Pasta ad alto contenuto proteico. Etichette false. Prodotto ritirato e 6 mila euro di ammenda

Pasta etichettata “ad alto contenuto di proteine”. Un falso mascherato dal Gruppo Carabinieri Forestale di Pesaro-Urbino, che ha accertato la vendita di pasta priva del contenuto proteico minimo per essere commercializzata in Italia.  Le indagini, dopo un primo intervento dei CC forestali, sono state coordinate dalla Procura di Pesaro ed hanno portato al sequestro preventivo, disposto dal Giudice per le Indagini preliminari, di circa 45 tonnellate di pasta presso lo stabilimento di produzione e presso la piattaforma di distribuzione dell’azienda ed hanno coinvolto nell’esecuzione del provvedimento i reparti dei Gruppi Carabinieri Forestali di Marche, Emilia Romagna e Lombardia. Le ditte produttrici, per conto dei responsabili iscritti nel registro degli indagati, hanno immediatamente ritirato il prodotto presente negli scaffali dei punti vendita. Il Nucleo investigativo ha elevato sanzioni amministrative per oltre 6.000 euro.