Urbino: studenti unversitari imbrattano di tutto, denunciati

Denunciati, in stato di libertà, dalla polizia di Urbino quattro studenti universitari responsabili di avere imbrattato con scritte, murales e disegni i muri del centro storico, abitazioni e scuole del comprensorio, segnali stradali, cassonetti, saracinesche, finestre, e porte. Le indagini sono state coordinate dal Procuratore della Repubblica Andrea Boni. Le perquisizioni nelle abitazioni degli studenti hanno fatto rinvenire un vastissimo campionario di materiale, tra cui fotografie, bozzetti dei disegni effettuati e bombolette spray di vernice. I quattro writers non si limitavano ad operare nell’urbinate, ma erano soliti colpire con scritte e disegni le carrozze ferroviarie e i muri di varie città italiane dalla Lombardia alla Puglia. I denunciati, due emiliani, un pugliese e un potentino ma con domicilio a Milano, di età compresa tra i 22 e i 26 anni, avevano insomma il loro bel da fare. L’indagine é scattata  all’indomani dell’entrata in vigore dei nuovi provvedimenti legislativi in materia di sicurezza pubblica, decoro degli spazi pubblici e immigrazione.