San Lorenzo in Campo, la Giunta inaugura i lavori di ristrutturazione e restyling del centro. E riapre la basilica

La pioggia insistente per tutta la giornata ha costretto, sabato pomeriggio, l’amministrazione comunale a rinviare l’inaugurazione dei lavori di ristrutturazione e restyling del centro storico. La giunta Dellonti ha deciso di tagliare il nastro sabato 23 dicembre alle 17. Sarà una giorno speciale per l’intera comunità laurentina perché alle 18 riaprirà uno dei monumenti simbolo del paese, per il quale San Lorenzo è conosciuto un po’ ovunque: l’abbazia benedettina fra gli edifici romanico-gotici più belli esistenti nelle Marche. E’ una cartolina luminosa e suggestiva quella che arriva dal centro storico di San Lorenzo in Campo. Il cuore del paese, per anni non sufficientemente tenuto in considerazione e con progettualità ad ampio respiro, ha iniziato a rifarsi il look.

I lavori di restyling e ristrutturazione hanno interessato via Vittorio Emanuele II, via San Demetrio e via Cavour per un importo di oltre 160mila euro. Dal rifacimento della piazzetta a fianco dell’abbazia all’illuminazione monumentale: sono stati lavori lunghi e complessi, seguiti quotidianamente per ottenere il massimo risultato. E’ stata completamente riqualificata la piazzetta che la giunta Dellonti ha deciso di intitolare a Gello Giorgi, medico, religioso, archeologo, storico e scrittore, che tantissimo ha fatto per la nostra comunità sia come medico che da un punto di vista culturale e sociale. I lavori hanno riguardato il rifacimento della pavimentazione, l’illuminazione, l’arredo e una accurata potatura degli alberi. E’ stata inoltre riportata una fontanella pubblica. Rifatto il marciapiede dalla chiesa della Pieve sino al termine di via San Demetrio, così da avere tutto un lato di percorso da piazza Umberto I alla Basilica ristrutturato, in continuità con quanto effettuato circa 15 anni fa. La pavimentazione è stata realizzata con la pregiata pietra Santa Fiora, che ben si sposa con il contesto del nostro centro storico. Rifatte nell’area oggetto di lavori, anche tutte le aiuole verdi, con nuove piantumazioni e sistema per evitare la crescita di erbe infestanti. Completamente ristrutturato anche il muro della piazzetta “Giorgi”, illuminato con led a terra. Rifatta l’illuminazione anche sul sagrato dell’Abbazia, con illuminazione monumentale della facciata della Basilica. La parte restante del progetto ha riguardato i lavori tecnologici ed illuminotecnici. Completamente rifatta tutta la pubblica illuminazione con nuovi proiettori a led sottogronda su tutto il percorso delle vie Cavour, San Demetrio e Vittorio Emanuele II, realizzata l’illuminazione monumentale della fontana della Pieve e del Campanile della Basilica. Oltre a questo sono state razionalizzate tutte le reti tecnologiche, con eliminazione delle antiestetiche “tesate” di cavi da parte a parte della strada, nonché eliminati i cavi dalla facciata di Palazzo della Rovere e dal lato di via San Demetrio sull’esterno della basilica. Sia nella piazzetta “Gello Giorgi”, che in fondo a via San Demetrio al termine del nuovo marciapiede, che in cima alla scalinata che porta a Palazzo della Rovere, sono state realizzate delle ringhiere sia per una maggiore sicurezza che per una estetica migliore e riqualificazione della zona. Sempre per quanto riguarda l’arredo urbano, si sono realizzati alcuni nuovi cestini curati dal punto di vista estetico e funzionale nell’area riqualificata, che svolgono anche la funzione integrata di punto di fornitura di energia elettrica, molto utile in occasione di fiere, mercati e manifestazioni culturali e turistiche, senza dover più ricorrere a cavi e prese “volanti”. “Far tornare a splendere e a vivere il cuore di San Lorenzo per rilanciare tutto il paese. Crediamo fortemente – spiega il sindaco Davide Dellonti – che i lavori effettuati nel centro storico possano contribuire alla rinascita del territorio laurentino sotto l’aspetto economico e turistico. L’importante investimento che abbiamo realizzato, assieme alle importanti asfaltature che hanno interessato la zona, regalano un centro ancor più affascinante e curato e contribuiranno senza dubbio ad attirare un numero sempre maggiore di visitatori. E’ solamente il primo stralcio di un progetto molto più ampio, continueremo infatti ad intervenire in questa parte nevralgica del paese per completare l’ambizioso progetto di restyling>.

E nel progetto rientra anche la ristrutturazione del monumento più amato dai laurentini: la fontana della Pieve che tornerà a rivivere nella sua bellezza originaria. Dopo i lavori di inizio mandato, ora sarà oggetto di un intervento organico grazie all’Art Bonus e al contributo della Bcc di Pergola di 10mila euro, a cui l’amministrazione aggiungerà altre risorse. Alle 18 riaprirà uno dei monumenti simbolo del paese, per il quale San Lorenzo è conosciuto un po’ ovunque: l’abbazia benedettina fra gli edifici romanico-gotici più belli esistenti nelle Marche. Sarà presente anche il vescovo Armando Trasarti. La basilica era stata chiusa per lavori, necessari dopo le scosse di terremoto del 2016. Abbazia resa ancora più suggestiva dall’importante intervento realizzato dall’amministrazione comunale, grazie all’illuminazione monumentale della facciata e del campanile.

Comunicato stampa Comune di San Lorenzo in Campo
mcdonalds