Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Tre chiavi per “salvare” SNS dalla propria crisi assistenziale

Rafael Bengua e Sarah Calderon.

Rimuovere il Sistema Sanitario Nazionale (SNS) da crisi sanitaria Essere immersi in esso è un compito complesso e implica una delle soluzioni Misure di ‘adattamento’ È stato implementato dai paesi che sono riusciti a risolvere la crisi attraverso metodi di gestione nuovi e più efficaci. Una delle misure proposte è quella di provvedere Maggiore capacità di autogestione Medici e aumentare i compiti di altri professionisti della salute. Una ricetta parzialmente applicata dal Regno Unito, tuttavia, questa libertà deve essere accompagnata da diverse Condizioni che lo rendono efficace.

Il modello inglese, insieme a quelli dei paesi nordici e di molte organizzazioni innovative negli Stati Uniti, condividono Comune denominatore Che consiste nel trasporre tre simboli in Gestione con professionisti Non si tratta di professionisti. In Spagna ci sono molte linee guida che scendono sui bagni e non sono affidabili per sapere come funzionano. Ci sono più Mezzo milione di professionisti competenti in un’organizzazione incompetente‘”, afferma Rafael Bengua, consulente per le politiche di salute pubblica internazionale.

Secondo l’esperto, questi tre movimenti passano attraverso: Rafforzare le cure primarie; espansione in Lavori infermieristiciSoprattutto nel trattamento delle malattie croniche. e dare licenza di innovare nelle questioni organizzative. “Sia gli ospedali che le scuole primarie dovrebbero essere in grado di ottenerlo libertà di organizzazione. Ad esempio, gestire i pazienti in modo diverso da quanto si crede nella consulenza. A livello locale, non c’è bisogno di standardizzazione, poiché le cose all’interno della comunità possono essere fatte in modo diverso in ogni distretto”, afferma l’esperto olistico nella gestione della salute.

Capacità di autogestire la tenuta di base

L’assistenza primaria è uno degli anelli più deboli del SNS e per salvarlo dall’attuale crisi, il consulente internazionale è fondamentale Rimuovere i compiti amministrativi dai mediciCosì hanno più tempo per interagire con i pazienti. “In base a ciò che vediamo lavorare in altri paesi, Aumento del ricorso all’assistenza infermieristica e forza Impostare le cose a livello locale Permette loro di dire: “Siamo dodici infermieri e sei medici. Come ci organizzeremo qui per fare le cose meglio?” Non possono farlo con le indicazioni che emanano dall’alto e può essere fatto, e migliorerà notevolmente le primarie”, afferma Bengua.

Inoltre, l’ex ministro della Salute dei Paesi Baschi lo ritiene necessario Investi per assumere di più amministrativo e Ottieni più tecnologia Per il monitoraggio virtuale dei pazienti cronici. “L’elenco è molto lungo, ma l’importante è avere un piano e non sono sicuro in questo momento che ci sia un piano in Spagna”.

L’indipendenza non deve essere collegata all’innovazione

Il Regno Unito è uno dei paesi che ha conferito maggiore autonomia ai propri centri. Tuttavia, secondo Sarah Calderon, medico di famiglia del XX Place Health, con sede a Tower Hamlets, Londra, Una maggiore indipendenza “non porta necessariamente a miglioramenti nell’assistenzase non accompagnati da risorse e responsabilità adeguate, in grado di identificare e promuovere buone pratiche di cura”.

“No L’autogestione e l’innovazione sono molto limitate Due condizioni, vale a dire Mancanza di risorse e richieste amministrative. Quando la maggiore capacità manageriale non è accompagnata da risorse materiali, si può finire per fare i propri tagli”, sottolinea il medico.

Il modello inglese, come spiega il medico di famiglia, si basa su società private che forniscono un servizio pubblico, cosa che incide sulla capacità di gestione. Questa presunta maggiore autonomia riguarda contratti, incentivi e requisiti che stabiliscono priorità e modi di fare le cose. Finisci per fare ciò che è misurato e finanziato, Senza molto spazio per fantasticare e cercare di trovare alternative. Ciò che non viene incoraggiato (sebbene possa essere vantaggioso per i pazienti) di solito finisce per relegarsi”, spiega lo specialista.


“Non si tratta di fare un taglia e incolla, si tratta di adattare le tendenze e il concetto globali al nostro sistema”


In questo senso Calderon lo considera Più indipendenza non significa che verranno prese decisioni migliori. “I centri sanitari, ad esempio, hanno deciso di dare priorità all’accesso tramite e-mail o lettera ed evitare il più possibile le consultazioni faccia a faccia, il che contribuisce a creare disuguaglianza e a minare la qualità dell’assistenza. La maggior parte dei centri ha anche deciso di eliminare le quote di pazienti , anche se sappiamo che sono una delle procedure con i maggiori benefici (in termini di soddisfazione, costi e mortalità), afferma il medico di famiglia.

Dal canto suo, Bengoa lo ricorda Non si tratta di un’azione “taglia e incolla”., ma nell’adattare tendenze e concetti globali al nostro sistema. Se ci prendiamo cura solo del virus e non attacchiamo le correzioni necessarie nel sistema, allora andiamo direttamente in un sistema di ricchi e poveri.

Coinvolgere più professionisti della salute

Nonostante le sfumature evidenziate da Calderon, il medico ritiene che si trovi nel Regno Unito tre castelli Particolarmente rilevante per la scuola primaria spagnola. Uno di questi “punti di forza” corrisponde a un aspetto che Benjoa vede come la chiave per salvare il SNS da una crisi assistenziale: Espandi le competenze di ogni professionista.

“In molti centri sanitari ci sono, ad esempio, farmacisti, fisioterapisti, facilitatori di comunità (nel Regno Unito sono chiamati ‘prescrittori sociali’) e psicologi, oltre a infermieri, medici di famiglia, assistenti e personale amministrativo. Ciò che forse è più importante , è cLe competenze di ogni professionista sono dinamiche ed espandibili Come concordato e richiesto, che di solito è associato a un aumento di stipendio “, spiega lo specialista.

Evidenze standardizzate e capacità di innovare

Un altro aspetto che il dottore pensa possa essere estrapolato in Spagna è “scommessa incrociata” per il primo livello di assistenza. Questo include anche Ricerca ed eserciziooltre l’aiuto. Il Regno Unito ha finanziamenti e infrastrutture per la ricerca. Il Le scuole di medicina hanno dipartimenti di cure primarie L’interdisciplinarietà in cui è possibile pensare, immaginare e valutare nuove pratiche di cura (o criticare e migliorare le pratiche esistenti)”, sottolinea lo specialista, che ricorda anche che c’è flessibilità nel combinare cura e ricerca.

Per quanto riguarda la formazione, lo specialista assicura che l’assistenza primaria sia inserita nel curriculum universitario e che sia rafforzata la partecipazione degli operatori sanitari alla didattica: sistema di riaccreditamento Questo permette di creare una carriera e un campo di cura Alta qualità e grande prestigio Attrarre e trattenere i professionisti.

Un altro punto di forza sta nella presenza di Guide unificate e indipendenti Per prendere la decisione consultare. Il Regno Unito ha un National Institute for Clinical Excellence (NICE) responsabile della creazione di linee guida per la pratica clinica basate sull’evidenza. Queste guide vengono aggiornate periodicamente, Riassunto e incorporato in cartelle cliniche elettronichein un modo facilmente accessibile attraverso la consulenza”, spiega Calderon, il quale ritiene anche che nel contesto di una massiccia produzione scientifica, “è più importante che mai” creare organizzazioni indipendenti che raccolgano le prove disponibili e le mettano a disposizione di lavoratori in prima linea.

Sebbene possa contenere dichiarazioni, dichiarazioni o note di istituzioni sanitarie o professionisti, le informazioni nella scrittura medica sono curate e preparate dai giornalisti. Raccomandiamo al lettore di consultare un professionista della salute per qualsiasi domanda relativa alla salute.

READ  L'esercizio fisico può essere utile per migliorare l'apporto di nutrienti e ossigeno alla placenta