Il consiglio provinciale delle Pro loco fa tappa ad Urbania, Francesco Gulini eletto come secondo vice presidente

All’incontro hanno partecipato anche il presidente della Provincia Tagliolini ed il sindaco di Urbania Ciccolini. Bartocetti: “I consigli dell’Unpli sono itineranti per valorizzare la aree interne”

Si è svolto ad Urbania il consiglio provinciale dell’Unpli (Unione nazionale delle pro loco d’Italia), che ha visto anche la partecipazione del presidente della Provincia Daniele Tagliolini e del sindaco Marco Ciccolini. Nel corso della serata il consiglio, di cui è presidente provinciale Damiano Bartocetti, ha eletto un secondo vice presidente,  Francesco Gulini, già nel direttivo, che affiancherà Etien Lucarelli in questo ruolo. “Fin dall’inizio del mandato – spiega il presidente provinciale Unpli Damiano Bartocetti – abbiamo deciso di tenere consigli itineranti, per far sentire la presenza del direttivo e valorizzare le aree interne, in collegamento con la costa. Nell’incontro di Urbania abbiamo fatto un bilancio delle attività svolte in questi mesi e delle manifestazioni a cui l’Unpli ha partecipato, come World Cup 2017 (Coppa del mondo di ginnastica ritmica), in cui abbiamo promosso il territorio provinciale e le sue tipicità. Abbiamo inoltre focalizzato anche l’attenzione sulla prossima edizione de ‘Il Natale che non ti aspetti, che lo scorso anno ha riscosso un grande successo”. “La rete delle pro loco – evidenzia Daniele Tagliolini – sta dando importanti risposte ai territori. Ho sempre evidenziato come esse rappresentino delle sentinelle sul territorio, perché riescono ad intercettare prima di tutti le reali esigenze, facendosi promotrici di numerose iniziative. La sinergia con queste realtà sta dando buoni frutti”. “Nei Comuni – evidenzia  il sindaco di Urbania Marco Ciccolini – le pro loco hanno un ruolo importante per lo sviluppo del turismo e dell’accoglienza, dando un valore aggiunto alle nostre comunità. Le amministrazioni comunali dovrebbero sempre più valorizzarle e sostenerle perché spesso, soprattutto nelle realtà medio-piccole, sono l’unica forza organizzatrice di eventi culturali e turistici”.