Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Tom Dumoulin annuncia il suo ritiro dal ciclismo a fine stagione | Gli sport

Il ciclista olandese Tom Dumoulin, 31 anni, ha annunciato venerdì che si ritirerà dalle competizioni alla fine del 2022. In un lungo messaggio pubblicato sul suo account Instagram, il vincitore del Giro d’Italia 2017 ha affermato che il grado in cui lo sport professionistico ha prodotto “un tanti disagi fisici per affrontare gli anni.” i prossimi”. All’inizio del 2021, Dumoulin si è preso qualche mese di pausa dal ciclismo tra lo stress e la tensione della competizione e l’impossibilità di godersi lo sport che ama. È tornato in estate per competere alle Olimpiadi di Tokyo, vincendo una medaglia d’argento a cronometro, una major in cui è stato incoronato campione del mondo nel 2017, il suo grande anno. Se poi parla di prendersi cura della propria salute mentale, a causa dei “demoni interiori” che lo attaccano a causa dello stress, nella sua dichiarazione in questa occasione si riferisce alla “stanchezza, al dolore e agli infortuni che soffro aumentando l’allenamento, piuttosto che sentire meglio”. D’ora in poi, cercherà un modo per finire la stagione con la sua squadra, Jumbo-Visma di Roglic, Vingegaard e Van Aert, che non hanno al prossimo Tour de France.

In una nota pubblicata sui social, Dumoulin ha riconosciuto i suoi problemi negli ultimi due anni e la soddisfazione che gli ha dato la medaglia d’argento a Tokyo. “Tuttavia, per quanto possa essere bello a volte, quest’anno è stato frustrante. Mi sento stanco e i vantaggi dell’allenamento non stanno ottenendo il risultato sperato”. Settembre in Australia, dove spera di “avere successo nel momento giusto”. , e sono orgoglioso di ciò che ho realizzato nel corso della mia carriera ciclistica”. Ha concluso il suo messaggio ringraziando tutti, dai colleghi ai meccanici agli sponsor, “per la meravigliosa avventura degli ultimi undici anni: il ciclismo a volte costa sangue, sudore e lacrime, ma è stato bellissimo e speciale.” Un addio a tre a “Grazie, grazie, grazie”.

READ  El golazo de Buendía e la mano salvadora di Dibu Martínez: la fórmula de la victoria per el Aston Villa

A maggio ha partecipato al Giro d’Italia, al quale ha partecipato nel ruolo di favorito, è stato terzo nella cronometro iniziale e successivamente è stato annacquato. Si è ritirato nella fase 15. È stato molto difficile per Dumoulin, non solo perché aveva vinto questa competizione solo cinque anni fa. Soprattutto perché lo considerava la prova definitiva per vedere se poteva continuare al livello più alto. In una dichiarazione alla televisione pubblica olandese NOS, ha affermato che quanto accaduto è stata una “grande delusione”. Ha spiegato di non avere risposta al fatto che “mi manca il gas nei pedali e non vado avanti”. Poco fa ha sottolineato che avrebbe continuato a pedalare solo se avesse potuto competere contro i migliori. Il record del pilota olandese evidenzia anche il suo sesto posto alla Vuelta a España 2015, gara che ha condotto fino alla penultima tappa. Ha vinto anche tre tappe al Tour, quattro al Giro e due alla Vuelta. Al momento della prova, ha una medaglia d’oro ai campionati del mondo nel 2017 e una medaglia d’argento nel 2018. Alle Olimpiadi del 2016 ha vinto anche una medaglia d’argento con questo metodo.

Nato a Maastricht nel 1990, Dumoulin è un ciclista professionista dal 2011. Nel 2016 si è rotto il polso durante il Tour de France e nel 2019 ha dovuto rinunciare al Giro d’Italia dopo essersi infortunato al ginocchio in una caduta. È stato quattro volte campione dei Paesi Bassi e questo venerdì i media sportivi olandesi hanno messo in luce la sua carriera e la sua passione per il ciclismo.

Puoi seguire EL PAÍS Sports su Facebook S Twitteroppure registrati qui per ricevere La nostra newsletter settimanale.

READ  Inizia il 16 miglior viaggio a Wembley - calcio internazionale