Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Una generazione d’oro di ciclisti andrà in pensione alla fine del 2022

Questa stagione sarà caratterizzata dal ritiro dal ciclismo professionistico dei tanti corridori che hanno scritto una storia importante nel gruppo mondiale.

I loro nomi saranno ricordati per anni. Il ciclismo è uno sport che vive di statistiche e i corridori che si ritireranno alla fine del 2022 hanno scritto capitoli indimenticabili.

Per coincidenza, quasi Dieci ciclisti di successo Hanno deciso di terminare la loro carriera quest’anno.

Myriam Nunez, la ciclista dal cuore da guerriero

In un colpo solo, nomi di star come Vincenzo sono scomparsi NabaliAlejandro Valverde, Ricci Porti, Tom Dumoulin, Philip Gilbert e Maximiliano Ricci.

Ogni anno ricorderemo le sue gesta Nei passi di montagna più simbolici di tutte le gare a cui hanno preso parte saranno ricordate le loro vittorie, le loro cadute e le loro sconfitte.

L’elenco può essere lungo, in quanto ci sono ciclisti che stanno risolvendo i loro contratti o hanno manifestato l’intenzione di abbandonare uno sport professionistico.

Chris Froome, Rigoberto Uran, Alexander Kristof o anche Mark Cavendish potrebbero lasciare le moto alla fine dell’anno.

Si tratta di sei ciclisti che hanno già annunciato che lasceranno le biciclette alla fine del 2022.

Vincenzo Nibali

Italia (37 anni)

Lo “Squalo” siciliano è uno dei soli sette corridori nella storia ad aver vinto tutti e tre i Grandi Giri. Ha annunciato il suo ritiro proprio quest’anno al Giro d’Italia, quando lo era Rosa corso Attraversò il messinese. Nabali sarà ricordato come uno dei migliori corridori al mondo, per i suoi attacchi coraggiosi e le sue massicce vittorie. Ha 54 vittorie, tra Milano-Sanremo, Giro Lombardia, Tirreno-Adriatico e tappe in Giro, Tour e Vuelta. Il plotone lo mancherà.

Alessandro Valverde

Spagna (42 anni)

Pala è un recordman nel ciclismo. A 42 anni è ancora ai massimi storici e continua a vincere. Ma quest’anno ha annunciato il suo ritiro dopo una lunga carriera che includeva 133 vittorie ed è stato in grado di eccellere in tutti i settori. Ha vinto la Vuelta a España 2009, ma sarà ricordato per le sue vittorie nelle classiche delle Ardenne: Flecha Wallona (cinque) e Liegi-Bastogne-Liegi (quattro).

Richie Porter

Australia (37 anni)

Uno dei migliori ciclisti australiani della storia. Sebbene non sia stato in grado di realizzare un grande tour, ha ottenuto altre vittorie importanti come Parigi-Nizza, Volta a Catalunya, Tour de Romandie, Criterium Dauphiné e Tour of Switzerland. La sua ultima corsa importante è stata il Giro d’Italia 2022, dove ha lavorato con Richard Carapaz ma ha dovuto ritirarsi a causa di problemi di stomaco nella tappa 20.

Tom Dumoulin

Paesi Bassi (31 anni)

Un ciclista completo ma soffre di problemi psicologici. L’olandese ha segnato 22 vittorie in tutta la sua carriera. Ha vinto il Giro d’Italia nel 2017, è stato campione del mondo nelle prove e ha vinto la medaglia d’argento nel tempo ai Giochi Olimpici di Rio 2016 e Tokyo 2021. Nonostante possa ancora continuare a correre nel World Tour, ha deciso di concludere una carriera per ritrovare la tua stabilità emotiva.

Filippo Gilbert

Belgio (39 anni)

Non era un grande corridore in tournée, ma era un corridore classico e commemorativo. Il belga ha 80 vittorie, tra cui Strade Bianche, Giro delle Fiandre, Parigi – Roubaix, Flecha Brabanzona (tre), Amstel Gold Race (quattro), Flecha Walloon, Liegi-Bastogne-Liegi, San Sebastián e Giro de Lombardia (due) e i Campionati del Mondo su strada nel 2011. Il suo ultimo Grand Tour sarà il Tour de France. Ha annunciato il suo ritiro, nonostante abbia comunque ottenuto vittorie.

Massimiliano Ricci

Argentina (39 anni)

Il corridore argentino ha partecipato al Giro d’Italia 2022 e ha annunciato il suo ritiro quest’anno. Il corridore nato a Bella Vista ha scelto una disciplina ciclistica molto speciale: il tiro a segno. Era responsabile di servire le vittorie su un piatto da portata a dozzine di suoi compagni di squadra. Il suo compito era quello di stabilire il ritmo e lanciare gli altri corridori alla vittoria. A 39 anni, Ritchie ha lasciato il ciclismo dopo una lunga carriera. La sua ultima, e forse la più importante, vittoria è stata ai Giochi Panamericani di Lima nel 2019.

Potrebbe interessarti anche:

READ  Il compleanno di Lionel Messi: ballare con Antonella al ritmo di "Se avessi una birra" e un albero di due metri