Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Uno studio mostra che il personale infermieristico e medico in Colombia soffre di condizioni di lavoro inadeguate

File foto di un’infermiera che prepara una dose del vaccino Sinovac contro COVID-19 a Bogotà, Colombia. EFE / Carlos Ortega

Gli operatori sanitari qualificati in Colombia hanno visto aumentare l’impatto sulle loro condizioni di lavoro durante la pandemia di coronavirus. Professionisti infermieristici, professionisti medici e assistenti infermieristici forniscono aumenti continui dell’orario di lavoro settimanale. Senza la possibilità di comodità, non ci sono risorse umane sufficienti per coprire il gran numero di pazienti.

È la conclusione di uno studio condotto dall’Università del Rosario e dalla Social Security Development Corporation (CODS), secondo il quale Il personale infermieristico e medico è stato l’obiettivo principale della gestione dell’epidemia dal campo sanitario ai pazientiche hanno trasformato le condizioni di basso reddito in generale e le tipologie di impiego fornendo servizi, cooperative di lavoro interinale o associato, la loro emergenza sanitaria ha ulteriormente approfondito le loro condizioni di lavoro inadeguate.

Dai risultati delle consultazioni “Alternative concrete alla protezione sociale e alla formalizzazione del lavoro per gli operatori sanitari informali qualificati di fronte agli effetti dell’epidemia di Covid-19 in una prospettiva di lavoro dignitoso” è emerso che dal 2018 Ivan Jaramillo Jacir, ricercatore presso il Osservatorio del lavoro presso l’Universidad del Rosario Hanno previsto aumenti continui dell’orario di lavoro settimanale, sia per il personale infermieristico che medico.

“Confermiamo che non ci sono abbastanza lavoratori nel settore, il che si riflette nel numero medio di pazienti curati nella stessa giornata lavorativa: 25 pazienti al giorno per infermiere, con infermieri assistenti in media più pazienti”, spiega Evan Jaramillo Jacir.

Nel caso del personale medico, gli uomini ricevono più pazienti ogni giorno lavorativo, una media di 23 pazienti al giorno. Una grande differenza con quanto suggerisce l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, che raccomanda da 12 a 15 appuntamenti giornalieri per il personale sanitario in generale.

READ  Mongolia e Russia tengono esercitazioni militari congiunte

La Greater Integrated Danish Household Survey riporta che entro il 2021 l’80% del personale infermieristico che lavorava era costituito da donne. Sulla stessa linea, Tra il 2020 e il 2021 il numero dei lavoratori è aumentato significativamente in risposta alla pandemia (4,5% del personale infermieristico e 16,6% del personale medico)senza poter raggiungere livelli sufficienti a coprire i requisiti richiesti dal Corona virus.

A questo proposito, il professore di Economia presso l’Universidad del Rosario Darwin Cortes, ha osservato che lo studio ha individuato un settore basso informale, noto come appartenente alla previdenza sociale. Entro il 2021, il tasso di attività informale era di circa il 7,4% per il personale infermieristico e il 5,6% per i medici. All’interno di questa popolazione vi è una quota significativa di lavoratori autonomi (35%), che può essere un possibile indice di condizioni di lavoro inadeguate rispetto al lavoro dignitoso.

Diana Londono, ricercatrice dell’Osservatorio del lavoro dell’Università del Rosario, ha spiegato che l’analisi ha mostrato che il reddito medio dei lavoratori del settore supera il minimo richiesto per raggiungere il Piano di Protezione Sociale e i Benefici Economici Periodici – BEPS. Il personale infermieristico guadagna un reddito medio pro capite mensile compreso tra 2 milioni di pesos e 2,8 milioni di dollari, mentre il personale medico riesce a raggiungere e superare i 6 milioni di dollari al mese. Gli uomini hanno un reddito medio più elevato rispetto alle donne, il che determina il divario retributivo di genere nel paese.

A livello regionale vi sono grandi differenze nel numero dei lavoratori e nel reddito reale di questi lavoratori. A Bogotá dal 2019 si osserva una significativa diminuzione dello stipendio reale degli infermieri, mentre Cartagena è una delle città che ha previsto la maggiore diminuzione degli stipendi per il personale medico.Londono ha commentato.

READ  "Il metabolismo sarebbe una rivoluzione"

Una politica globale che ufficializzi la professione degli operatori sanitari deve tenere conto delle questioni legate alla scarsa corrispondenza nel mercato del lavoro, alla mancanza di personale sanitario formato, a tipologie di assunzione inadeguate e alla scarsa mobilità che si verifica nella popolazione. Si sono formati nelle scuole per infermiere nelle principali città e nella migrazione di manodopera in parti remote del paese che non hanno abbastanza operatori sanitari.

Il gruppo di studio ha sviluppato un indicatore dell’instabilità occupazionale, in termini di occupazione, che include informazioni sul lavoro dignitoso. È stato riscontrato che il personale infermieristico ha maggiori probabilità di trovarsi in condizioni pericolose rispetto al personale medico. Tale indicatore ha tenuto conto della durata del rapporto di lavoro, dei tempi di cessazione e assunzione del rapporto di lavoro, della dimensione dell’impresa occupata, dei livelli retributivi, del luogo in cui si svolge l’attività lavorativa e dell’orario di lavoro.

Supportare il personale sanitario qualificato

L’Universidad del Rosario e la Codess (Social Security Development Corporation) hanno condotto un’indagine che ha identificato il tipo di supporto che gli operatori sanitari formati ricevono: il 56% ha dotazioni per svolgere il proprio lavoro, il 27% ha un supporto psicologico e solo il 10% dispone di strutture per il riposo. In termini di benefici economici, il 60% riceve le ferie pagate, il 40% l’assicurazione sanitaria, il 33% riceve il supporto per i trasporti e solo il 7% riceve il supporto alimentare.

La società di consulenza presenta una serie di raccomandazioni incentrate sul miglioramento delle condizioni di lavoro nell’ambito di un lavoro dignitoso e dignitoso, cercando una transizione verso la formalizzazione del lavoro per tutto il personale infermieristico e medico; Promuovere lo spostamento del personale infermieristico verso le aree che lo richiedono; Fornire luoghi e tempi di riposo adeguati per il personale infermieristico; Creare uno schema salariale che riconosca la formazione e l’esperienza, si batta per la parità di genere e riduca l’esposizione a cause legate al lavoro in tutti i settori, tra le cause principali.

READ  Filippo 2022: “Scritto dal femminile che mi possiede”: Albalusia Angel

Per John Marulanda, consulente di ricerca esperto di Codess, lo studio è importante in tre modi: in primo luogo, approfondisce e stabilisce la situazione reale del lavoro informale in operatori sanitari qualificati. In secondo luogo, identifica i divari e le disparità nella retribuzione e nelle condizioni di lavoro per genere e occupazione negli operatori sanitari, che sono divari ingiusti ed evitabili. E terzo, perché stabilisce raccomandazioni specifiche per il lavoro dignitoso nel settore, nonché criteri e basi per l’obiettivo di un nuovo modello sanitario focalizzato sul livello di base.

Continuare a leggere: