Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Tre anni di governo di Bolsonaro in Brasile: un governo alla deriva | Brasile in DW | DW

Settembre 2021. Un camion si ferma nel quartiere di Gloria, a sud di Rio de Janeiro. Intorno all’auto una folla di persone è in attesa di prendere qualcosa da mangiare: l’auto trasporta un mucchio di ossa e resti di animali che vengono scaricati dai supermercati. La scena si ripete più volte alla settimana, secondo un comunicato stampa aggiuntivoche ha assistito all’episodio. Poche immagini del 2021 simboleggiano bene l’infinita crisi brasiliana.

Durante tutto l’anno, il Brasile ha registrato un’elevata inflazione a due cifre, la disoccupazione ha continuato a crescere ei prezzi del carburante e dell’energia hanno raggiunto livelli record. Alla vigilia di Natale, Datafolha ha mostrato che il 26% della popolazione afferma di non avere abbastanza cibo per sfamare le proprie famiglie. Uno studio condotto dalla Confederazione Nazionale dell’Industria (CNI) nel dicembre 2021 ha mostrato che sette brasiliani su dieci sono pessimisti sul futuro economico del Paese.

“Ovunque ci sono indicazioni che l’economia brasiliana si sta riprendendo”, ha affermato Paulo Guedes, ministro dell’Economia, a marzo, il secondo mese in cui la pandemia di coronavirus in Brasile ha registrato il maggior numero di morti, 66.000.

Guedes ha usato la parola “decollo” più volte durante l’anno, come un mantra, anche se le realtà economiche, sanitarie e politiche hanno insistito sul fatto che il suo ottimismo non corrispondeva. Ma il ministro non è stato l’unico membro del governo bloccato in un mondo parallelo quest’anno.

Come il ricorrente “Ricomincio da capo” nell’omonimo film del 1993 (noto anche in America Latina come “Hechizo del tiempo”), in cui il personaggio interpretato da Bill Murray viene resuscitato lo stesso giorno in un loop infinito, Bolsonaro continua nel 2021. Disprezza i protocolli del suo ufficio e mette il governo federale al servizio della sua agenda estremista, insistendo sull’alimentazione di visioni cospirative, disprezzo per la pandemia, attaccando il sistema democratico, quindi ritiri tattici e attesa.

READ  L'economia delle Canarie è scesa del 15% nel primo trimestre dell'anno

Non sempre interessato ad affrontare i veri problemi del paese, Bolsonaro ha anche trascorso la maggior parte dell’anno a produrre scene difficili, cercando di ritrarre se stesso come un “ragazzo semplice” o qualcuno con un enorme sostegno pubblico. Questa tattica includeva episodi come “cene” di pizza su un marciapiede negli Stati Uniti o frequenti incontri con i suoi seguaci, che sono spesso meno intensi di quanto credano i sostenitori del presidente e che sono costati finora all’erario pubblico più di 5 milioni di reais ( 780.000 euro), secondo stime. Folha de San Paolo.

Per sempre paria internazionale

Nel 2021, l’isolamento del Brasile si è aggravato. Bolsonaro ha perso alleati come l’americano Donald Trump o l’israeliano Benjamin Netanyahu, e recentemente ha visto il candidato di sinistra Gabriel Borek vincere le elezioni presidenziali cilene.

L’isolamento e l’incompetenza del governo sono stati ancora una volta esposti sulla scena internazionale quando l’agenda di Bolsonaro in Italia è stata lasciata vuota, in ottobre. Alla riunione del G20 non si è tenuto alcun incontro bilaterale con altri leader del gruppo delle 20 maggiori economie, ad eccezione di un incontro formale con il paese ospitante.

Bolsonaro ha incontrato la deputata tedesca di estrema destra Beatrix von Storch e suo marito cileno Sven von Storch.

Questa stessa incompetenza è stata rivelata anche quando il presidente ha ignorato la presenza del socialdemocratico tedesco Olaf Scholz in una tornata di colloqui con il leader turco Recep Tayyip Erdogan. Schulz aveva vinto le elezioni tedesche e sarebbe subentrato come cancelliere federale in poche settimane, ma a quanto pare Bolsonaro non sapeva chi fosse.

Senza amici tra i grandi leader mondiali, Bolsonaro ha preferito stabilire relazioni nel 2021 con politici della scena mondiale dell’estrema destra, come l’ex ministro italiano Matteo Salvini o la deputata tedesca Beatrix von Storch. Quest’ultimo incontro ha suscitato critiche da parte di gruppi ebraici brasiliani. A novembre, mentre Lula è stato accolto da leader europei come lo stesso Schulz o il francese Emmanuel Macron, Bolsonaro ha fatto un giro per visitare i dittatori arabi.

READ  Siviglia aderisce all'iniziativa "Hello, Ceramics!". Che comprende conferenze e mostre su questa disciplina artistica che si terranno presso il Centro Cerámica Triana fino al 31 maggio

È proseguito anche il rifiuto dell’Europa di un accordo con il Mercosur, in gran parte a causa delle politiche anti-ambiente di Bolsonaro. A febbraio, la Francia ha insistito per rifiutare l’accordo “ai termini attuali” e a marzo l’Austria si è fortemente opposta alla ratifica.

Scene ripetute

Bolsonaro ha anche continuato a produrre scene scandalose, spesso destinate a consumare la sua base estremista o come cortine fumogene. Nelle ultime due settimane del 2021, un giorno dopo un incontro tra l’ex presidente Luiz Inacio Lula da Silva e l’ex governatore Geraldo Alcumen – che stanno discutendo una possibile alleanza per le elezioni presidenziali del 2022 – Bolsonaro si è fatto fotografare mentre ballava su una barca accanto a una donna in bikini sulle note di una canzone ostile Le donne paragonano le donne di sinistra alle “puttane”. Alla fine dell’anno, Bolsonaro sembrava più interessato alle sue vacanze e al jet-ski che a rispondere alle inondazioni a Bahia.

Bolsonaro inaugura un ponte di legno di 18 metri in Amazzonia.  Un viaggio presidenziale al sito costa tre volte il costo del lavoro.

Bolsonaro inaugura un ponte di legno di 18 metri in Amazzonia. Un viaggio presidenziale al sito costa tre volte il costo del lavoro.

Ma queste scene, ripetute, non producono più l’effetto che Bolsonaro e i suoi seguaci desideravano. Episodi accaduti durante tutto l’anno come le proteste antigovernative di sinistra – che hanno riunito più persone dell’opera di Bolsonarista -, il ritorno di Lula al gioco politico, l’ascesa del Partito dei Lavoratori (PT) alle urne e, ad un misura minore, ha dimostrato la formalizzazione delle ambizioni elettorali dell’ex giudice Sergio Moro rivede l’autorità di Bolsonaro nella gestione dell’agenda politica.

Anche la visione sprezzante del presidente si è scontrata con la realtà dei forti progressi del paese nella vaccinazione. Anche l’attacco di fine anno del presidente contro la vaccinazione dei bambini si è dimostrato inefficace. L’indagine Fiocruz assicura che l’80% dei genitori intende vaccinare i propri figli.

READ  Aliexpress ha aperto il suo secondo negozio fisico in Catalogna

Bolsonaro ha raggiunto la fine dell’anno con il 53 percento di disapprovazione, il peggior punteggio per il suo governo, secondo Datafolha, che ha anche aggiunto che il 60 percento dei brasiliani non crede a nulla di ciò che dice il presidente. Siamo di fronte a uno scenario completamente opposto a quello che è successo nel 2020, quando Bolsonaro ha ironicamente concluso il suo secondo anno con un sostegno maggiore rispetto al 2019. Oggi, con solo il 22% di intenti di voto, e a parte Lula, Bolsonaro sembra essere entrato quale sarà il suo ultimo anno in carica. (DZ/IRS)