Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Verona, la città di Romeo e Giulietta e la più visitata d’Italia

Una delle storie più romantiche mai realizzate ha reso questa città italiana uno dei luoghi più conosciuti e visitati al mondo. Scopri perché Verona, la città di Romeo e Giulietta, è considerata uno dei luoghi più romantici al mondo.

Verona, la città di Romeo e Giulietta

Situata tra Milano e Venezia, in Veneto, è la seconda città d’Italia dopo Roma con il maggior numero di resti romani. Ha una popolazione di circa 270 mila persone.

Per scoprire la magia di Verona, devi entrare nel centro della città e muoverti a piedi per le sue tortuose stradine acciottolate. Un buon punto di partenza è Piazza Bra, che offre caffè e ristoranti con vista sul municipio e sulla piazza, il terzo teatro romano più grande del mondo.

Nelle vicinanze ci sono strade ricche di negozi come la famosa Via Mazzini o Via Capello, o attrazioni turistiche come la casa di Giulietta.

Dove si trova la casa di Giulietta?

Una delle attrazioni turistiche più famose di Verona è senza dubbio la Casa di Giulietta, la casa in cui dovrebbe vivere l’eroe del racconto di Shakespeare; Qui le coppie innamorate dipingono i loro nomi sui muri.

Di questa casa si conoscono solo pochi dettagli, il fatto che si tratti di un palazzo dell’inizio del XIII secolo e che appartenesse ad una famiglia veronese di cognome “Dal Capello”.

Furono la data e il cognome che diedero origine alla leggenda che la famiglia Capuleti abitasse in questa casa. Infatti, all’inizio del ‘900, sono state realizzate la famosa finestra e balcone gotici in cui Giulietta era con Romeo.

Che appartenga a Giulietta o meno, l’importante nel visitare questo luogo è l’atmosfera romantica che vi si respira, che si trova in Via Cappello nr. 23, a pochi metri da Piazza delle Erbe.

READ  Ragioni e addio

Dov’è Cimitero di Giulietta a Verona?

La tomba di Giulietta è un sito medievale attribuito alla morte di un giovane Capuleto, che si suicidò con un pugnale. Per visitare questo sito bisogna recarsi nelle cantine del convento di San Francisco del Corso per ammirare la tomba di Giulietta.

Si tratta di una tomba a cielo aperto in marmo rosso situata all’interno di una stanza con soffitto a botte ogivale.

Lettere a Giulietta

Come nel famoso film romantico Lettere a Giulietta, c’è un gruppo di volontari che si dedicano a rispondere alle lettere che arrivano da tutto il mondo a casa di Giulietta, in cui raccontano i dolori del loro amore.

La tradizione di scrivere lettere d’amore a Giulietta risale al 1937, quando il custode della “tomba” di Shakespeare a Verona iniziò a raccogliere e rispondere alle lettere lasciate dai visitatori. Così è diventato il “primo ‘segretario’ di questo club”, dice Alicia, una volontaria del ‘Julieta Club’“.

Alicia ci dice come rispondere a questi messaggi:

Quando i messaggi arrivano alla sede dell’associazione, cioè il luogo in cui rispondiamo. Sono tutti aperti e separati da gruppi.

Ci sono diversi quadrati in cui le carte sono raggruppate in base alla lingua in cui sono scritte. Inoltre, c’è un’altra casella chiamata Purgatorio dove vengono collocati coloro che non hanno un indirizzo e quindi non ricevono risposta.

La maggior parte delle lettere sono scritte in italiano, inglese e spagnolo“.