Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Un assediato Berlusconi punta alla presidenza italiana, il suo più grande premio fino ad oggi

Silvio Berlusconi, l’ex primo ministro italiano, è stato condannato tre volte per frode fiscale ed è attualmente accusato in diversi casi giudiziari ed è stato processato più di 70 volte, anche per corruzione di politici.

Ora l’85enne vuole essere il prossimo presidente dell’Italia.

Il potere politico di Berlusconi è diminuito negli ultimi anni quando un’ondata di giovani leader populisti e anti-establishment ha travolto l’Italia. Il suo partito a Forza Italia è ben al di sotto del 10%. È ancora perseguitato da problemi giudiziari e ha problemi di salute, incluso un grave attacco di Covid-19.

Ma Berlusconi ha trasformato il ritorno politico in una forma d’arte, e ora sta cercando di ottenere un’immagine che a prima vista sembra impossibile per una delle figure più polarizzanti della moderna politica italiana. Ha sfidato le probabilità politiche nel corso degli anni e il sistema di voto presidenziale italiano – uno scrutinio segreto tra più di 1.000 parlamentari e politici regionali – ha prodotto grandi sorprese in passato.

Silvio Berlusconi e Mario Draghi durante una conferenza stampa a Palazzo Chigi, Roma, l’8 ottobre 2008. Foto: AP

Nel 1992 Oscar Luigi Scalfaro, che ottenne sei voti al primo turno e solo 30 voti nei primi 15 turni, emerse come candidato di mezzo e ottenne quasi 700 voti al sedicesimo turno.

ha affermato Daniel Albertazi, professore di scienze politiche presso l’Università del Surrey nel Regno Unito, specializzato in questioni populiste di destra in Europa e nella politica italiana.

Per iniziare una carriera di successo di sette anni come presidente, Berlusconi deve assicurarsi che nessuno venga eletto nei primi tre turni di votazione quando i candidati sono scelti dai due terzi degli aventi diritto. Per Berlusconi la vittoria al primo turno è altamente improbabile, poiché richiederà il sostegno di gran parte dei politici di centrosinistra che hanno promesso di opporsi.

READ  I sindacati chiedono all'esecutivo di "non soccombere al ricatto" delle aziende nucleari

Mario Draghi, il primo ministro italiano, è l’unica persona che gli esperti ritengono possa essere eletto nei primi tre turni. In meno di un anno in carica, l’ex capo della Banca centrale europea ha avviato le tanto attese riforme, alcune delle quali necessarie all’Italia per ricevere quasi 200 miliardi di euro, l’equivalente di circa 227 miliardi di dollari, di finanziamenti europei. Il sindacato mira ad aiutare il Paese a riprendersi dalla pandemia.

Protesta contro la candidatura di Berlusconi alla presidenza italiana, a Roma, il 4 gennaio 2022. Foto: AFP

Sebbene Draghi abbia una larga maggioranza parlamentare, non è chiaro se avrà lo stesso sostegno nel voto presidenziale.

Il mese scorso Draghi ha affermato che il governo potrebbe andare avanti senza di lui come primo ministro e che è “molto al servizio delle istituzioni”, ampiamente interpretato come una dichiarazione di interesse a diventare presidente. Tradizionalmente, i candidati presidenziali non dichiarano esplicitamente che stanno cercando una carica. Draghi ha rifiutato di commentare.

Dal quarto turno in poi basta una maggioranza semplice per eleggere un nuovo presidente, aprendo una potenziale strada a Berlusconi e al tempo stesso spianando la strada a Draghi se non ha ancora vinto il voto. Se Berlusconi convincerà tutti gli elettori allineati con Forza Italia e altri partiti di centrodestra ad eleggerlo, dovrà comunque raccogliere circa 50 voti ed evitare spaccature di centrodestra.

Berlusconi, tramite il suo rappresentante, ha rifiutato di commentare.

Quando Berlusconi è entrato in politica nel 1994, gli italiani lo conoscevano bene come proprietario della squadra di calcio del Milan. Da allora la squadra ha fatto il tutto esaurito, ma le varie partecipazioni commerciali del polo sempre colorato includono ancora le tre più grandi reti televisive commerciali italiane. Questo lo ha aperto alle accuse di avere un conflitto di interessi che ha portato alla sua rimozione dalla posizione, qualcosa che aveva sempre ignorato.

READ  Il piccolo elettrodomestico più ricercato di Lidl e il suo prezzo pazzesco

ha detto Paolo Natali, professore di politica all’Università degli studi di Milano.

Berlusconi parla ai media mentre lascia l’ospedale San Raffaele di Milano, il 14 settembre 2020. Foto: Associated Press

E mentre gli alleati di Berlusconi hanno detto che è il loro candidato se vuole la presidenza, il voto segreto rende più facile per gli elettori sfidare gli ordini del partito.

I leader dei due maggiori partiti di centrodestra – Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia e Matteo Salvini della Lega – hanno detto che sosterranno Berlusconi. Ci sono però tensioni tra i tre partiti che potrebbero portare alcuni esponenti di Fratelli d’Italia o della Lega a non votare per l’ex presidente del Consiglio.

Fratelli d’Italia è cresciuto fino a diventare un partito indigeno di estrema destra focalizzato sull’immigrazione e sull’identità culturale, ma le sue radici risalgono al movimento neofascista nato all’indomani della seconda guerra mondiale. La Lega ha manipolato le politiche anti-UE che hanno intimidito i mercati finanziari e i leader politici del continente.

Un portavoce della Lega ha confermato il sostegno di Salvini a Berlusconi se l’ex premier decidesse di candidarsi alla presidenza. Una portavoce di Meloni ha rifiutato di commentare.

Il presidente svolge un ruolo in gran parte cerimoniale nel sistema politico italiano, ma a volte può esercitare un potere reale. Il presidente sceglie il primo ministro – che poi deve improvvisare una maggioranza parlamentare – e può impedire la nomina dei ministri.

Il premier italiano Mario Draghi durante una conferenza stampa a Palazzo Chigi a Roma il 31 maggio 2021. Foto: Reuters

Il presidente uscente Sergio Mattarella ha svolto un ruolo fondamentale più volte negli ultimi anni, anche nel 2018, al culmine dell’ondata populista italiana, quando ha bloccato la nomina di un ministro dell’Economia che aveva suggerito all’Italia di abbandonare l’euro come valuta.

Berlusconi ha incontrato Meloni, Salvini e altri leader di centrodestra il mese scorso nella sua villa appena acquistata sulla Via Appia Antica fuori Roma per raccogliere consensi. L’ex primo ministro vuole candidarsi alla presidenza, ma deciderà solo a metà gennaio se spingere per la sua candidatura, secondo un consigliere. Il primo turno di votazioni dovrebbe iniziare il 24 gennaio.

READ  Il discorso di Alberto Fernandez ai governatori degli Stati indurisce la posizione degli Stati Uniti e tolta la possibilità di un accordo con il Fondo monetario internazionale

L’Italia sta registrando un numero record di contagi da Covid-19 quasi quotidianamente e la pandemia potrebbe ostacolare il percorso verso la vittoria di Berlusconi, perché tutti gli elettori devono essere presenti in parlamento, il che significa che gli elettori in quarantena non potranno votare. Il quorum richiesto per vincere rimane lo stesso.

Sarebbe senza precedenti che un presidente portasse il bagaglio legale di Berlusconi. Tra i tanti casi che ha portato, un tribunale lo ha condannato per aver corrotto un senatore per tre milioni di euro per cambiare alleanza politica. Il senatore ha riconosciuto il piano. A causa della lentezza del sistema giudiziario italiano e dei metodi dilazionati dagli avvocati di Berlusconi, i termini di prescrizione sono scaduti prima che il processo di appello potesse concludersi, determinando l’annullamento della condanna.

“Non importa quale sia la corsa presidenziale, questa non sarà la fine politica per Berlusconi”, ha detto il professor Albertazi. “La fine verrà quando Berlusconi sarà clandestino”.