Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Uruguay: clamoroso sciopero contro la politica di emendamento di Luis Lacalle Poe | Un milione di persone ha chiesto salari migliori e un budget maggiore per l’alloggio e l’istruzione

Con quasi un milione di persone impegnate in uno sciopero di 24 ore, i sindacati uruguaiani hanno sfidato ancora una volta il CEO Luis Lacalle Poe Richiesta di salari migliori e di un budget più ampio per l’alloggio e l’istruzione. È stato chiamato dal centro che ospita la maggior parte delle corporazioni e delle corporazioni del paese, e pit-CNTIl quarto sciopero generale da quando è subentrato Lacalle Bo 1 marzo 2020 Paralizzare lo svolgimento delle principali attività pubbliche del Paese.

“Segnale molto forte”

Il presidente della PIT-CNT ha sottolineato che “questo è un segnale molto forte e molto forte che il movimento sindacale sta emettendo”, Marcelo Abdullah, in conferenza stampa. Il leader ha sottolineato di aver partecipato allo sciopero “unendo volontariamente oltre un milione di uomini e donne uruguaiani” e ha evidenziato una forte adesione “nell’amministrazione centrale, in tutte le aziende, nell’intero sistema educativo pubblico e privato, nelle banche pubbliche e private, nelle costruzioni, in tutta l’industria manifatturiera”.

Abdullah lo ha ammesso Lo sciopero non ha interessato i trasporti per la presenza di unità circolanti Sulla base di uno schema di emergenza redatto dalle società, anche se ha affermato che questi veicoli erano vuoti. Il sindacalista ha inoltre precisato che secondo le segnalazioni pervenute al centro di oltre un centinaio di filiali distribuite sul territorio, “dialoghi con i residenti, i quartieri e la distribuzione dei materiali” sono stati condotti su tutto il territorio.

Abdullah ha espresso il suo rammarico anche se Prodotto interno lordo L’Uruguay è tornato ai livelli pre-pandemia, Stipendi e pensioni “non solo hanno accompagnato la crescita, ma hanno anche sostenuto riduzioni del quattro per cento del potere d’acquisto totale”. Perché era in grado di riprodursi PaeseIl comandante ha sottolineato: “In verità, Le persone non fanno soldi. Ciò significa che esiste una strategia che approfondisce il divario di disuguaglianza ed è vista come un modello per la crescita e l’accumulazione escludente di pochi.

READ  Scoperta scioccante in Inghilterra: i volontari scoprono un misterioso cerchio di pietre di 4.800 anni

non con il cibo

E riguardo alla decisione dei sindacati dell’istruzione di non presentarsi come in altri scioperi, mentre gli insegnanti si recavano nei centri educativi a pranzare per i bambini dipendenti da quel servizio, Abdullah ha spiegato che la situazione non è diversa dal caso del congedo. .

Sulla stessa linea si è espressa la Segreteria Generale di PIT-CNT e Revisore dei Conti dell’Unione Docenti FUM-TEP, Elbia PereiraChi l’ha evidenziato Pranzo a scuola “funzione educativa” Ma, di fronte alla crescente necessità che molti bambini mangino questo piatto di cibo, devono essere le autorità a rispondere. “naturalmente Ci devono essere persone responsabili di ciò che non hanno bisogno di essere circa 365 giorni all’annoMa viene assegnato al lavoro nella scuola pubblica solo nei giorni di disoccupazione”, ha detto Pereira.

In questo senso, il ministro della Difesa nazionale, Javier Garcia, ha annunciato su Twitter che si coordinerà con le autorità educative affinché le forze armate possano sostenere l’alimentazione studentesca di fronte alle azioni sindacali. “Tra gli adulti si può litigare, ma con l’alimentazione dei Crimea non si gioca”Garcia, nell’annunciare l’iniziativa, ha ritenuto che il capo della PIT-CNT, secondo quanto riferito alla stampa, sia arrivato “un po’ in ritardo”.

Richieste esagerate

Sempre dall’esecutivo, nel frattempo, il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale, Paolo MerriE ha ritenuto il provvedimento ingiusto e ingiustificato sottolineando che tra le principali richieste del movimento operaio c’è la domanda di inflazione dovuta alla situazione globale che il governo sta cercando di alleviare.

“Ho cercato sui media in Germania, Spagna e Stati Uniti e il grosso problema è l’aumento dell’inflazione. Non è una decisione del governo, al contrario, il governo ha sempre avuto una politica e un obiettivo di abbassare l’inflazione , il che accade che viviamo in un mondo che sta attraversando un’altra circostanza”, ha affermato Meres.

READ  Borich nella sua campagna di chiusura: "Ci uniremo per sconfiggere l'erede di questo governo e il Pinochet" | In attesa del secondo turno di domenica in Cile

anche Ministro Contro altre istanze dello sciopero ha sottolineato che dopo aver appreso della prima bozza formale di riforma della sicurezza sociale che la PIT-CNT considerava reazionaria, ha chiesto “Riforma globale e generosa della sicurezza sociale”.

“Capisco se è domani o dopodomani diventa un disegno di legge, è in discussione in Parlamento e il movimento sindacale non è d’accordo, ma Quando c’è una bozza di proposta di sciopero generale mi sembra un’esagerazione‘, Meres ha sottolineato a proposito del progetto che propone, tra le altre cose Alzare l’età pensionabile da 60 a 65 anni.