Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Vladimir Cerrone, leader della sinistra peruviana: ‘Pensavo Castillo sarebbe stato più coerente’ | Segretario generale del Perù Liber, il partito che ha guidato Pedro Castillo alla presidenza

Pagina 12 in Perù

di Carlos Noriega

da lima

Nel bel mezzo della grave crisi che ha colpito il governo di Pedro Castillo, attaccato dalla destra che vuole rovesciarlo.complicato da accuse di corruzione e roaming senza definire politiche di cambiamentoE il Pagina 12 parlare con Vladimir Siron, il segretario generale del Perù Libre (PL), il partito marxista-leninista che ha portato Castillo alla presidenza. La conversazione è avvenuta alla sua festa locale, nel centro di Lima, una casa spartana. “Peru Libre non è più il partito di governo”, Cerrone dice di avviare la conversazione, mostrando la distanza tra lui e il governo di chi è stato il suo candidato fin dall’inizio.

Il personaggio principale

Laureato in Neurochirurgo a CubaVedranno una figura importante nella vita politica di Castillo. È stato lui a sceglierlo come candidato alla presidenza da PL. Si sono incontrati nel 2017 quando Castillo ha guidato un lungo sciopero degli insegnanti. Tre anni dopo, l’unionista andò a cercare il segretario generale di Hizb ut-Tahrir per chiedergli di essere candidato al Congresso per il suo partito. Una sentenza del tribunale per corruzione ha escluso Cerrone dalla corsa alla presidenza e ha offerto a Castillo di sostituirlo.

La sua vittoria – dice Cerrone – conferma che è stata una buona scelta. Essere un cattivo capo dopo quello è un’altra storia, che non era nei miei calcoli. Ho pensato che fosse più in linea con i settori popolari perché proveniva dal sindacato degli insegnanti, per l’origine del ceto contadino.. È stata una sorpresa per me cambiarlo. Alla presidenza, ciò che ci si aspettava non era quello che ha mostrato come candidato”..

L’allontanamento tra Cerrone e Castillo, che vide alti e bassi di allontanamenti e riconciliazioni, portò a Castillo è stato espulso poche settimane prima di PL, Attraverso il meccanismo di richiesta delle sue dimissioni. Il partito lo accusa di aver abbandonato la piattaforma del partito, emarginandolo dall’autorità esecutiva e rafforzando la divisione nel blocco parlamentare del partito per formare il proprio gruppo politico. Cerrone sottolinea che, nonostante questa divergenza, non sosterranno l’impeachment del presidente al Congresso. Critichiamo le politiche del governo, ma siamo alleati per difendere il processo democratico e non cedere il passo a un colpo di stato di destra, e questo avviene evitando la rimozione di Castillo”.. Descrive l’attuale situazione politica nel Paese come “estremamente critica, pericolosa e imprevedibile”.

READ  Gli Stati Uniti hanno offerto una ricompensa di $ 5 milioni per informazioni sul contrabbandiere cinese Zhang Jian

Ricerca

Il principale leader del Partito laburista ha annunciato che se le accuse di corruzione saranno provate contro Castillo, che ha aperto sei indagini fiscali, cambieranno la loro decisione di non sostenere l’impeachment del presidente. Ora posso dire C’è corruzione nell’ambiente molto vicino a Castillo, ma non ci sono ancora prove conclusive che Castillo fosse coinvolto nella corruzione. Se emergeranno queste prove, questo sarà il punto di rottura e in questo caso sosterremo l’impeachment di Castillo”. Per quanto riguarda le accuse di corruzione a suo carico, che nel suo caso includono un atto d’accusa e altre operazioni in corso, Cerrone le descrive come “arbitrate” e ” persecuzione politica”.

Ma il segretario generale di Hizb ut-Tahrir non esita a definire Castillo un “opportunista” che ha vinto dopo le elezioni “Ha ignorato la festa.” Un presidente è definito come “una persona che è altamente impressionabile e quindi imprevedibile nelle sue decisioni”. “Ho avuto situazioni in cui abbiamo raggiunto un accordo che sembrava solido e nel giro di cinque ore è stato scambiato per un’altra decisione completamente diversa”.

Cambiamenti che non arrivano

Cerrone accusa Castillo di aver tradito la piattaforma del partito che era stata presentata in campagna elettorale. “Questo governo – aggiunge – continua ad attuare le politiche della destra, in quanto non ha attuato una politica di sinistra, un cambiamento sublime. Castillo parla dei cambiamenti che non arriveranno mai. Il suo discorso tra populismo e farsa. Questo è un governo neoliberista”.

Dice che Castillo è un governo neoliberista, ma l’intera destra sta dichiarando guerra al governo. La guerra contro Castillo è una guerra razzista – risponde – di discriminazione contro le Ande, contro i contadini, perché la questione principale, quella economica, l’opposizione di destra è già stata risolta, perché non è cambiato nulla per dire che questo è un governo di sinistra, o almeno un governo progressista Con quello, a destra dovrebbe essere calmo, ma Vogliono rovesciarlo non perché Castillo possa creare politiche per il cambiamento, ma perché gli dà fastidio avere un piccoletto al governo.“.

READ  Un enorme incendio scoppia nella torre alta 200 metri di China Telecom a Changsha

caviale

Dal Congresso, l’estrema destra minaccia di prendere il controllo dell’esecutivo licenziando Castillo, ma per Cerrone questo rischio è “importante, ma non principale”. Ripeti più volte che “il caviale è il pericolo principale, la minaccia più grande”. “Caviale” è un termine usato dalla destra per cercare di escludere la progressività. Per Ceron, il caviale è “ Persone che usano il linguaggio della sinistra ma vivono come grandi capitalisti che lavorano in ONG finanziate dagli Stati UnitiCerrone ha attaccato fin dall’inizio gli alleati progressisti di Castillo, che avevano lasciato il governo pochi mesi prima.PL ha coinciso con l’estrema destra negli attacchi ai progressisti..

Insieme all’estrema destra combattere altri settori della sinistra, non sarebbe nell’interesse di questa estrema destra? “Non credo che stiamo giocando con lui. Non abbiamo alleanze con l’estrema destra, c’è una coincidenza spontanea contro il caviale. Siamo d’accordo perché stiamo combattendo un nemico comune, che è la sinistra del caviale, sociale democrazia. Non posso allearmi con gli oenegeros alleati di Usaid”. Possiamo essere d’accordo con Fujimori e altri, ma non con il caviale rimasto, sono il nostro principale nemico. Il caviale è la principale minaccia per noi, un nemico più pericoloso dell’estrema destra neofascista.

Quando la nuova Corte Costituzionale (TC) è stata eletta alcuni mesi fa al Congresso, PL Ha votato con Fujimorism e altri gruppi di destra per nominare i nuovi giudici, che sono stati assediati dal consiglio di transizione di destra. “Nel precedente TC avevamo due parti contro di noi, i giudici di destra e il caviale che erano la maggioranza e il più ostile al PL. Votiamo per i nuovi giudici del TC in modo che il caviale in campo arrivi Ora invece di avere due avversari nel TC, ne abbiamo uno, a destra, che è un avversario aperto, ed è meglio per noi”, afferma Cerrón per giustificare questo voto giurato.

READ  Il ministero della Difesa russo ha riferito che soldati sono rimasti feriti e feriti durante l'operazione in Ucraina

Parlando a livello internazionale per la sinistra che lo escludeva dall’appellativo di “Caviale”, lo rileva Cerrone Alberto FernandezPresidente cileno Gabriel Borekgoverni L’ampio fronte dell’Uruguay e il Gruppo Puebla “Sono caviale.” “E’ un’eccezione”, dice de Lula. “Era un governo socialista democratico, ma era più di sinistra rispetto ad altri governi”. un Gustavo Petro Lo vede con “anticipazione”, basata sul fatto che il nuovo presidente colombiano “viene da bande e ha esperienza nell’affrontare la guerra legale”. Spiega che tra gli attuali presidenti della regione si sente più vicino al boliviano Luis Ars, “per non parlare del governo cubano”. Ha anche dichiarato la sua simpatia per Nicolas Maduro.

contro i diritti

La sua guerra contro il “caviale” non è l’unica coincidenza di questo marxista radicale con la destra. Cerrone sostiene di opporsi a politiche di genere, matrimonio omosessuale e aborto, anche in caso di stupro, e di approvarle solo per motivi terapeutici. “Difendiamo la famiglia ei diritti del neonato”, dice. In questa linea conservatrice, aggiunge: La politica di genere fa parte di un’agenda globale imposta dagli Stati Uniti con le sue organizzazioni non governative che sostengono il caviale. La politica di genere non può essere una priorità per la sinistra. La priorità della sinistra è risolvere la questione sociale ed economica. Finché l’analfabetismo, la tubercolosi e la mortalità infantile non vengono risolti in Perù, le forze statali non possono occuparsi di diritti che non sono una priorità.“.

Tornando all’urgenza dell’attuale crisi politica, Cerrone afferma che il presidente è in grado di superarla. “Castello dovrebbe tornare al programma di cambiamento del partito, che include, tra le altre cose, l’abolizione dell’attuale costituzione del 1993 per essere un prodotto del colpo di stato di Fujimori e la convocazione di un’Assemblea costituente, la rinegoziazione dei contratti con le multinazionali per aumentare i profitti per lo stato, e nazionalizzare le risorse naturali”. Aggiunge che non pensa che ciò accadrà. “Siamo sempre più scettici sul fatto che questo governo realizzerà la trasformazione suggerita dalla sinistra”.