Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Zair Guette Barranquilla è una cantante di musica regionale messicana

Ci sono molte cose che ritiene abbiano fatto il 23enne di Barranquilla Zayer Jet. Era un vigile del fuoco, aveva quattro figli, ed era una sensazione in realtà come la musica Il decimo fattore S Il mio nome èun artista locale che, al ritmo della musica regionale messicana, ha reso questo genere musicale più forte nella nostra regione.

Puoi anche leggere: Black Eyed Peas e Anitta pubblicano “semplicemente il meglio”

Nonostante la giovane età, è consapevole che c’è ancora molta “tessuta da tagliare” ed è allora che la sua carriera ha iniziato a decollare. Questo giovane che è alto 1,73 centimetri e pesa 98 chilogrammi, ha la faccia di un bambino, e se non fosse perché ha ammesso la sua età a metà dell’intervista, nessuno gli crederebbe.

Questo artista con una voce profonda è cresciuto distretto di KondykSuo padre, un calzolaio, e sua madre, una casalinga, credono ciecamente nel suo talento.

All’età di sette anni ha scoperto di avere un talento per il canto dopo aver passato ore incollato alla TV a guardare film da Vicente e Pedro Fernandez, Si è appreso da quest’ultimo zaino blu, La canzone che El Chavo del 8 dirà “vuole involontariamente”, lo aiuterà a connettersi con la cultura messicana.

“Tutto è iniziato con questo argomento, c’era una festa nel quartiere Katashko della festa e gli ho detto che non avevo regali per sua figlia, ma potevo cantare per lei, e lui mi ha portato in un negozio di moda, mi sono vestito come mariachi e tutti hanno applaudito per la mia performance”.

Cominciò però a indurre Vallenato a presentarsi alle manifestazioni civiche, in cui suonava Ciao bella Diomede Diaz. Ci ha provato anche con il reggaeton, ma è stato bandito, quindi la stessa sorte lo ha portato alla musica messicana.

READ  Daniel Osvaldo ha proposto a Gianna Maradona e Dalma è esploso: "No..."

Potrebbe interessarti: Ecco come appare Big Boy, il cantante di “My Eyes Cry For You”.

Nel 2012 è scomparsa la nonna Elida Rosa Bardo Agamez, che ha potuto seguirlo Il decimo fattoreDove i colombiani hanno imparato una parte della loro storia. La giuria gli ha chiesto di prepararsi di più e nel 2020 è apparso di nuovo in questo reality show come Membro dei vigili del fuoco di Barranquilla.

“Da quell’esperienza ho preso la musica molto sul serio, Il decimo fattore Non mi ha preso a calci, mi ha schiaffeggiato e mi ha svegliato, ho capito che i colombiani adorano la musica che fa. Ha anche partecipato a Yo me llamo come imitatore di Aleksandr Fernandez, Così non ho più esitato e mi sono dedicato interamente alla musica”.