Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Usi della realtà virtuale in medicina

La realtà virtuale è la creazione di un ambiente prodotto da un sistema informatico che ci dà la sensazione di essere nella realtà e ci permette di andare in qualsiasi luogo in cui sentiamo di essere in quell’ambiente in un modo molto simile alla realtà. Ci permette di vivere esperienze completamente realistiche attraverso i giochi, viaggiare per il mondo o addirittura avere la sensazione di poter volare senza lasciare il divano di casa nostra.

Come viene applicata la realtà virtuale in medicina?

Oltre alle sue applicazioni nel campo dell’intrattenimento, La realtà virtuale è molto utile nel campo della medicina. Le applicazioni della realtà virtuale in medicina sono molte e varie, ma si concentra principalmente su questi usi:

interventi chirurgici

L’applicazione principale in caso di interventi chirurgici è interventi a distanza Dove il medico non lavora direttamente, ma lo fa attraverso un robot che esegue le diverse fasi del processo. Il chirurgo in questione potrebbe essere lontano dal robot o addirittura in un altro ospedale. A causa della grande precisione che forniscono questi robot, sono molto utili nelle procedure microchirurgiche, e si parla addirittura della possibilità di condurre Operazioni in assenza di specialisti.

Attraverso i simulatori di realtà virtuale, i medici stanno anche migliorando significativamente le loro capacità e prestazioni nelle sale operatorie, il che è un’ottima notizia, poiché possono accedere attraverso la rappresentazione 3D dell’anatomia di un paziente. Pianificazione e prove Intervento chirurgico precedente per superare potenziali complicazioni durante l’intervento “reale”.

Materiali operativi

Trattamento di fobie e traumi

L’uso della realtà virtuale per trattare fobie o traumi è anche un uso frequente nel campo della psicologia. Le fobie sono disturbi psicologici o paure irrazionali che alcune persone provano quando incontrano determinate situazioni o oggetti. Attraverso la realtà virtuale il paziente può vengono rilevati in sequenza In situazioni che generano panico (claustrofobia, paura di volare, aracnofobia) e Soglie più basse per l’ansia Che queste paure sono riuscite a produrlo.

READ  Quali sono gli studi medici di base per fare esercizio dopo essere stati dimessi dall'ospedale a causa del Covid

D’altra parte, gli psicologi usano anche la realtà virtuale come terapia in modo che i loro pazienti possano superare alcuni traumi che si verificano durante l’infanzia o situazioni che si sono verificate che hanno traumatizzato la persona.

Trattamento contro il morbo di Alzheimer o l’autismo

Al momento, l’Alzheimer è una malattia che non ha cura, ma esistono tecnologie di realtà virtuale che possono aiutare i pazienti a riprendersi Abilità cognitive Riproducendo le foto passate. La mancanza di concentrazione o una sensazione di apatia è una conseguenza della malattia di Alzheimer nelle persone che ne soffrono e, attraverso questo regime, la concentrazione e l’atteggiamento del paziente possono essere migliorati.

Sviluppato da ricercatori dell’Università di Valencia Progetto Savia Per aiutare i bambini con autismo. I bambini devono completare un obiettivo in un ambiente virtuale e poi provare a batterlo in un ambiente reale.

Usando la realtà virtuale, le persone con autismo possono imparare a gestire situazioni quotidiane come avere una conversazione o attraversare una strada da un lato all’altro. Queste situazioni rappresentano una sfida per le persone con autismo.

formazione accademica

Esistono simulatori che consentono a studenti e laureati di medicina di sviluppare abilità e abilità tecniche come se si trovassero in una situazione del mondo reale. Attraverso questa simulazione, i futuri professionisti medici possono praticare cateterizzazione, chirurgia, endoscopia o dare Lezioni di anatomia Senza la necessità della presenza di cadaveri o animali per svolgere le sue pratiche.

Gli studenti di medicina potranno esercitarsi continuamente senza costi aggiuntivi e non avranno bisogno di fare esercizi per iniziare a conoscere il corpo umano nel modo più realistico.