Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Vaca Muerta, in attesa di accordo con il Fondo Monetario Internazionale

Nonostante i recenti annunci, lo sviluppo di mucca morta, la seconda più grande riserva di gas non convenzionale al mondo e la quarta più grande riserva di petrolio, dipende in larga misura dalle condizioni macroeconomiche in Argentina e, principalmente, dalla rinegoziazione dei debiti che il governo nazionale accede con Fondo Monetario Internazionale (FMI).

in conversazione con + ee Gustavo PeregoConsulente Direttore Commerciale bambino, ha evidenziato l’importanza di concordare un programma economico con il Fondo Monetario Internazionale per attrarre investimenti e iniziare a dare “credibilità e fiducia” ai diversi attori del mercato. C’è una questione di debolezza strutturale nell’economia argentina ed è una questione storica. Inoltre, è stata aggiunta la necessità di stabilire un piano, negoziando con il fondo, che è l’opzione migliore finora. Devi trovare questo fattore chiave per dimostrare che la nazione ha chiuso con il FMI e che inizierà ad attuare politiche per ridurre l’inflazione”.

Nel 2018 è sorto un nuovo indebitamento con il FMI, durante l’amministrazione dell’ex presidente Mauricio Macri, quando il paese ha un deficit dappertutto 50000 milioni di dollari USA Fino al 2024 per realizzare un programma di riserva economica, che fissa un periodo di rimborso da 3 a 5 anni. Alla fine del 2019, l’Argentina ha ricevuto l’ultimo trasferimento all’agenzia, accumulando oltre 44 miliardi di dollari di pagamenti.

Il governo nazionale sta cercando di rinegoziare l’ingente debito estero acquisito dalla precedente amministrazione, con l’obiettivo di andare avanti con una serie di agevolazioni estese per allungare le scadenze e ridurre l’onere che lo Stato dovrà pagare nei prossimi anni.

Non vediamo il fondo come era prima, con condizioni così stringenti per attuare un piano economico coerente e completo. Il governo dovrà cedere ad alcuni termini per dimostrare di essere impegnato a dare sostenibilità al processo di riscatto e a rinegoziare queste scadenze, in modo da allungare un po’ i termini di pagamento».Perego ha notato.

READ  Solaria ha aumentato i profitti del 60% fino a giugno, supportata dalle vendite di energia

per questa parte, Daniele MarchiTitolare della consulenza quantistica Ex ministro delle Finanze: “Ovviamente l’accordo prevede un programma economico che può assumere forme diverse, e in questo senso l’Argentina e il fondo giudicheranno se è un buon affare per entrambe le parti, ma non importa qualsiasi programma proposto”.

“Quest’anno, dopo tutto quello che ha passato la pandemia, c’è stato un sollievo rispetto al 2020. L’Argentina ha uno scenario complicato a causa della mancanza di crescita, dell’alta inflazione e di tutte le conseguenze che questo genera sul tenore di vita, nella povertà e in materia finanziaria”Certo + e L’ex funzionario, che ha attraversato diverse ristrutturazioni del debito e accordi con il FMI in diversi dipartimenti, in particolare nell’amministrazione Raoul Alfonsin.

Per quanto riguarda l’impatto della rinegoziazione del debito con il Fondo sui progetti di Vaca Muerta, Perego ha ritenuto che le condizioni richieste dal FMI Essa “deve essere realizzata per generare credibilità presso gli attori del mercato” e per chiarire l’orizzonte di incertezza economica che sta vivendo il Paese.

Sono necessari margini e previsioni strutturali per i prossimi anni, almeno per i prossimi due o tre anni. Devi prenderlo prima di pensare all’altro. Parlo dei grandi progetti infrastrutturali ad esso collegati, come gasdotti e oleodotti, o la decisione di molti operatori di investire sapendo che avranno un prezzo del gas o un prezzo al barile più legato al mercato internazionale mercato”Lo specialista ha detto.

Per Perego, il grosso problema per l’Argentina “è che non c’è possibilità di stabilizzazione in termini di prospettive di investimento per più di due anni”.

Immagine WhatsApp 11-12-2021 alle 17:10:49. jpeg

READ  Mercato della lana intrecciato a causa della mancanza di domanda | Economia

> Dettagli del debito estero dell’Argentina

Importi totali approssimativi da restituire annualmente al Fondo monetario internazionale 4 miliardi di dollari Nel 2021, circa 18 miliardi di dollari USA Nel 2022, altro 19 miliardi di dollari USA Intorno al 2023 5 miliardi di dollari nel 2024, a cui si aggiungono gli interessi maturati e le “commissioni extra” applicate dall’organo che presiede Kristalina Georgieva. Finora quest’anno, l’Argentina ha già effettuato un totale di cinque pagamenti all’istituto finanziario e deve ancora affrontare scadenze a dicembre per circa altri 1,9 miliardi di dollari.

Dopo aver tenuto un incontro di lavoro con gli organi del Fondo Monetario Internazionale in Italia, il Ministro dell’Economia, Martin GuzmanE ha confermato che cercherà di raggiungere un accordo con l’organizzazione prima del marzo 2022 e ha affermato in dettaglio che i negoziati sono ancora in corso. “Ciò che ci aiuterà di più è concludere un accordo attraverso il quale possiamo attuare la nostra visione per rassicurare l’economia argentina”Il funzionario ha spiegato.

Il peggio che si potrebbe fare all’Argentina è un cattivo affare, sarebbe come quello fatto dal governo precedente. Abortirebbe la ripresa economica e non affronterebbe alcun problema strutturale nel Paese”.Lo ha detto il ministro dell’Economia argentino.

> Trade-off debito-clima: un’idea praticabile?

Alla COP26, Presidente Alberto Fernandez Ha proposto di creare un sistema di “scambio di debiti per azione per il clima” per raggiungere la decarbonizzazione dell’economia globale e accelerare i negoziati dei paesi per un nuovo accordo con il Fondo monetario internazionale. Richiesta di applicazione Diritti Speciali di Prelievo (DSP) Al “Grande Patto di Solidarietà Ambientale”.

I Diritti Speciali di Prelievo sono le riserve internazionali create dal Fondo Monetario Internazionale nel 1969 per integrare le riserve ufficiali dei paesi membri, che fungono da unità di conto per l’organismo internazionale.

READ  TikTok ti porta a visitare i più grandi musei del Messico e del mondo in questo tour: El Financiero

Di fronte al suggerimento di Fernandez, Gustavo Perego De Absip ha visto l’idea di uno schema di scambio del debito “Potrebbe pensare a strutture di debito più piccole oa paesi sottosviluppati con un certo grado di indice di sviluppo umano (HDI) molto basso, e questa non è l’Argentina”.

Allo stesso tempo, Daniele MarchiQuantum, Diego È una questione che si discute di tanto in tanto. Non è facile da implementare e avrà un impatto limitato sulla dinamica del debito, ma potrebbe aiutare ad adattarsi maggiormente agli obiettivi di risanamento ambientale”.