Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

“Vogliamo un tour annuale intorno al pianeta”

AEG è la società di organizzazione di eventi live con il fatturato più alto al mondo. Gestisce più di 300 luoghi di intrattenimento come la O2 Arena di Londra o la Mercedes Platz di Berlino. Ma anche festival musicali, hotel e teatri sono sparsi in tutto il pianeta. Ha anche una forte sezione sportiva con una forte presenza nell’hockey su ghiaccio, nel ciclismo e, naturalmente, nel calcio. possiede, ad esempio, L.A. GalAscia. Ora, anche dal Football Champions Tour, che fa gli USA Tour per le migliori squadre d’Europa. Madrid, Barcellona e Juventus si affronteranno, con Chivas e America. Questo tour calcistico estivo inizia a luglio… Tom Brown, Vice President of Football, Business Operations and Business Development presso AEG, AS partecipa in videoconferenza dal suo ufficio di Los Angeles…

Come è nata l’idea di organizzare il torneo?

AEG è una società di intrattenimento specializzata in questo tipo di eventi. In effetti, abbiamo una storia, a la mia conoscenza, quando si tratta di promuovere il calcio internazionale in tutto il mondo, ma in particolare qui negli Stati Uniti. L’idea di ospitare cinque dei più grandi club del mondo non è insolita. Il concetto non viene fuori all’improvviso, abbiamo esplorato e ricercato per anni fino a quando non abbiamo avuto conversazioni pertinenti con questi club e tutto ha funzionato. Eravamo tutti interessati a portare avanti l’idea. Tutto ha iniziato a funzionare molto rapidamente e non vediamo l’ora del suo successo.

“Le persone intelligenti investono nel calcio, qui e all’estero”

Tom Brown ad AS

Come risponderanno le persone dopo la pandemia?

Penso che tutti siano molto eccitati. La vendita dei biglietti per tutte le partite e la risposta degli sponsor sono state davvero entusiasmanti. Due o tre anni fa, dal 2019, alcune di queste squadre non hanno potuto venire negli Stati Uniti a causa della pandemia. Il pubblico è ansioso di vederli. I numeri mostrano che tutti sono molto eccitati.

READ  Yanina Latorre l'ha trattata come "inutile" e Virginia Gallardo è arrivata a un bivio: "Preferirei essere così che violenta e aggressiva"

Il calcio è un business redditizio negli Stati Uniti?

Il calcio ha fatto grandi cose qui. Può essere visto ora. Quando la FIFA annuncia gli stadi per i Mondiali del 2026, tutti in America sono molto entusiasti. Tutto è migliorato dal 1994, ai Mondiali negli Stati Uniti. Da allora il calcio è cresciuto molto in 25 anni e ci sono sempre più licenze. Il successo della squadra femminile, grandi squadre dall’Europa vengono qui per giocare… c’è molto interesse per il calcio qui negli Stati Uniti. È un paese pieno di diversità e il calcio ovviamente è una cosa importante.

Liverpool, United o Arsenal in Inghilterra; Roma è in Italia, hanno tutti proprietari americani. L’idea è di sfruttare il business in Europa?

Sì, le persone intelligenti investono nel calcio a livello locale e internazionale. Immagino che persone più influenti di me vedranno un’opportunità di investimento ed è per questo che stanno prendendo questa decisione. Anche nel dominio locale. Il nostro campionato sta crescendo fino a 29 squadre ed è probabile che lo supererà. È importante mostrare l’importanza del calcio nella cultura americana, sia nazionale che internazionale.

Nel 2019, l’ultima volta che il Real Madrid è andato negli Stati Uniti, la squadra bianca non ha riempito gli stadi. È qualcosa che dovrebbe interessare alla tua azienda?

Non ho molta conoscenza del successo dei round precedenti e sono ottimista sul fatto che quello che stiamo organizzando avrà molto successo. Abbiamo degli stadi eccitanti e creativi negli Stati Uniti. Lo stadio di Las Vegas è nuovissimo e non ha ancora ospitato molte partite in una città molto interessante, ovviamente gli eventi saranno interessati ad andarci. Un altro è il Rose Bowl di Los Angeles, uno dei luoghi più famosi al mondo, in una città che ama il calcio. Siamo molto ottimisti sul fatto che questi giochi saranno un enorme successo e stiamo bloccando il segno di pagamento. Se non avessimo pensato in questo modo, non avremmo organizzato queste partite.

READ  È noto che un video inedito del castello di Ricardo urlava con sua madre mentre lei chiedeva una grossa somma di denaro

El Clásico è il salvatore del tour?

No, penso che tutti i giochi avranno successo. Penso che sia una grande idea riunire alcune delle squadre europee che stanno attirando più interesse con quelle che hanno più portata nei luoghi in cui si giocheranno le partite. È facile dire che El Clasico sarà un successo. Ha suscitato molto interesse a Miami nel 2017. Se ricordo bene, questa sarà la quarta volta che El Clásico viene suonato fuori dalla Spagna, inoltre suonano in una città famosa come Las Vegas. Ma non credo che sia l’unico gioco interessante tra tutti i giochi.

“El Clásico avrà successo, ma non è l’unica partita interessante”

Tom Brown

Perché AEG ha scelto Las Vegas?

Las Vegas è Las Vegas e questo è un motivo sufficiente. Ma la nostra azienda ha a che fare con la città e l’Allegiant Stadium, quindi è stata una scelta facile per noi. Dovrebbe essere considerata anche la disponibilità delle sedi, se hanno già eventi prenotati, ma Las Vegas è stata la nostra prima scelta per questa partita. E tutto è andato bene.

Nel Miami Classic 2017, Messi era a Barcellona e Cristiano era a Madrid. Senza di loro, sarebbero ancora attraenti negli Stati Uniti?

Certo, i giocatori contano, ma il club è ciò che conta di più quando le squadre giocano l’una contro l’altra. I giocatori sono essenziali, ma non c’è niente di più grande di un club. La nostra community di fan lo sa e arriveranno in massa, desiderosi di assistere alla partita tra due delle migliori squadre del pianeta. Non importa se Messi o Cristiano sono in campo.

Ingrandisci

Messi, affiancato da Carvajal, Casemiro e Asensio, sotto gli occhi di Iniesta, all’International Champions Cup Clasico 2017 a Miami.Javier GondolaGIORNALE COME

C’è qualcosa di speciale prima della partita, uno spettacolo in stile SuperBowl?

Ottima domanda. Ci stiamo lavorando, non abbiamo nulla da annunciare al momento, ma è qualcosa che stiamo pianificando e che potremmo annunciare presto quando si svolgerà l’evento.

È difficile organizzare un evento di questo tipo? Quante persone stanno lavorando al progetto?

Abbiamo un bel po’ di persone che ci stanno lavorando e vogliamo che sia un evento di grande successo. Il nostro obiettivo è che questo non sia solo un evento che si svolgerà nel 2022, ma che possiamo continuare a fare in futuro. La nostra azienda è un’azienda globale e speriamo di poter organizzare questo evento non solo negli Stati Uniti, ma in tutto il pianeta, in ogni città dove sono interessati a questo tipo di torneo con partite amichevoli. Questo è quello che facciamo in AEG, organizziamo eventi dal vivo. Abbiamo una grande squadra e le parti giuste in ogni luogo per rendere questa attività un successo.

Il Real Madrid ha guadagnato tra i tre ei quattro milioni di euro a partita nei turni precedenti. Questi numeri saranno raggiunti questa volta?

Non mi piace mettere numeri relativi al girone che ogni squadra può realizzare. Fare un evento come questo va di pari passo con i club partecipanti che ne traggono profitto, ma penso che sia più di quanti soldi guadagneranno. È importante stabilire e far crescere il tuo marchio negli Stati Uniti, che è un mercato forte per questi club. Ovviamente tutte le squadre vorranno fare soldi da questo round, ma spero che alla fine possano dire che è stato un successo, finanziariamente piuttosto che finanziariamente.

“Le squadre faranno soldi, certo, ma avranno anche un impatto”

Tom Brown sui vantaggi

C’è un importo fisso che ciascuna squadra addebita per partecipare al tour o dipende dalle presenze e dai diritti TV…?

È un po’ complicato e non c’è niente di specifico che mi metta a mio agio nell’approccio. Ogni squadra vorrà avere successo.

E per quanto riguarda i diritti TV, sono già esauriti?

Un’altra buona domanda (ride). Ci stiamo lavorando ora. Ci sono molte aziende e società di radiodiffusione interessate in tutto il mondo. Non c’è niente che possiamo annunciare in questo momento, ma ci stiamo lavorando.

Venderanno i diritti di abbinamento con una partita o un pacchetto combinato?

Stiamo esplorando molte opzioni. Ci sono molte grandi aziende interessate in tutto il mondo. È un compito complesso, perché ci sono molti mercati aperti da ritrasmettere. O individualmente, con El Clasico per esempio, o tutte le partite. Ne stiamo discutendo ora, intendiamo che tutti lo vedano e speriamo di annunciare presto qualcosa.

Finora, in precedenti tornei di questo tipo, la società organizzatrice ha perso denaro. Pensi ad AEG di questa redditività?

Non sono a conoscenza di altre società e se hanno perso soldi o meno, vogliamo creare una partnership o un’unione con tutte le squadre che finiranno per rendere questo evento un successo. Altrimenti, non saremmo interessati a organizzare e ospitare questo tour. C’è molto lavoro da fare, ma sono sicuro che può essere una situazione vantaggiosa per tutti, AEG inclusa.

Real Madrid, Juventus e Barcellona. Queste tre squadre stanno combattendo contro la UEFA in Premier League, quindi questo chiude le porte all’AEG per fare affari con la UEFA in futuro?

Quello che posso dire è che abbiamo tre grandi squadre che vogliono venire negli Stati Uniti per giocare a calcio. Non posso parlare d’altro. Speriamo che questo round apra le porte a maggiori opportunità con più club in Europa.

Qual è il futuro del Football Champions Tour?

Speriamo che diventi un evento annuale, con club europei che giocano ogni anno e giocano in tutto il mondo. Questa è la nostra idea.