Unilit Fermignano, oggi nel salone comunale l’inaugurazione dell’anno accademico

L’Unilit  di Fermignano è l’ultima nata delle sette sedi della Provincia di Pesaro-Urbino (le altre sono a Cagli, Pergola, Urbino, Fano, Sant’Angelo in Vado e Fossombrone). Attiva dal 2011, ha riscosso da subito un forte consenso, con oltre 100 iscritti. Nata da un’idea di Giulio Finocchi e Delfina Betonica, l’Università della Terza Età dipende dalla sede principale di Pesaro ed è collegata con l’Università di Urbino. Ci racconta Giulio Finocchi: “Si tratta di una forma di aggregazione e socializzazione che promuove la cultura tra i senior. Nella nostra sede di Fermignano ci sono due 95enni, iscritti da diversi anni, ma anche 34 studenti junior, da sessanta a sessantacinquenne anni”. Ogni anno vengono organizzate lezioni con professori universitari ed esperti nelle più svariate discipline. “Tutti gli interventi, al di là della materia, sono accomunati dalla capacità retorica degli oratori, che devono essere in primo luogo in grado di affascinare e intrattenere l’uditorio,” spiega Finocchi. L’inaugurazione dell’anno accademico 2017/2018 si svolgerà oggi mercoledì 15 novembre nel salone comunale di Fermignano, alla presenza delle autorità locali (sindaco Feduzi) e del presidente provinciale dell’Unilit, professoressa Maria Rosa Tomasello. Nell’occasione la dottoressa Anna Fucili terrà una conferenza su “Giovan Battista Urbinelli (da Fermignano?): un eclettico pittore del Seicento ‘coloritor eccellente’ tra Marche e Romagna”. Ben 22 le lezioni previste e due “gite” finali a Mercatello e agli Oratori di Urbino. La quota annuale è di 60 euro per il singolo e di 100 per la coppia. Anticipiamo solo gli appuntamenti del 22 novembre con il prof. Ario Federici (“Attività motoria in ambiente naturale: una scelta per la vita”) e del 6 dicembre con Leone Pantaleoni (“Enigmistica: I misteri della Sfinge”). Il programma completo, interessantissimo, è disponibile su www.unilit-pu.it. E quanto ai partecipanti: chiamateli studenti, non pensionati.