Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Una rassegna dei migliori momenti di Egan Bernal nei suoi 26 anni di esistenza – Cycling World Magazine

Di: Hector Urrego C.

il Torniamo a Tachira È vicino a 60 anni continui di esistenza e la sua storia è strettamente correlata Ciclismo colombiano Tra l’amore e il crepacuore attraverso cui ha scritto pagine indimenticabili per gli uomini che vi hanno partecipato da diverse angolazioni e soprattutto nello sport in cui eccellevano. I veri protagonisti del ciclismo nel mondo che hanno trovato in questa gara una vera e propria rampa per lanciarsi nel mondo del ciclismo.

Un nuovo capitolo, il numero 58 di quella storia, inizia domenica 15 gennaio Questo ci permette di viaggiare nel tempo, risalendo al 3 settembre 1964, data di fondazione dell’ATC (Tachirense Cycling Association) al 25 gennaio 1966 quando iniziò nell’ambito della famosa Fiera di San Sebastian a San Cristobal in modo timido e modo primitivo di test che sarebbe diventato Distintivo ciclistico venezuelano Nonostante il tour nazionale, che ha anche una sua storia.

Martin Coches Rodriguez, campione della Vuelta a Tachira 1969. (Foto © RMC)

Cochise e Bacon sono i primi campioni

Quel giorno partirono per la prima tappa, Un circuito di 120 chilometri Un totale di 43 router – per lo più colombiani -, Diretto dai Columbia Stars all’epoca, Martin Coches Rodríguez S Alvaro Passionepresiedute rispettivamente dalle squadre regionali di Antioquia e Cundinamarca, che hanno accettato l’invito degli organizzatori con l’avallo della Federazione colombiana il cui presidente era il generale in pensione Marcos Arambola Duran (riposare in pace)

La gara è iniziata e si è conclusa con uno schiacciante vantaggio colombiano che si è rivelato fin dal primo giorno quando Antioquian ha vinto Luigi Feliz E poi lo si può vedere quotidianamente in mezzo all’aspra geografia del Tachirense e al terreno scoperto di quasi tutto il percorso Duello Cochise-Pachónche all’epoca erano i vincitori di tappa e i leader fino alla loro conclusione San Cristobal Dopo 5 tappe b Cochise Rodriguez come un eroeGlicerio Benagos Secondo classificato a 19 minuti e 59 secondi, Alvaro Passione (Terzo) a 39.42, mentre il migliore è stato il venezuelano Gregorio Carrizales, staccato di un’ora e 55 minuti dal campione.

READ  bocca vs. Quilms, quarti di finale di Coppa Argentina: formazioni, tempo e diretta tv
Miguel Samaca vinse la Vuelta al Táchira nel 1972 con un’impresa indimenticabile. (Foto ©RMC)

La conquista e il dominio colombiano

I primi nove anni di gare Tachirense sono stati il ​​terreno di caccia del ciclismo colombiano cosa con Gustavo Rincon (1967), Alvaro Passione (1969-70-74), Cochise Rodriguez (1966-68-71) e Miguel Samaca (1972) vinse 8 scudetti, ma in quel periodo vide nascere anche una generazione di ciclisti della regione che sarebbero diventati i loro grandi concorrenti come Santos Bermudez (campione 1973) e Nicola Redtler che sarebbe stato un “re senza corona” purosangue dell’evento finendo 3 ° nel 1969 e 2 ° in 5 possibilità (1971-73-75-76-77).

nei suoi primi anni Torniamo a Tachira Grazie alla sua buona crescita e sviluppo, ha goduto di un forte sostegno da parte di tutti gli organi sportivi e governativi della regione e di altri paesi vicini, attirando ogni anno un’attenzione e un’attrazione impressionanti da parte di migliaia di fan nei due paesi che lo hanno atteso con impazienza. Il duello sportivo più importante dell’anno grazie ai media, soprattutto radio e giornali Il giornale nazionale Modificato in San Cristobal direttore sportivo che Ramses Diaz León (RIP) è diventato Architetto e Portavoce per le corse e il ciclismo con un gruppo di leader di lusso che ha acquisito anche la sede venezuelana di San Cristobal, da Campionati mondiali su pista e su strada nel 1977.

Sponsorizzazione Jimenez 40 anni fa con il giornalista Ramses Diaz Leon
Prendersi cura di Jimenez con il giornalista Ramses Diaz Leon. (Foto ©RMC)

Il decennio 1975-1985 è stato infatti segnato da una più intensa rivalità colombiano-venezuelana tra Asma La cura di Jimenez (1977) Epifanio Arcella (1980) e Carlo Cichuk (1981 con Fabio Parra iii), di fronte a Fontes, Redtler, Efraín Rodriguez, Duaxt Hernandez, Mario Medina, Carlos Alba, Jose Lindart e altri, che misero fine al dominio colombiano, e apparvero anche come arbitri per ciclisti combattivi di altre latitudini come il Russi (Ramzan Jalatdinov campione nel 1982), italiani e persino cubani (Edoardo Alonso) che sarebbe diventato campione nel 1986.

READ  Una macchia sul mito Agnelli | Gli sport

Deportazione forzata in Europa

Nel ventennio successivo (1987-2007) Evoluzione andina Ha subito il crepacuore del migliore del ciclismo colombiano insieme ad altre gare importanti come la V al Cile, Messico, Costa Rica e Guatemala, grazie all’arrivo nel 1982 di Aprire E con esso il passaggio dei nostri piloti alle “Big Bikes” europee e la loro presenza dal 1983 in Giro di Francia e le altre grandi gare del ciclismo professionistico purosangue nel mondo.

Questo è il motivo dietro i nomi di Luis Herrera, Fabio Parra, Patrosinho Jimenez, Condorito Corridor, Alfonso Flores, Rafael Acevedo, Martin Ramirez, Pacho Rodriguez, ecc., ecc. Non potevano o non tornavano a Tachira, costretti da circostanze come appuntamenti, programmi di allenamento e gare, concentrazione, ecc., ecc. Ma questo non ha impedito ad altre squadre e corridori del nostro Paese di continuare a partecipare alla cerimonia di gennaio, e questo lo ha permessoE Nel bel mezzo del dominio venezuelano finale, le vittorie di Luis Felipe Moreno, José Vicente Diaz (RIP) e Ángel Yesid Camargo nel 1989-90-91, mentre Raul Gómez (1996) Hernán Dario Muñoz (2003) e Hernán Buena Hora (2007) ) che ha chiuso il ciclo di vittorie Colombia 15 anni fa.

Jose Rujano sarà una delle attrazioni del primo round del Gran Santander
Jose Rugano ha vinto quattro volte la Vuelta a Tacchira. (Foto ©RMC)

Venezuela per mantenere l’egemonia e Colombia per ripristinare

Le ultime 15 edizioni del Giro del Tachirense, portate avanti senza interruzioni nonostante le enormi difficoltà economiche e sociali del Paese limitrofo, hanno visto progredire e certificare il ciclismo locale con nomi come Asma Leonardo Sierra e Jose Rujano (le sue grandi star che hanno brillato nel ciclismo europeo), Noel Vazquez, Manuel Medina, Jimmy Briceño e Ronald Gonzalez sono tutti responsabili del blocco dei tentativi di vittoria tentati da squadre e corridori colombiani e di altri paesi, anche con gli spagnoli presenti. Oscar Sevilla è arrivato secondo nel 2021, mentre Dani Osorio e Didier Merchant sono arrivati ​​terzi nel 2021 e nel 2022.

READ  Un ex indipendente è morto in un incidente stradale e si cercano testimoni

con questo “La storia di Pecola“siamo arrivati ​​a 58a edizione della Vuelta Al Táchira, certamente con una nuova scheda, aggiornata e con la determinazione di mantenere il suo livello e la sua attualità da parte degli organizzatori e dei partecipanti. Come è successo in Costa Rica A dicembre, il ciclismo colombiano intende tornare alla vittoria a Tachira dopo 15 anni senza averlo raggiunto e l’intero movimento ciclistico in Venezuela è disposto a impedirlo perché conosce l’importanza di vincere questa gara contro una tale forza che è la Colombia, il motivo perché rivivremo il duello che dura da 56 anni e che ruba l’interesse dello sport in due nazioni dove il ciclismo è una religione.