Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Una cover di Enrique Juliana rende nervosa l’Italia

I principali settimanali europei che sono riusciti a sopravvivere allo shock digitale sono stati duramente colpiti in prima pagina. Dovrebbero catturare l’attenzione dei lettori. Dovrebbero segnare la linea. Devono catturare il segno dei tempi, i venti del tempo ci parlano di un’Europa che teme la distruzione, il fallimento e il ridicolo delle vecchie nazioni, che desidera ardentemente l’ascesa di un governo e di una leadership forti. Il mondo si indurisce e le copertine rispecchiano lo spirito dei tempi.

Economista, pubblicazione di riferimento nel mondo anglosassone, ha detto questa settimana ai suoi lettori che il Regno Unito è caduto così tanto da assomigliare già all’Italia. Sotto il titolo “Benvenuti in Gran Bretagna” su British Weekly, Liz Truss ha una caricatura di un legionario romano con una forchetta di spaghetti e pizza invece di lancia e scudo. Mancano solo Vespa e Aperol. Il settimanale tedesco Der Spiegel ha colpito gli inglesi con le castagne dipingendo la Torre dell’Orologio di Londra a forma di banana. “Banana Island”, recita il titolo. Le copertine delle riviste tedesche di solito non sono compiacenti, ma questa volta c’è qualcosa che le unisce alla satira britannica: una spinta aggressiva, al di là dell’ironia. Mentre la guerra in Ucraina si avvicina all’inverno, i venti della vendetta nazionale spazzano l’Europa. Non tutto si riduce ai prezzi del gas. Lo spirito dei tempi è inebriante.

Gli inglesi accettarono la stanza tedesca con sportività. Te lo restituiranno. Gli italiani sono depressi e sono esplosi sui social. La verità è che The Economist non è generalmente gentile con l’Europa meridionale. Quando la crisi finanziaria ha colpito duramente la Spagna, la copertina di un settimanale britannico è stata micidiale: la sagoma di un toro coraggioso con un corno rotto e il titolo “Spagna, la festa è finita”. Nelle pagine interne è illustrato un rapporto sul caos economico spagnolo con alcuni cenni ai fallimenti valenciani. 11 novembre 2008.

READ  Zero de Italia 2021: Abstract e classifica di Zero de Italia dopo la Fase 8: Nessun cambio di leader

Copertina di ‘The Economist’, in cui il pasticcio britannico viene paragonato a quello italiano e ai suoi titoli

Il settimanale prevede una recessione di due anni. Non c’è molta corruzione in Spagna per quella carta. La destra taceva e la sinistra chinò il capo. Il solido patriottismo della razza non è emerso quando The Economist ha pubblicato il certificato di morte del secondo governo di José Luis Rodríguez Sabatero e del secondo tripartito catalano. Il lato sinistro teneva la testa bassa perché sapeva cosa sarebbe successo. La Spagna non si è ancora ripresa dall’improvvisa fine della festa.

In Italia la copertina di spaghetti e pizza ha causato grande disagio in un momento politico molto delicato. Nel momento peggiore dell’Inghilterra dalla seconda guerra mondiale, la rivista di punta della città proclama: puoi sempre essere un passo indietro, puoi sempre essere italiano. Migliaia di tweet sono esplosi contro la satira britannica. L’ambasciatore italiano a Londra, Inigo Lambertini, in carica solo da due settimane, è costretto a rispondere con una nota ufficiale in cui rifiuta “vecchi stereotipi” e ricorda che l’Italia è la seconda potenza produttiva d’Europa. Con ottimi punti nell’industria aerospaziale, biotecnologica, automobilistica e farmaceutica. L’Italia, infatti, continua ad essere la seconda potenza manifatturiera in Europa dopo la Germania, ma è evidente che in questo momento non è una paladina dell’autostima. In un altro momento, gli italiani avrebbero risposto con umorismo. Questa volta sono diventati più seri. Questa volta hanno paura. In questo momento si sente insicuro.

Il senso di sventura è da anni una costante nel discorso pubblico italiano, particolarmente esacerbato dalle devastazioni dell’ultima Grande Depressione. Una parte della società ha aumentato il proprio reddito, soprattutto nelle zone ricche del Nord, dove si concentra l’industria manifatturiera, mentre la povertà è cresciuta molto: 5,6 milioni sono i poveri assoluti in una società di 58,9 milioni di persone. Quindici milioni di persone rischiano di cadere in povertà se la situazione non migliora presto. Sono i dati di un recente rapporto della Caritas, che ha la rete più capillare d’Italia, Paese di parrocchie.

READ  Zero de Italia 2021: Livelli, profili e percorso

'Der Spiegel' Regno Unito

“Der Spiegel” descrive il Regno Unito come un'”isola delle banane”.

Gli italiani temono di essere stigmatizzati come il malato d’Europa dopo aver dato la vittoria elettorale a una coalizione populista di destra che professa la sua ammirazione per il fascismo con una singolare ellisse storica: la nostalgia del primo fascismo. Cose buone e ha tenuto in ordine la società”, prima di allearsi con Hitler, perseguitando gli ebrei, prima di entrare in una guerra che avrebbe potuto perdere. La coalizione ha vinto pienamente democraticamente a causa di un clima elettorale molto favorevole, ma non è arrivata al potere con una marea sociale innegabile. L’opposizione, incapace di formare un collegio elettorale, raccoglie più voti.

L’Italia è una società aperta, ma soffre di insicurezza. Questo è il segno dei tuoi tempi.


Leggi di più

Anna Bhuj

Emmanuel Macron con Giorgia Meloni a Roma domenica sera