Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Un altro giorno di tragici record in Russia: i casi e i decessi di COVID-19 continuano a crescere a causa del calo delle vaccinazioni

Uno specialista medico cura un paziente presso il 52° ospedale clinico della città, dove vengono curate le persone con malattia da coronavirus (COVID-19), a Mosca, in Russia, il 21 ottobre 2021. REUTERS/Maxim Shemetov

Venerdì, le autorità russe sono state informate di un nuovo numero massimo di casi giornalieri e decessi dovuti al virus Corona, in mezzo a un significativo recupero di dati nelle ultime settimane, spingendo le autorità a reimporre alcune restrizioni.

Il Centro Operativo Nazionale per la Lotta al Coronavirus ha dichiarato che è stato confermato nelle ultime 24 ore 37.141 feriti – La prima volta che viene superato il minimo di 37.000 punti positivi in ​​un giorno – e 1064 deceduti, portando i numeri totali a 8168305 e 228453, Dritto.

la capitale del paese, MoscaUn altro giorno a forma di città in cui si trova Più casi e morti, con 8166 e 79, Dritto. Dal retro appare San Pietroburgoconfermato dall’OMS 3.233 feriti e 67 morti, secondo l’agenzia di stampa russa Sputnik.

Passeggeri con e senza mascherina nella metropolitana di Mosca.  EFE / EPA / MAXIM SHIPENKOV
Passeggeri con e senza mascherina nella metropolitana di Mosca. EFE / EPA / MAXIM SHIPENKOV

Durante la giornata di giovedì, il sindaco di Mosca ha detto: Sergey SobyaninDecreto Ten Giorni festivi tra il 28 ottobre e il 7 novembre, nel tentativo di rallentare la diffusione del virus. Così ha approvato la proposta del Presidente, Il presidente russo Vladimir Putin, che ha chiesto l’adozione di misure simili in tutto il paese.

durante questo periodo Apriranno solo i servizi essenziali Come farmacie, negozi di alimentari e quelli che vendono altri beni di prima necessità.

L’assistenza medica, sia pubblica che di emergenza, è mantenuta.

In precedenza, il sindaco ha annunciato Ritorno al lavoro a distanza per almeno il 30% dei lavoratori non vaccinati contro il coronavirus e di quelli che non hanno contratto la malattia, e ordinò che lGli over 60 nelle stesse circostanze devono restare a casa fino a febbraio.

El Alcalde de Mosca, Sergei Sobianin.  Sputnik / Mikhail Klementev / Il Cremlino via Reuters
El Alcalde de Mosca, Sergei Sobianin. Sputnik / Mikhail Klementev / Il Cremlino via Reuters

Come lo ha detto Sputnik 7.117.060 persone sono guarite dal COVID-19, di cui 25.453 uscite nell’ultimo giorno, mentre 1.786.528 sono ancora sotto osservazione come possibili casi di coronavirus., numero in aumento nelle ultime settimane, secondo i dati dell’Ufficio nazionale per la protezione dei consumatori (Rospotrebnadzor).

READ  Vi è il rischio di una nuova instabilità nei mercati finanziari

La Russia, pur essendo un produttore di vaccini, Meno del 35% della sua popolazione è completamente immunizzato (Il nostro mondo nei dati)

I medici sono arrabbiati per la mancanza di vaccinazione

Finora, vicino a Un terzo della popolazione russa ha un regime di vaccinazione completoMentre molti sondaggi di opinione mostrano questo Più della metà dei russi non ha intenzione di vaccinarsiUna situazione attribuita dalle autorità a uno dei motivi della diffusione del virus.

Di fronte a tutto questo, Il dottor Evgeny Ryabkov non nasconde la sua frustrazione. “Se faccio un giro in macchina, vedo persone senza mascherina divertirsi, vecchi e giovani. Mi fa incazzare perché lavoro con loro. Dice il dottore di 54 anni”.In quei casi mi viene da piangereAggiunge quest’uomo che Ha perso cinque dei suoi colleghi a causa del virus Corona.

Sergei Petrikov, dell’Istituto di medicina d’urgenza Sklifosovsky di Mosca, ha evidenziato: “La maggior parte dei pazienti che entrano nell’unità COVID non sono stati vaccinati. La percentuale di coloro che sono stati vaccinati è molto bassa. Di solito è compresa tra l’1 e il 2%. E molto spesso, tali pazienti si ammalano più facilmente di quelli che sono stati vaccinati. La maggior parte del problema deriva da pazienti non vaccinati”.

È certo che il capo del servizio di rianimazione dell’ospedale Alexander Chakotko: Solo la vaccinazione può debellare la malattia. “Ognuno ha un ruolo nella responsabilità sociale. Non siamo in un asilo nido per prendere la mano di tutti e vaccinare tutti. Fin dall’infanzia vacciniamo i nostri figli. È obbligatorio. La storia ha dimostrato che se non viene vaccinato, ci saranno dei decessi. Dobbiamo vaccinarci ora per sconfiggere questa malattia”., confermato.

READ  L'ex leader studentesco Gabriel Borek ha sconfitto il candidato comunista alle primarie della sinistra cilena

(Con informazioni da EFE, AFP e Europa Press)

Continuare a leggere: