Acqualagna marcia verso la 33esima fiera regionale del tartufo nero estivo

salus

Il Comune di Acqualagna e l’associazione pro loco Passo del Furlo organizzano una giornata intera per assaporare l’eccellenza di Acqualagna, capitale del tartufo, in un viaggio emozionale tra natura, arte, storia, cultura, artigianato e cucina grazie alla lunga tradizione gastronomica legata al tartufo. In un meraviglioso angolo di Acqualagna, nel Parco La Golena nella Riserva Naturale Statale Gola del Furlo, domenica 30 luglio torna l’appuntamento più atteso dell’estate: la fiera regionale del tartufo nero estivo edizione 33esima.

ASPETTANDO LA FIERA – Sabato 29 luglio, alle ore 21, sempre al Parco La Golena del Furlo: “Aspettando la Fiera” con un duo comico esilarante: “Bicio e Boni” con lo spettacolo “Era mej quand giva pegg”. Ingresso gratuito con possibilità di cenare con menù a base di tartufo nero d’estate. La giornata di domenica 30 luglio inizia alle ore 9 con la visita guidata/passeggiata alla Gola del Furlo “Tra natura, cultura ed enogastronomia”. L’offerta comprende colazione e pranzo (al costo di 15 euro, i bambini pagano 10 euro con prenotazione entro il 27 luglio al num. 800028800). Alle ore 10 si apre la Fiera con gli stand del tartufo fresco: si gustano i piatti prelibati di una cucina tipica a base di Tartufo Nero Estivo. Ben noto fra i conoscitori di tartufi con l’appellativo volgare di “Scorzone”, il Tuber aestivum si distingue per essere saporito e dolciastro, ottimo in cucina e con un prezzo molto accessibile. Nella giornata della Fiera i ristoratori proporranno un menu promozionale al Tartufo Nero d’estate. Acqualagna, capitale del tartufo fresco tutto l’anno, prima piazza nazionale per la vendita del tartufo, coinvolge costantemente i principali attori dell’economia territoriale ed è in grado di proporre tutto l’anno iniziative legate alle peculiarità del territorio, dall’enogastronomia al tempo libero, dalla cultura all’artigianato.

FESTIVAL FANO JAZZ BY THE SEALa Fiera si caratterizza per essere location straordinaria del tradizionale concerto di chiusura del Festival Fano Jazz by the Sea che per il gran finale della sua XXV edizione (ore 21.15 , ingresso gratuito) ha ingaggiato la Gangbe’ Brass Band. Con oltre 20 anni di vita alle spalle, la Gangbè Brass Band presenterà nella speciale occasione il suo nuovo albumVai lento a Lagos, nel quale figura come ospite Femi Kuti, figlio del leggendario Fela Kuti, e che come tutta la musica del gruppo è un purissimo concentrato di vibrazioni voodoo, afrobeat e jazz. Fondata nel 1994, la Gangbè Brass Band (il cui nome in lingua Fon sta a significare “suono di metallo”) opera una fusione fra la tradizione dell’Africa occidentale e il suono delle big band jazz, retaggio del colonialismo. Dal vivo, la Gangbè Brass Band è inarrestabile: la magia ancestrale delle voci si fonde a meraviglia con incalzanti tappeti percussivi e i timbri squillanti degli ottoni. Da ascoltare ma soprattutto da vedere.

Anuska Pambianchi - comunicato stampa