Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Tequila: l’industria della tequila è cresciuta di oltre il 500% in 28 anni


Il Tequila Regulatory Council (CRT) riferisce che in questi circa tre decenni l’industria della tequila è stata agricola È cresciuto di oltre il 500% nei suoi principali indicatori come produzione, esportazione e consumo di agave.

“Con l’istituzione del Tequila Regulatory Council 28 anni fa, è stata raggiunta una crescita continua nel settore agricolo della tequila, e questo riflette il duro lavoro e l’impegno di tutti noi che integriamo questa importante catena di produzione, perché la qualità e la genuinità di ogni litro prodotto è ciò che ha portato la nostra bevanda nazionale per eccellenza alla conquista del mondo.” , attualmente già protetta in 56 Paesi; In CRT continueremo a lavorare instancabilmente per garantire il rispetto delle normative applicabili alla tequila“, ha osservato a questo proposito il presidente del CRT, Miguel Angel Dominguez Morales.

Secondo Statistiche CRT, Nel 1995 la produzione di tequila ha raggiunto i 104 milioni di litri, mentre il 2022 si chiude con una produzione di 651,5 milioni di litri.; Questo significa che in 28 anni la produzione della nostra bevanda nazionale per eccellenza è aumentata del 526%, e questo spirito che ha conquistato in tutti questi anni anche molti paesi del mondo, questo si riflette anche nella crescita delle esportazioni, avvenuta lo scorso anno e hanno chiuso lo scorso anno con un aumento del 23,3%, quando sono stati spediti nel mondo 416,8 milioni di litri di tequila, mentre sono aumentati del 541% in 28 anni.

A proposito di esportazioni Non si possono non citare le principali destinazioni di importazione della tequila, gli Stati Uniti e l’Unione Europeaentrambi prima della fine del 2022 avevano già superato i litri spediti per tutto il 2021, quindi hanno chiuso lo scorso anno con un incremento rispettivamente del 17,4% e del 70,6%.

READ  Le esportazioni di Pisco sono cresciute dell'87% nei primi cinque mesi di quest'anno

In 28 anni, anche la crescita delle sue esportazioni è stata esponenzialenegli Stati Uniti al 526% e nell’Unione Europea al 350% Paesi come Germania, Spagna, Francia, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord e Italia rimangono tra i primi dieci Paesi importatori di tequila.

A causa dell’aumento della produzione e dell’esportazione di tequila, anche il consumo di agave è cresciuto dal 2021 al 2022, passando da duemila 019 milioni di tonnellate a duemila 611,1 milioni di tonnellate, una crescita del 29,3%, mentre dall’istituzione della CRT questo aumento è aumentato. 835 percento.

La produzione di tequila è il quinto anno in cui ha superato il proprio record, E l’export è il terzo anno che batte il record, mentre nel consumo di agave sono nove anni consecutivi che superano il record.

Il 2022 è stato un grande anno per l’agrobusiness della tequila, Quindi l’anno 2023 inizia con grandi sfide E con un fermo impegno a continuare a lavorare per e per la tequila.

CRT è l’organismo di valutazione della conformità allo standard messicano ufficiale per la Tequila, NOM-006-SCFI-2012, ovvero è responsabile dell’esame e della certificazione della conformità a tale standard.

“Grazie al lavoro coordinato dei settori della filiera agave-tequila, questo settore ha registrato una crescita significativa negli ultimi 28 anni”, ha affermato l’agenzia.

gm

Discussioni

Leggi anche

Ricevi le ultime notizie nella tua email

Tutto quello che devi sapere per iniziare la giornata

La registrazione implica l’accettazione dei Termini e Condizioni