzo “gioiello” di Montebello dei Della Rovere, investire nello sport, realizzare un campus scolastico a Piagge, esenzione della Tari per chi porta la propria residenza a Terre Roveresche e per cinque anni a chi insedia una propria attività produttiva. Il sindaco di Terre Roveresche Antonio Sebastianelli indica gli obiettivi per il 2018. <<Guardiamo avanti perché questa nostra comunità, nata dalla fusione degli ex Comuni di Barchi, Orciano, Piagge e San Giorgio di Pesaro, diventi sempre più coesa per diventare un comprensorio ricco di vita, di iniziative e di prospettive>>. Il primo semestre ha visto, oltre all’insediamento della nuova giunta composta dal vice sindaco Claudio Patregnani e dagli assessori Lucia Borsini, Ortensia Sbrozzi e Cristian Andreani, <<un primo intervento per la sistemazione di alcune strade per 600 mila euro. Un intervento indispensabile in considerazione della situazione che si era determinata. Inoltre abbiamo messo a disposizione 300 mila euro a sostegno delle persone diversamente abili, in difficoltà per aver perso il lavoro o a favore delle famiglie che necessitano di aiuto>>. Il settore culturale assume un valore fondamentale <<per far conoscere un patrimonio rimasto in ombra. E’ una carta che vogliamo giocare con decisione e convinzione. L’attenzione che desideriamo rivolgere al palazzo dei Della Rovere a Montebello ci darà grandi soddisfazione e avrà modo di promuovere un territorio che merita il meglio>>. Il tema della prevenzione non può che fare riferimento allo sport, <<in questo settore attraverso bandi nazionali e regionali, vogliamo realizzare la copertura della piscina di Pieve Canneti per poter contare su una struttura da mettere a disposizione di tutti ma in particolare dei ragazzi che rappresentano il futuro>>.