Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Tutti i buoni motivi per possedere un cane o un gatto secondo la scienza

Ci insegnano il valore dell’impegno, noi Danno amore incondizionato, hanno la virtù della perseveranza, che lealtà E sono sempre lì quando ne hai bisogno. L’arrivo dell’epidemia, insieme alla consapevolezza che non c’è abbastanza tempo per farlo rallentare Danno Dall’uomo alla sua casa, Ci ha restituito “il nostro pianeta”, il nostro migliore amico. Parliamo di animali domestici.

Nel 2019 c’era 6,7 milioni cane In Spagna ci sono 3,8 milioni di gatti. Un cane ogni tre famiglie, un gatto ogni cinque. Il I numeri sono in calo nel corso del 2020. E tutto questo, solo per una cosa: la pandemia di COVID-19 ha portato un’altra mano, che è la solitudine. E sono stati gli animali da compagnia a portare conforto in molte case. pulsante per mostrare: Durante l’epidemia erano Molte famiglie che hanno deciso di usare un animale domestico Come soluzione alle restrizioni sociali derivanti dal confinamento.

Secondo i dati della National Association of Pet Food Manufacturers, il 40% delle famiglie ha un animale domestico come un cane. Questo numero è cresciuto in modo significativo negli ultimi anni e con esso la domanda di servizi di toelettatura per animali domestici. Comunità di Madrid Questo aumento arriva fino al 40%, dopo aver raccolto i dati da 95 rifugi e case.

Compagnia, protezione e devozione, come quelle del cane Tom, Angelo custode dei due fratelli Zaira. Erano gli anni Cinquanta. Mariano Zira, veterinario di campo Un piccolo comune spagnolo di 800 abitanti nella provincia di Huesca, Il suo lavoro copre l’intera area Valle di Benasque Viveva con sua moglie, Leonor Julian, insegnante in città.

Tom tira la carrozza dei fratelli Zaira.

Dopo la nascita delle sue due figlie maggiori, avevano due gemelli, La prima menzione nella sua epica, Juan Mariano e un’altra ragazza Leonor Emilia (Marelli). Secondo la tradizione, venivano battezzati con i nomi dei loro nonni e padri.

Mariano, Amante degli animali e scultura arancioneAveva un carretto di velluto rosso e ci mise sopra le ruote di bicicletta in modo che Tom, un fedele mastino coperto, potesse portare i gemelli a fare una passeggiata. Sotto gli occhi del mondo intero.

6000 aC

I carri per cani esistono dal 6000 a.C., Dapprima con due lunghe aste sulle ali che tirano un pezzo di stoffa o un cesto Per trasportare merci ed evolversi con l’invenzione delle ruote in carri trainati da uno o più cani per scopi diversi. Dagli sci dell’Artico, dell’Alaska e della Siberia a quelli usati nei secoli XVIII e XIX nei Paesi Bassi, Belgio o Danimarca Per trasportare il latte, o già nel Novecento nella prima guerra mondiale per trasportare munizioni, mitragliatrici o barelle con i feriti.

È stato utilizzato anche in Francia, Inghilterra e Italia Come alternativa più elegante e igienico-sanitaria al trasporto di merci per la città da carrozze a cavalli (si dovevano raccogliere migliaia di escrementi giornalmente), utilizzando cani di diversa tipologia a seconda della forza di trazione richiesta.

READ  La scienza dubita del "percorso di possesso" e richiede maggiori investimenti

Letteratura scientifica

Dietro la storia ci sono le prove scientifiche. E così studio Il post in “Computers in Human Behavior” lo ha mostrato solo con l’osservazione video di gatto L’energia positiva e i sentimenti aumentano, mentre i sentimenti negativi diminuiscono.

Foto: Unsplash/@lbellecolective.

E non solo. un professione Dalla recensione raccolta in “Quaresima” Con circa 4 milioni di persone Da diversi paesi (Stati Uniti, Canada, Scandinavia, Nuova Zelanda, Australia e Regno Unito) è emerso che possedere un cane era associato a una riduzione del 24% delle morti premature per qualsiasi causa. Se una persona ha già avuto un infarto o un ictus, averlo è ancora meglio: 31% in meno di probabilità di morire di malattie cardiovascolari.

Come spiega lo psicologo, Anna Lucas, Specialista e Coordinatore dell’Ansia e delle Relazioni Salute psicologicaMolti studi confermano che chi condivide la vita con un animale domestico è più felice, perché sono molti i benefici psicologici che ci porta la convivenza con un animale domestico. Tra questi, possiamo evidenziare quanto segue:

  • Ci impediscono di sentirci soli. “La compagnia di un animale domestico è la migliore cura per la solitudine, non solo per la presenza fisica dell’animale, ma anche perché affetto incondizionato che riceviamo da loro e ci fanno sentire più connessi; L’esperto dice che ci sono molti proprietari di animali domestici che parlano con loro e raccontano loro la loro vita quotidiana e le loro paure… e tutto questo li fa sentire meno soli”.
  • Può prevenire o favorire il recupero dalla depressione. “Quando ne soffriamo, non sentiamo nulla, dimentichiamo di prenderci cura di noi stessi, mangiare, dormire… ma il nostro animale domestico è totalmente dipendente da noi. Ci costringe a comprare del cibo e darglielo; Se abbiamo un cane, facciamo una passeggiata con lui e quando giochiamo con lui o interagiamo con lui migliorare il nostro umoreAumenta i nostri livelli di ossitocina e diminuisce i livelli di cortisolo, riducendo l’ansia associata alla depressione.
  • Ci aiutano a entrare nella routine. “Si abituano rapidamente a determinati orari: nel caso dei cani, portarli a spasso, dar loro da mangiare, spazzolarli e una serie di altre attenzioni. Questo non ci porta a strutturare la nostra vita, soprattutto se non lavoriamo o lavoriamo da casa».
  • Aumentano la nostra autostima. “Sta a noi sopravvivere. Prendendoci cura di lei e vedendo che è sana e felice, sperimentiamo Sensazione di autocoscienza Ci aiuta a sentirci meglio con noi stessi”.
  • Ci fanno prenderci più cura di noi stessi: Prendersi cura del nostro animale domestico ci porta a condividere, desiderosi di prenderci più cura di noi. Se cerchiamo il mangime più adatto al nostro cane o gatto, inconsciamente è il più equilibrato Si mangia meglio.
  • Ci tengono in salute. “Nel caso dei cani, ci aiuta anche a mantenerci in buona forma fisica, e qualunque sia il tempo, che ne abbiamo voglia o no, dovremmo portarli a fare una passeggiata, Il che migliora la nostra salute fisica e mentale”.
  • Ci aiutano a comunicare di più. “È facile vedere gruppi di proprietari di cani chiacchierare mentre i loro animali corrono o giocano, il che si trasforma in amicizie e può prevenire la solitudine”.
  • riduzione dello stress. Nel caso dei cani, il esercizio fisico Quello che facciamo quando camminiamo con loro, giochiamo con loro per lanciare una palla e ci alleniamo con loro ci aiuta a ridurre lo stress e l’ansia. In secondo luogo, coccolare e accarezzare il nostro animale domestico Ha anche un effetto rilassante su di noi. Infine, come ha fatto ogni proprietario di un gatto, è scientificamente provato che le fusa del gatto ci aiutano ad alleviare l’ansia e lo stress.
  • Mantengono le nostre menti in buona forma. “Giocare con loro, insegnare loro trucchi, educarli con rinforzi positivi e imparare ciò che è necessario riguardo alle loro cure e ai loro bisogni, ci aiuta a mantenere la mente attiva, il che migliora la nostra concentrazione e aiuta a prevenire le carenze di memoria e la demenza”, aggiunge. .
  • La tua azienda ci fa sentire più sicuri. “Impariamo anche da loro a vivere il momento, a concentrarsi su ciò che stanno facendo e a dimenticare tutto il resto, con un atteggiamento molto simile alla consapevolezza, noto a qualsiasi proprietario di animali domestici”.
READ  L'"autoritarismo a breve termine" che sta complicando l'Uruguay e come uscirne - Affari - 08/08/2021

la migliore medicina

Chiunque abbia un animale domestico, in particolare un cane o un gatto, Sa che “la connessione che si crea con loro è privata. Parliamo con loro, diciamo loro le nostre cose, condividiamo la vita con loro e finiscono per diventare un altro membro della famiglia, che amiamo e che amiamo. In tempi di crisi, ci aiuta anche a concentrarci sulla nostra vita quotidiana, Per la cura che dobbiamo dare, per smettere di pensare ai problemi quando giochiamo con loro o camminiamo con loro, e il loro amore incondizionato ci aiuta a guarigione delle ferite emotive, Migliora la nostra autostima e vai avanti. Un animale domestico, in particolare un cane, è praticamente la migliore medicina per tutte le occasioni, per non parlare dei cani da terapia che aiutano i pazienti con diabete, cancro e altre malattie. La psicologa Anna Lucas, psicologa, ricorda se ci muoviamo di meno e non riusciamo a camminare.

Insiste: “Inoltre, è stato dimostrato che la terapia con il cane aiuta i bambini con autismo a stare meglio. La loro ansia sociale e autostima. Ti aiuta anche a motivarti capacità di comunicazione e sentirsi al sicuro con l’ambiente.”

Foto: animali che dimostrano che niente è impossibile (Wade Austin Ellis per Unsplash)

Tom è entrato in famiglia da cucciolo quando Mariano e Leonor stavano aspettando la nascita dei gemelli. Da allora è diventato l’angelo custode dei bambini. Hanno passato la giornata insieme a giocare mentre i genitori lavoravano E ogni mattina uscivano a fare una passeggiata nel carro.

ai piedi del letto

Il rapporto speciale tra i bambini e i loro animali domestici si è rotto dopo un anno, per Morte improvvisa di un maschio per morbillo. Tom ha accompagnato la famiglia al funerale. Da allora, nel mezzo del più profondo rimpianto della famiglia, hanno assistito a una storia tanto commovente quanto commovente.

READ  Mercato globale dei dispositivi di medicina sportiva 2021-2029 Industria per tipo, applicazione, quota, entrate e regione | 3M Ace Brand, Smith & Nephew, Biomet, BREG

era Tom Sempre sdraiato ai piedi della culla di Marilli. A metà mattina se n’era andato. Nessuno sa dove si trovi. Comunque lo chiamassero, il cane non è più tornato. E quando veniva la sera, si presentava e andava a vederla di nuovo. Lì si sarebbe sdraiato e non si sarebbe mosso fino a metà mattina, quando sarebbe scomparso di nuovo. Giorno dopo giorno, guardavano Tom ripetere la sua posizione più e più volte. La sorpresa è arrivata quando la famiglia ha saputo cosa stava facendo l’animale.

lei era Operai sul campo sacro chi l’ha scoperto mastino alato Infestava il cimitero ogni giorno. Dopo aver verificato che ci stava provando scavare una fossa E non c’era nessun responsabile, hanno allertato Guardia Civil Dalla presenza dell’animale non si lasciava catturare e abbaiare e minacciava di affollare che mordesse chiunque si fosse avvicinato.

cimitero.

L’animale non abbaiava né ululava mentre lavorava TombaScavava e si sdraiava e rimaneva lì quasi tutto il giorno, anche ore dopo il tramonto. Tom stava proteggendo la tomba del ragazzo, che è una meravigliosa dimostrazione di devozione.

È così che la famiglia di Zaira ha appreso cosa stava facendo Tom quando è scomparso. Tom sta andando al suo appuntamento quotidiano e percorre circa 2 miglia, al vecchio cimitero, per restare attaccato alla tomba del bambino. Con gli occhi tristi, dopo un po’ di scavi, si sdraiò accanto ai resti dell’amico e lasciò il posto per niente. L’animale sapeva cosa era successo al ragazzo e che il suo corpo era lì. In mezzo al dolore, il tempo passato vicino alla tomba del suo piccolo amico ha portato la pace. Per quanto cercassero di tenere l’animale, non c’era modo. Non ha rinunciato alla sua determinazione di visitare il suo amico. E giorno dopo giorno, continuava a correre al cimitero.

La tragedia è arrivata quando alcuni vicini hanno cercato di catturarlo e scacciarlo, momenti in cui Tom ha risposto mordendoli per evitarlo. Ciò significa che la Guardia Civil ha costretto la famiglia a farlo sacrificarlo. E così la sua vita finì. Tom è andato sano e salvo in paradiso, accanto al suo amico

Ci sono centinaia di storie di cani che hanno fatto la storia La letteratura scientifica ci mostra il perché. prossimo studio, Lo scorso luglio, ha pubblicato su Scientific Reports (dal gruppo Nature) affermando: “Non solo gli umani hanno talento, ma anche i cani”.