Cipriani: “I bambini hanno viaggiato per un anno senza che il servizio di trasporto scolastico fosse a norma”

Le precedenti amministrazioni comunali di Fossombrone non avevano mai accordato il permesso al trasporto scuolabus dei bambini dalla nostra città ai comuni vicini perché le loro scuole sono dello stesso ordine, tipologia e grado delle nostre. La legge prevede che tali permessi si possono accordare nel caso in cui nel territorio comunale non siano presenti le stesse tipologie scolastiche: per questo motivo le precedenti amministrazioni non hanno acconsentito al trasporto, ma soprattutto perché volevano preservare le scuole di Fossombrone. Con il trasferimento dei bambini, infatti, si sarebbe determinato un notevole calo d’iscrizioni che avrebbe messo a rischio le nostre scuole e comportato la chiusura di alcune sezioni, specie quelle delle frazioni (Calmazzo ed Isola di Fano). L’assessore Mei, invece, prima dell’inizio dell’anno scolastico ha accordato il permesso al trasporto, inoltre non ha nemmeno redatto gli atti necessari per rendere il servizio a norma di legge. Per questa ragione ad ottobre, appena sono venuta a conoscenza di questa grave mancanza, in consiglio comunale ho chiesto che il servizio scuolabus venisse messo urgentemente a norma. Tale richiesta è stata però respinta dall’intera maggioranza grillina e sono poi seguite numerose critiche nei miei confronti da parte del direttivo locale del Movimento 5 Stelle, sulla stampa e su facebook, dicendo che io stavo sostenendo e chiedendo cose che non erano necessarie, e che addirittura le mie richieste erano basate su leggi non più in vigore, e che ciò non era necessario perché il trasporto era già perfettamente a norma. Martedì 13 giugno 2017 nell’ultimo consiglio comunale l’assessore Mei ha però portato, per farli approvare dal consiglio, quegli atti che io avevo chiesto ad ottobre. Tutto questo ha dimostrato che gli atti che io reclamavo erano indispensabili tanto che pure il Prefetto ha chiesto per ben due volte al sindaco notizie in merito. I documenti approvati ora a giugno si sarebbero quindi dovuti approvare prima dell’inizio scolastico e non quando la scuola era già terminata. La cosa più grave è perciò che i bambini per un intero anno scolastico sono stati fatti viaggiare su un servizio non a norma a causa della negligenza e dell’impreparazione dell’smministrazione grillina, del suo sindaco e dell’assessore alla Cultura e Istruzione.

Il Consigliere Comunale di Unione per Fossombrone - Elisa Cipriani